Ascierto a Le Cronache: «Ora il virus colpisce e contagia soprattutto i più giovani»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
«Il coronavirus è ancora in circolazione e bisogna essere prudenti». A lanciare l’appello è il professor Paolo Ascierto, Direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori – fondazione Giovanni Pascale di Napoli e presidente della Fondazione Melanoma, che sostiene progetti di ricerca e campagne di sensibilizzazione e informazione per i cittadini.

Ascierto in una intervista ad Erika Noscherse su Le Cronache parla dell’aumento dei casi in Campania: «Il coronavirus – dice Asciero – è ancora in circolazione e bisogna essere prudenti. Le misure di distanziamento sociali sono risultate l’arma più utile a fronteggiare la pandemia fino ad ora e si stima, secondo uno studio di Nature, che a livello europeo circa 3 milioni di vite siano state salvate grazie a queste stra tegie. Con la ripresa delle attività e l’arrivo dell’estate, c’è stato un fisiologico calo dell’attenzione e questo ha portato all’incremento dei casi».

Ed ancora: «I dati che abbiamo ci mostrano un’età media più bassa dei pazienti rispetto alla prima fase. E’ fisiologico un calo dell’attenzione dopo un periodo di stress come quello passato, ma non possiamo permetterci che la pandemia riprenda la forza di propagazione che ha avuto in passato».

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. È scientificamente provato che il virus chieda la carta d’identità prima di infettarti. Maledetti giuvinastri della movida

  2. La domanda che faccio ai professoroni complottisti corridori, perché Zangrillo e Tarro (Tarro!) si, e Ascierto no?
    Si va per simpatia, per bias cognitivo?

  3. I giovani sono quelli che circolano di più e osservano meno le regole di protezione e distanziamento. Era così già prima del 14 giugno, poi con la festa del Napoli è stato il via libera per tutti. Però non si può dire, altrimenti i gestori dei locali si lamentano. Dobbiamo dire che la carica virale è bassa e le terapie intensive sono vuote, altrimenti l’economia non riparte.

  4. Per Antonio Pastena: le terapie intensive sono effettivamente vuote ed oggi nessun morto in Lombardia!!
    Se lei vuole rimanere in casa si chiuda pure dentro, ma i dati reali forniti dall’istituto superiore della sanità sono confortanti!!

  5. 1) i giovani per loro natura sò cap e merd 2) i genitori se ne fottono!! 3) i controlli non esistono (già dal 4 maggio)!!!!

  6. Ancora non hai capito niente….se aumentano i contagi in maniera esponenziale…..il virus va a fare visita alle persone più vulnerabili( anziani, diabetici……) a quel punto si intasano le terapie intensive ed iniziano ad aumentare i morti.
    Dai forza questa è la storia della prima ondata….che fortunatamente noi al sud per chiusura tempestiva per fattori climatici e per minore inquinamento non abbiamo vissuto in maniera drammatica.
    Ora cerchiamo di essere te responsabili altrimenti ci contagiamo tutti e molti nostri anziani e persone malate li aiuteremo a passare a nuova vita.

  7. 08:23 la domanda che facciamo a voi terrorizzati e negazionisti della morte di questo virus: perchè Ascierto sì e Zangrillo-Tarro-decine di altri NO???
    Lo sai poi che Ascierto è un oncologo mentre gli altri sono esattamente virologi e/o direttori di rianinazione-terapie intensive-reparti malattie infettive??
    Chissà quando la finirete di (provare a) spargere il vostro terrore patologico a tutti

  8. ecco la teoria dei fessi, grazie ai quali questa storia del virus finirà semplicemente MAI PIU. Grazie a voi che ripetete la solita pappardella terroristica.
    Quello che non avete capito è che VOI potete morire sul divano senza alcun problema, con maschera guanti e scafandro, lo sapete? ecco: FATELO, liberamente.
    19:30 dopo tutti questi mesi ancora non hai capito niente di come e perchè sono morte le persone. Ho pena per te.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.