Salerno da fortino inespugnabile a terra di conquista del virus: ecco gli errori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Fino a fine giugno Salerno si è dimostrato un fortino quasi inespugnabile per il Coronavirus. Mentre intorno insistevano mini-focolai da Cava a Pontecagnano, il capoluogo sembrava immune alla pandemia. Poi da luglio qualcosa è andato storto, sfortuna, improvvisazione ma soprattutto l’abbassamento della guardia. Mascherine scomparse all’esterno ma soprattutto all’interno di uffici e negozi. Qualcuno la tiene sotto il mento altri appesa all’orecchio. Fa caldo, difficile tenerla.  Indossare le mascherine oggi è una regola di buon senso ma potrebbe diventare presto una pratica che se inosservata diventa sanzionabile e soprattutto deleteria. Bene quindi fare un semplice ripasso del come usarle correttamente.

Tenere le mascherine sotto al mento quando non le si indossa sul volto, porta a raccogliere molta sporcizia e sudore e non è di certo consigliato tornare a respirarci dentro.

In linea generale la mascherina non andrebbe mai abbassata sotto al mento e quando non serve è opportuno sfilarla completamente dai cordini con le mani pulite o disinfettate con un gel apposito. Poi riporla in una bustina di plastica o di carta per evitare contaminazioni. E non metteterla in tasca se vi sono altri oggetti.

Regole di buon senso ma che spesso dimentichiamo. Come purtroppo si vede spesso è ormai moda tenerla appesa al polso o al braccio: in tal modo si espone la parte interna a fare da ricettacolo di sporcizia e germi, inoltre entra a contatto con la pelle che non sempre è ben pulita.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e numerose altre istituzioni sanitarie invitano a non conservare la mascherina con soluzioni creative e a indossarle in maniera corretta: deve coprire sia il naso sia la bocca. Niente naso scoperto. In generale sarà utile ricordare ai salernitani di rispettare le regole minime: distanziamento e mascherine. I comportamenti sbagliati sono oggi visibili quasi ovunque. Si vedono anche dispositivi forse discutibili, come le mezze “visiere” aperte e trasparenti fermate solo all’altezza della bocca. Per non parlare degli assembramenti di giovani totalmente incuranti di quello che accade in tutto il Pianeta.

 
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Se prima non c’era è stato portato da fuori e nessuno ha controllato, adesso si vuole scaricare la colpa sui cittadini.

  2. Ci sono persone che devono indossare la mascherina, altri i libertini filosofi esperti di medicina e di diritto a cui farebbe bene mettere oltre la mascherina, anche la Musseruola per cani, doppia prevenzione al Vairus e alle cazzate che fuoriescono continuamente.

  3. Anche il tanto osannato Zangrillo raccomanda l’uso delle mascherine nei luoghi chiusi e affollati.

  4. Indolenza e superficialità,poi ci sono i pusillanimi che pensano di fare proselitismo diffondendo news secondo una logica perversa e ,direi,da disturbati mentali per quello che scrivono e per come lo scrivono,oltretutto ,profondamente,ignoranti

  5. E evidente ed i dati lo confermano che la maggior parte dei casi sono d’importazione, a Mondragone i bulgari, a Scampia il campo rom i nomadi, a conca della campania la badante venuta da un paese dell’est, a Capaccio, la nigeriana, sul carmine il pasticciere veniva da Milano, poi i casi a san giovanni a piro, ad agropoli e così via.Il vero errore è che quando si va fuori regione, per lavoro, turismo ed altro, bisognava rendere, al rientro, obbligatorio il controllo , con tampone di tutte queste persone rientrate a Salerno. le mascherine, sono d’accordo, vanno utilizzate, ma nei luoghi chiusi o dove ci sono assembramenti, ma per carità non è la causa principale. Prima di diffondere notizie documentiamoci altrimenti si scrivono stronzate

  6. dal 4 maggio NESSUN controllo, solo chiacchiere!!!! nelle piazze affollate fino a notte non si vede NESSUN controllo delle forze dell’ordine (anche quelle poche volte che passano in auto SE NE FOTTONO!!)

  7. Io ho subito un trapianto di rene. Sono stato aggredito in strada da una persona di una certa età perché portavo la mascherina. Ormai il sentimento che circola è questo.

  8. Per i tanti dementi postcovid lovevicienz nostalgici del lockdown almeno dico almeno informatevi dei danni che provoca adesso il virus.Ve lo dico io al massimo la febbre a 37.5.
    Chiudiamo tutto……

  9. Gianburlasco, non fai ridere. Spiegaci, conosci qualcuno che ancora non ha ripreso il lavoro?

  10. Tu secondo me non hai mai lavorato….percettore di reddito di cittadinanza con licenza a scrivere stronzate tutto il giorno?
    🤙

  11. ma che controlli volete? Ma volete sta ai domiciliari a vita? E prima di dare aria alla bocca assicuratevi di aver ricercato dati da molteplici fonti, con una cronologia di tempo che parte da prima del virus e con senso critico reale.

    A salerno durante l’ epidemia di Milano, non venivano fatti tamponi. Quindi non si puo’ dire con certezza che all’ epoca non ce ne fossero. Sono tutte statistiche basate su numeri nemmeno attendibili.

    Il virus girava in Europa da prima della Cina, ed e’ stato ribadito piu’ volte. Ma nessun medico in Europa prima di Marzo ha avuto il dubbio di investigare sull’ influenza con polmoniti. Conosco piu’ persone che hanno avuto sintomi da covid tra gennaio e febbraio, ma i medici non facevano tampone se non eri stato in Cina.
    Autopsie negate e cartelle cliniche sequestrate a cui solo il governo puo’ avere accesso.

    Boom di infetti in un giorno, ma poi se vedi i tamponi sono stati fatti uno a giugno, uno due settimane fa e uno magari ieri.

    Il virus c’e’, esiste ma tutto cio’ che stato fatto fino ad oggi non segue alcun filo logico coerente che miri ad estirpare il virus, ma e’ stato attivato un meccanismo di repressione e distruzione della democrazia occidentale.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.