Eboli: nuovi serbatoi idrici per famiglie Madonna del Carmine e San Donato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Approvazione definitiva della Giunta comunale al progetto esecutivo per due nuovi serbatoi a Madonna del Carmine e San Donato. Progetto esecutivo depositato direttamente dall’ASIS. Un passaggio fondamentale, perché adesso ci sono tutte le condizioni per andare alla gara di affidamento dei lavori che significa nuovi servizi per molte famiglie ebolitane.

«Si tratta di un’opera strategica, che metterà fine al disagio di tante famiglie che risiedono nell’area periferica e collinare di Eboli, da Madonna del Carmine e fino a San Donato, che da anni chiedevano la soluzione del loro problema di approvvigionamento e sicurezza – ricorda il sindaco, Massimo Cariello -.

Prosegue la nostra azione tesa a garantire servizi ai cittadini, provvedendo anche alla sicurezza ed alla sistemazione del territorio. I nuovi serbatoi nascono da una stretta collaborazione istituzionale tra Comune di Eboli ed Asis, che darà un servizio essenziale a tante famiglie a cui assicureremo approvvigionamento e condotte sicure per l’acqua potabile».

L’opera sarà realizzata attraverso un cofinanziamento tra Comune ed Asis per circa 640mila euro, con assegnazione dei lavori a carico della società che gestisce il servizio idrico.

«Con il deposito e l’approvazione del progetto esecutivo – spiega il vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Cosimo Pio Di Benedetto –, l’ASIS è pronta ad indire la gara di affidamento dei lavori a breve. Con i nuovi impianti il pompaggio dell’acqua avverrà attraverso due serbatoi già in funzione, per gravità dal serbatoio di San Donato e per pompaggio da quello nell’area di San Cosma e Damiano, assicurando così l’erogazione certa.

L’opera, che sarà realizzata dopo il progetto esecutivo e l’affidamento dei lavori da parte dell’Asis, servirà molte famiglie di Madonna del Carmine, mettendo fine ai disagi degli anni scorsi e garantendo un servizio essenziale ai nostri concittadini. Si tratta di un’opera complessa, sulla quale Comune ed Asis puntano in tema di servizio per i cittadini e per il territorio».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.