Codacons invita a boicottare aziende e prodotti olandesi, ecco quali sono

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Dalla birra Heineken agli elettrodomestici Philips, dai formaggi Leerdammer o Gouda, fino ai servizi finanziari del gruppo ING o alle aste on-line di Catawiki. Questi i prodotti che il Codacons invita a non acquistare. Ma oltre al boicottaggio l’Associazione pretende che il Governo italiano renda noto l’elenco delle aziende che “ingrassano” i Paesi Bassi, grazie ad una politica basata su accordi fiscali.
Ufficialmente l’Olanda è l’unico paese a non fornire i dati degli accordi raggiunti con le società straniere per consentir loro di pagare le tasse, in misura ridotta, in Olanda.
Una sorta di paradiso fiscale che finisce per ingenerare una concorrenza scorretta con gli altri stati e porta moltissime aziende a trasferire i propri uffici ad Amsterdam.
Uno stato che potremmo definire “canaglia” visto che finisce per agevolare l’evasione e continua ad “ingrassare” sottraendo le tasse agli altri stati europei. Un comportamento  intollerabile che rischia di affossare l’economia italiana. Atteso che l’Olanda “scippa” all’Italia oltre 1,5 miliardi di euro all’anno.
Si tratta di un paese “vampiro” che trae nutrimento dalle difficoltà degli altri stati.
Per questo motivo il Codacons ha deciso di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma affinché si faccia luce su comportamenti che alimentano l’evasione e sulla evidente violazione dei principi di cooperazione comunitaria.
Prodotti
Heineken
Amstel
Bavaria
La Trappe
Leidse Kaas
Leerdammer
Edammer
Gouda
Mimolette
Nagelkaas
Aziende
Ahold Delhaize
AkzoNobel
Albert Heijn
Ansaldo Signal
Baan Corporation
Bloemenveiling Aalsmeer
Boon Edam
Bunq
C&A
Catawiki
CEVA Logistics
Christiaan van der Klaauw
CNH Global
Dockwise
DSM
Elsevier
Gemalto
Getronics
Here
Heupink & Bloemen Tabak
Hitachi Construction Machinery Europe NV
ID&T
KMW+NEXTER Defense Systems
Koni
Layar
Logica
LyondellBasell
MapScape
NXP Semiconductors
Philips
PostNL
Q-dance
Randstad
Royal FloraHolland
Smit Internationale
Stage Entertainment
Stork
Tele Atlas
TNT
TNT Express
TomTom
Trust
Ultimaker
Unilever
Van Oord
Vekoma
Veon
Viktor & Rolf
Vitol
Wakoopa
WeTransfer
Wolters Kluwer
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Ci mancava il Codacons a farci fare altre risate con questa ennesima saga dei pezzenti italiani.

    Voi lo sapete che una quantità immane di “prodotti tipici italiani”, da molte birre “regionali” a svariate marche di pomodori, è di proprietà di aziende olandesi? E non dico, attenzione, società con sede in Olanda, dico società olandesi.

  2. Perché l’olanda dovrebbe regalare soldi all’Italia? L’Italia ha regalato soldi a fannulloni e pregiudicati con il reddito di cittadinanza e aumentato in modo considerevole il debito pubblico per una cassa integrazione che non serve a tutelare il posto di lavoro a nessuno. In modo anticostituzionale hanno bloccato i licenziamenti per farsi belli con il popolo ma è solo un cane che si morde la coda. Chi divrebbe fidarsi dell’Italia e di questo governo di incapaci? Codacons Chieda scusa all’olanda

  3. Ma il “codacacons “dove stava quando le aziende dislocavano e cedeveno le produzioni all’estero compresa la Cina?
    L’Italia si è appenzzentita e privata delle migliori aziende senza controllo, agevolando imprenditori e società senza scrupoli,se ne parla da anno ma nessun governo se ne è corso ai ripari

  4. L Olanda ha ragione…. perché l’ Italia anziché creare ricchezza sperpera i soldi con il reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, milioni di euro per ospitare tunisini(molti di loro spacciatori già espulsi precedentemente) che sbarcano in Italia senza alcun diritto, bonus vacanze, bonus monopattino e più ne ha e più ne metta….

  5. Sa1919 so che sei abituato da decenni ad andare in Europa a pecorina e per 80 euro venderti la dignità il tutto e cambiato ma forse sei fermo al 1919

  6. Questo strano organismo, se ha proprio voglia di fare liste di proscrizione, perché non fa un elenco delle aziende italiane che spostano la propria sede fiscale in Olanda per pagare meno tasse sottraendole all’Italia? Comincio io, forza: FCA,….. E la colpa sarebbe degli olandesi?

  7. Quante industrie italiane hanno portato la resideenza fiscale in olanda??In italia si deve incentivare investimenti,creare lavoro VERO non creare solo assistenzialismo che non porta assolutamente a nulla come il r.d.c.

  8. X Cittadino: forse sei contro il reddito di cittadinanza perchè sei tra gli “imprenditori ” che pagano i suoi dipendenti Euro 300 al mese con orari dalle 09.00 alle 20.00 sabato e domenica compresi senza extra con busta paga firmata per 1000 etc etc ?

  9. Pero non scrivono che molte aziende italiane pagano le tasse in olanda..
    Fiat eni e molte altre perché non boicottiamo anke queste?

  10. Gli imprenditori seri non parlano di reddito di cittadinanza mentre i prenditori poco seri non parlano di vitalizi dei politici e del lavoro nero che distrugge l’Italia se questi parrassisiti fossero più seri a pagheremo meno tasse e avremmo più servizi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.