Funzionario regionale morto dopo il calvario tra Ruggi e Fucito: salma sequestrata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
E’ scattato il sequestro per la salma del funzionario regionale di origini irpine deceduto qualche giorno fa all’ospedale Cotugno di Napoli. L’inchiesta è scattata – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – a seguito del calvario ospedaliero a cui è stato sottoposto il 63enne, prima ricoverato al Fucito di San Severino per un intervento chirurgico e poi trasferito al Ruggi di Salerno a seguito di una serie di complicazioni post operatorie. Ilo funzionario era malato di Covid-19, ma per la famiglia la morte non è imputabile alla positività, dal momento che il paziente si era negativizzato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.