La Spagna chiude tutto e l’Italia resta a guardare mentre aumentano i positivi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Il governo spagnolo, di fronte all’impennata dei casi di Covid, ha adottato due pesanti misure di prevenzione: chiusura delle discoteche e divieto di fumo in strada, quando non è possibile rispettare il distanziamento. Oltre allo stop ai locali da ballo, la movida in generale dovrà sottostare a restrizioni: anche i bar dovranno chiudere a mezzanotte. Lo ha annunciato il ministro della sanità Salvador Illa, come riferisce El Pais. Il governo spagnolo ha inoltre disposto il divieto di fumo per strada se non può essere rispettata la distanza di 2 metri. La misura, già introdotta in Galizia e nelle Baleari viene ora estesa a tutto il paese. Nel Paese, ieri erano stati registrati quasi 3.000 nuovi casi in 24 ore, tanto che il ministro aveva convocato una riunione d’urgenza con le autonomie.

L’Italia invece preferisce il compromesso, proprio nel giorno in cui vede crescere ancora il numero dei nuovi casi positivi. Ieri sono stati 574, ci avviciniamo a quota 600. Non c’erano mai stati così tanti nuovi infetti in 24 ore dal 24 giugno. Il dato più alto è stato registrato nel Veneto (127), ma anche la Lombardia sfiora quota cento. E Regioni fino ad oggi sotto controllo, danno segnali di recrudescenza: 45 casi nel Lazio, 44 in Campania, 32 nelle Marche, 16 in Sicilia e 19 in Calabria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. È tutto aperto, unica cosa chiusa sono i cervelli di 4 dementi negazionisti che parlano anche di Dittatura.
    A queste persone insulse gli farei capire cosa è una dittatura, reclutamento obbligatorio in un Covid center…..così vediamo se collegano il cervello al c….

  2. Governo assente,non fa tesoro delle esperienze passate,dopo aver ritardato il lockdown di circa 10 giorni e causato migliaia di morti in più,non sta tenendo conto di quello che sta accadendo negli altri paesi e anticipare misure restrittive per prevenire un’ulteriore epidemia.Purtroppo il peggiore governo degli ultimi anni sta gestendo la peggiore catastrofe.Date maggiori poteri a De Luca se non siete all’altezza.

  3. I tuoi amici hanno accusato conte di liberticidio per aver agito…. . E ora te ne vieni che ha fatto poco… Povera Italia con gente come te

  4. Per la storia l’Italia è stato il paese occidentale che per primo ha chiuso tutto.
    Poi mi viene da ridere ….Salvini fa la conventino dei negazionisti in parlamento per dire che il virus non esiste…..fate pace con il cervello e non fate solo sciacallaggio politico a convenienza, ridicoli!

  5. Mi rendo conto che a volte non sempre pendo le pillole scusatemi se posto idiozie non è colpa mia

  6. Si si chiudiamo tutto. Ma niente stipendi e pensioni e redditi di cittadinanza. Siai

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.