Si arrampica alla finestra dell’ospedale per vedere la madre ricoverata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Commuove il gesto di un ragazzo palestinese poco più che 30enne che ha voluto stare accanto alla sua mamma, malata di coronavirus, fino all’ultimo giorno di vita. Lo scrive IlGiornale.it

Il protocollo dell’ospedale di Hebron, dove la donna di 73 anni era ricoverata, vietava al figlio di poter stare accanto alla madre.

Figlio non abbandona la mamma malata di coronavirus
Ma Jihad Al-Suwaiti, questo il nome del ragazzo, non si è perso d’animo e, pur di non abbandonarla, ogni notte ha scalato il muro della struttura ospedaliera e ha raggiunto la finestra della sua camera, nel reparto di terapia intensiva. Accovacciato, per sette notti non ha mai abbandonato la sua postazione.

Sempre là, accanto al genitore tanto amato e ormai prossimo alla morte. La storia arriva dalla Palestina ed è stata raccontata dal sito NDTV. Rasmi Suwaiti, la mamma del 30enne, era risultata positiva al coronavirus cinque giorni prima. Già affetta da leucemia, fin da subito le sue condizioni fisiche erano apparse molto gravi e difficilmente si sarebbe potuta salvare.

L’amore puro
Giovedì scorso la donna è morta. Ma fino al suo ultimo giorno, Jihad ha continuato a vegliarla, ogni sera era là, dietro al vetro della finestra d’ospedale e con il suo sguardo amorevole sembrava voler far sentire alla madre che non era sola. Voleva accompagnarla alla morte senza farla andare incontro al suo destino da sola.

Ogni sera Jihad lasciava la sua città in Cisgiordania, Beit Awwa, per arrivare all’ospedale dove la sua mamma stava passando gli ultimi momenti di vita. E si sedeva lì fuori, a guardarla. Il ragazzo ha poi raccontato: “Ero con lei anche nei suoi ultimi istanti di vita, poco prima di vederla morire avevo capito che non c’era più alcuna speranza”.

Il funzionario delle Nazioni Unite Mohamad Safa, venuto a conoscenza di questa dimostrazione di amore filiale, non è rimasto indifferente alla storia e ha voluto pubblicare sul suo profilo Twitter un disegno che dà risalto all’amore puro e vero che solo un figlio può provare per il suo amato genitore.

E viceversa. “Il figlio di una donna palestinese che era stata contagiata dal Covid si è arrampicato fino alla stanza dell’ospedale dove lei si trovava per sedersi fuori e guardare sua madre ogni notte, finché non se n’è andata” le toccanti parole che hanno accompagnato il post del diplomatico Onu.

fonte IlGiornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Eh,, se l’avesse fatto un ragazzo un ragazzo italiano, quel gesto d’amore..specie del sud Italia, la stampa non avrebbe perso tempo per infangarci o addirittura qualche losco nazi-direttore giornalistico ci avrebbe ridicolizzato in TV.. Alla faccia dell’amore universale: IPOCRITI !

  2. Questo dimostra che l’Italia e’ un paese razzista. con gli ITALIANI pero’ qui gli altri fanno quello che vogliono proviamo ad andare nei loro paesi e comportarci cosi’. Ricordo il figlio di un noto personsggio Italiano che fu arrestato in Kenia per presunto spaccio ci vollero non so che per farlo uscire e riportarlo in Italia dopo parecchio tempo qui spacciano alla luce del sole comodamente. Questo e’ il paese della cuccagna per gli stranieri non per noi . Che vergogna.

  3. Ma di cosa state parlando? vi state inervosendo perchè il tizo è palestinese o perchè non è italiano? cosa c’èntra lo spaccio? cosa centra “l’italiano in kenia”? o cosa c’entra il sud italia “se il gesto lo avesse fatto un italiano del sud ci avrebbero infangato”. Siete due poveri frustrati che appena leggono qualche notizia pseudo positiva o negativa su gli stranire si consumano le dita a scrivere maligntà per sfogarsi.

  4. saestero stiamo parlando esattamente di quello che ha detto YouZombie e che voi non capite vista la mente affumicata dal buonismo imposto. Piuttosto dovreste vergognarvi per queste regole assurde che MAi nella storia si sono viste, e che hanno strappato i parenti dalle famiglie senza pietà con la scusa del virus.
    Il frustrato sei tu, perchè queste notizie vengono di volta in volta recuperate in giro per il mondo proprio per quelli come te, per manipolare le menti. Infatti chi legge un giornale di salerno, locale, pensa che lanotizia sia della regione al massimo, e invece è palestinese. Come dire, tutto fa brodo purche si parli di virus mortalissimo e mascheratissimo fino al vaccino per tutti. Non mi aspetto che tu capisca, ma va bene lo stesso

  5. SAestro, scusa ma di cosa parli? Non sono razzista e sono apolitico. Racconto di verità certificate e concrete. Di come funziona il nostro Paese, e tu , di cosa vai raccontando? Frustrati, malignità.. boh! Fai un test, prova ad arrampicarti a una finestra del Ruggi d’Aragona, poi mi fai sapere amuco mio.. sii realista, ste cavolate perbenista non servono..abbi fede.

  6. Ma chi se ne frega se il tizio è italiano o meno…la notizia si centra su un dramma familiare…il vero problema se mai e la spettacolarizzazione del dramma stesso. Quale sega mentale ti sei fatto per arrivare a dire che se il tipo era italiano non avrebbero scritto lo stesso ed in più lo avrebbero sanzionato. Pino guarda…non riprendo nemmeno le parole utilizzate dalla destra come “buonisti” etc etc…sicuramente giornaletti come Salernoimmondizie campa sulle notizie che non scrive e che riporta dalla stampa internazionale questo è vero, io di fatti non entro nel particolare della notizia ma resto sbalordito dai “codici linguistici” impiantati dalla destra in tutti questi anni. Cioè appena leggete una notizia in positivo o negativo che sia su gli “stranieri” subito valanghe di commenti, a te sembra normale? Nel tuo caso è normale che fai polemica su il virus vaccini etc etc su una notizia come questa? scrivi al massimo su un articolo dove trattino l’argomento che a te interessa se proprio vuoi fare polemica.

  7. è evidente che saestero dall’estero non riesce a leggere l’articolo o a capirlo, infatti tutta la questione si basa sull’impossibilità del figlio a vedere la madre malata proprio a causa di queste ASSURDE regole covid. Quindi il virus c’entra eccome, e forse dall’estero il saestero non lo capisce. Resta confermato tutto quanto ho detto, si va a prendere il caso umano in giro per il mondo e se ne amplifica la visibilità all’infinito.

  8. Per SAestero : Evidentemente il povero frustrato sei tu che non riesci a leggere la realtà o probabilmente sei straniero e ti brucia il sederino in questo cASO BASTA un po’ di crema e ti passa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.