Scuola: la riapertura non è scontata. Giorni decisivi per la decisione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e ordinario di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica di Roma a Il Mattino, oggi in edicola,  dice: «Possiamo e dobbiamo lavorare perché le scuole riaprano, ma è chiaro che se abbiamo una esacerbazione e una crescita dei casi, si riapre un enorme punto interrogativo, perché di fatto in queste condizioni le scuole potrebbero essere fonte di nuovi focolai.  Se i contagi continuano a crescere come stiamo vedendo negli ultimi due tre giorni, c’è un problema serio»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Ci avete rotto, purtroppo si sta annientando l’Italia che lavora e una intera generazione di studenti, perché i ragazzi non vanno a scuola e purtroppo le lezioni on line sono un palliativo che non funziona, almeno per i più piccoli, e i genitori, perlopiù donne, se la scuola non inizia, perderanno il posto di lavoro, si salveranno solo chi fa l’insegnante, che ovviamente spinge per la non apertura così in un sol colpo fa un sacco, resta a casa, potrà fare tutte le faccende, si tiene i bambini e per questo prende anche lo stipendio! Che errore abbiamo fatto nello scegliere un altro lavoro!

  2. Guarda che gli insegnanti precari verranno licenziati e senza naspi in caso di nuovo lockdown. Quindi non vedo tutti questi vantaggi per chi fa l’insegnante…

  3. Ma si, giusto, i professori lavorano già troppo (202 giorni su 365) , io direi di abbassare i giorni Lavorativi a 150. Mi sembra giusto , li ho visti troppo stanchi ultimamente, i 20 giorni a Natale, la settimana a Pasqua, i 2 mesi in estate, troppo , troppo poco di riposo

  4. Un altro genio…
    Guarda che i giorni di vacanza di un professore oscillano trai i 32 e i 36 in un anno.
    Anche quando i ragazzi non vanno più a scuola, ti sorprenderà, noi ci andiamo lo stesso.
    Veramente pensi che ci facciamo 160 giorni di vacanza all’anno?
    Quanto sei platelminto!

  5. Purtroppo la categoria degli insegnanti viene vista sempre male e con un pizzico di invidia per chi non fa questo lavoro,state voi dietro una cattedra a trasmettere conoscenze,spiegare,rispiegare tante volte e aiutare un ragazzo a capire l’importanza della cultura e poi parlate!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.