Covid a Salerno. Aperitivi e balli di gruppo: ora la media contagio è 47anni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Sempre più adolescenti, 30enni e 40enni in Italia risultano positivi al Coronavirus. A lanciare l’allarme è il dottor Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, centro nazionale per le bioemergenze.

“L’abbassamento dell’età nei nuovi positivi è evidente. Da un lato ci preserva da un incremento di casi gravi, dall’altro deve essere un campanello per invitare tutti a maggiore prudenza”.

L’età media dei contagiati si è drasticamente ridotta negli ultimi 30 giorni, attestandosi ad un valore medio di 47 anni. Il dato registrato ad inizio pandemia era invece di 61 anni.

“Ai giovani dobbiamo chiedere maggiore prudenza, perché per loro le conseguenze sono meno gravi”, continua Vaia, “ma se il virus continua a circolare rischia di raggiungere le persone più fragili. Il tasso di mortalità tra i giovani è molto basso: fino al 30 giugno sono decedute soltanto venti persone al di sotto dei 30 anni. A destare maggior preoccupazione infatti è la fascia di popolazione tra gli 80 e i 90 anni, dove la letalità arriva oltre il 40%.”

L’invito al buon senso non sembra dunque sortire l’effetto desiderato, tra discoteche, tavolini all’aperto, piazze piene e assembramenti. Numerosi fattori hanno contribuito a far abbassare l’età media degli infetti.

“Dovremmo fare attenzioni ai mesi invernali, quando torneremo nei locali chiusi”, avverte Vaia.

Il governo potrebbe ora ipotizzare nuove misure per affrontare il problema movida, che stride con quanto accade nei centri commerciali, negli aeroporti o nelle stazioni ferroviarie. In questi ultimi luoghi mascherine e distanziamento sociale vengono fatti rispettare e frequenti controlli da parte delle autorità vengono eseguiti.

Non sembra però essere così nelle discoteche, nelle quali la prevenzione viene affidata al buon senso dei singoli individui. Anche a Salerno come nel resto d’Italia in quest’estate si organizzano aperitivi a ritmo di musica e balli caraibici su lidi balneari o in location vicino a panorami mozziafiato. Dove si danza, si ride e ci si diverte senza l’ombra della mascherina. E avendo anche, in molte occasioni la faccia tosta di postare video, dirette e foto su instagram o facebook. E in molte occasioni non sono solo i giovani ventenni a esorcizzare il covid. Fa specie che gruppi di 50enni o 60enni quasi incuranti continuano una pazza estate 2020 che di folle ha ben poco….

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Convivere con il virus porta questi risultati , inutile raccomandare sempre le stesse cose, la mamma degli idioti e’ sempre incinta , i ragazzi poi inutile parlarne sono cani incontrollati . Per evitare un macello L estate doveva essere ognuno nel proprio paese , avete fatto i gradassi e a inizi settembre scoppieranno casi ovunque . Il lockdown nn è servito a niente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.