La Fiadel al Comune: “Salerno Pulita non si tocca, giù le mani dalle partecipate”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
19
Stampa
«Giù le mani dalle partecipate a Salerno». Una presa di posizione netta a favore della cittadinanza, quella della Fiadel, all’indomani del Consiglio comunale in cui si è discusso anche del futuro di Salerno Pulita, società al centro di una lunga battaglia del sindacato. «Abbiamo ascoltato con attenzione l’intervento del consigliere comunale Leonardo Gallo a proposito della partecipata – dichiara Angelo Rispoli, segretario provinciale della Fiadel – Possiamo dire con certezza che se l’intenzione del Comune è fare una replica della Centrale del Latte, allora troveranno in noi e nei cittadini salernitani una fiera opposizione. Vogliamo ricordare che, secondo la legge Madia, è previsto l’affidamento diretto e senza bando di determinati servizi alle partecipate, a condizione che siano di proprietà comunale. Questi parametri sono rispettati da Salerno Pulita». Il monito di Rispoli è contro l’ipotesi di sbaraccare le società partecipate dandole in gestione ai privati. «Possiamo essere d’accordo con la volontà di procedere ad un efficientamento delle attività – conclude – Ma se l’unico obiettivo è massimizzare i costi a danno della collettività, ci troveranno sempre pronti ad opporci e a difendere gli interessi di cittadini e lavoratori».

Fonte: comunicato stampa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

19 COMMENTI

  1. Privatizzare Preferisco un bando esterno dove se un’azienda risultasse inadempiente al servizio il Comune può applicare le penali. Con le partecipante di proprietà del Comune che fa? si autoapplica le penali? come funziona?

  2. nella salerno pulita ci sono tante persone-famiglie che vivono con quello stipendio,ma allo stesso tempo non fanno niente per tenersi stretto quel posticino caduto dal cielo col s.protettore de luca….una mano lava l’altra,salerno e lo dico da salernitano e’ un cesso,non si vedono spazzini se non qualcuno sporadicamente,la raccolta poi e’ ogni 3 giorni il ritiro mischiando organico e indifferenziato,venite in via monticelli e trovate la spazzatura organico della domenica con l’indifferenziato dl lunedi e se va male l’organico del martedi,poi il sindaco napoli altro genio parla di differenziare bene!!!!!!!!!!! purtroppo il padreterno da il pane a chi non ha i denti e’ solo un mangia-mangia che prima o poi finira’.non censurate grazie tante

  3. … ma di conflitto d’interesse non se ne palra? Chi dice la messa è lo stesso che suona la campana!!! E’ normale? I Cittadini devono poter far valere il proprio diritto all’igiene ed a tariffe più basse ed accettabili… qui, si vive in piena dittatura ormai da 5 lustri…!!!

  4. …troveranno nei cittadini salernitani una fiera opposizione?!?! parla a nome della cittadinanza? è stato eletto dai cittadini?

  5. ovvio che resta. Se no come fanno a rubare soldi? E poi a dire che i cittadini sporcano la citta?

  6. Non avete capito, questo è un messaggio che questo personaggio sta inviando all’Amministrazione ed al sig. De Luca: “Comparielli, non vi fate venire strane idee sennò alle prossime (e vicine) elezioni ci regoliamo di conseguenza!”

  7. Si si… la cittadinanza sarà a favore… ma della privatizzazione… qst vive nel mondo… del sindacato!!

  8. Fosse per me aprirei una indagine seria, approfondita e drastica per appurare i giochini fatti con le assunzioni nelle partecipate (vedi trucchetto delle agenzie interinali).
    E sai quante risate ci faremmo……..

  9. E ce credo vogliono toccarla tutta loro con le partecipate parassitarie del comune. Salerno è la città D’Italia dove la tariffa Tari Spazzatura è la più cara di Roma,Milano,Torino,Napoli,Massicelle e D’Italia.I cittadini si domandano:Il Meridione è povero e paga di piùMa perchè il Nord ricco paga meno la tariffa Tari??

  10. Salerno è la città terza in Italia dove si paga di più la Tari (Sole 24 Ore) e la situazione è sotto gli occhi di tutti. Quindi, dopo tanti cambi di AD, ora occorre una sola cosa. PRIVATIZZARE.

  11. Privatizzare subito e cacciare tutti quniti raccomandati che non lavorano. Ricordo al Sig. Rispoli che quando è stata venduta la centrale del latte la nuova proprietà ha trovato stipendi e bonus per i dipendenti fuori da qualsiasi logica. Siamo noi cittadini che vi mandiamo a casa visto che vi paghiamo noi e la citta è una fogna a cielo aperto

  12. ma cosa volete privatizzare? Ma siete davvero cosi poco istruiti?
    Vi hanno venduto la privatizzazione come la soluzione, senza rendervi conto che vi hanno tolto ogni lavoro statale, ed ognuna di queste aziende che produceva PIL per l’ italia ora appartiene ad un privato estero Americano o Cinese, che con i nostri soldi alza il PIL del loro paese.

    Sarebbe una mossa furba ed ad astuta tanto quanto uscire dall’ euro.

  13. E anche BusItalia e CSTP hanno funzionato da aziende private vero? O e’ rimasto lo stesso schifo senza che i soldi vadino nelle casse del comune?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.