Rossi ricorda: “Gattuso? Gli dissi ‘che vieni a fare a Salerno?’ Ecco cosa rispose”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Delio Rossi, ex allenatore della Salernitana ai tempi di Rino Gattuso, è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli parlando del possibile cambio modulo dal 4-3-3 al 4-2-3-1. “E’ nelle corde del Napoli giocare col 4-3-3 – le parole di Rossi – poi il modulo dipende sempre dai calciatori che hai a disposizione.

Poi va detto che Rino è un uomo di buonsenso, uno che conosce bene il materiale umano che ha a disposizione, e quindi se ha deciso di puntare su un altro sistema di gioco avrà le sue buone ragioni. Un allenatore cerca sempre di puntare sul sistema di gioco che ti garantisce di avere in campo i migliori calciatori nel loro ruolo più appropriato”.

Il Napoli dovrebbe fare chiarezza su chi scegliere tra Ospina e Meret? “Sul portiere bisogna essere abbastanza chiari, perchè negli altri ruoli gioca chi sta in forma mentre in porta c’è bisogno del titolare e della riserva, altrimenti si rischia di andare in confusione. Il portiere non lo puoi tenere sulla corda, perchè è un ruolo delicato, per sé e per tutta la squadra. Qui bisogna essere categorici”.

Ma da calciatore si vedeva un futuro da allenatore per Gattuso? Delio Rossi svela un retroscena

“E’ una domanda che mi fanno spesso. Rino aveva 19 anni quando l’ho conosciuto. Guadagnava 1 miliardo di lire quand’era a Rangers Glasgow e lo andai a guardare in un’amichevole dell’Under 21 in cui venne espulso nel giro di 7 minuti prendendo due ammonizioni. Poi avevo appuntamento con lui dopo la partita, Rino si presentò con i procuratori Pasqualin e D’Amico.

Io volli parlare con lui separatamente e gli dissi ma chi te lo fa fare di venire a Salerno, quando in Scozia guadagni di più e al primo anno di A siamo a rischio retrocessione? Lui mi disse invece che voleva rientrare in Italia e se la Salernitana gli dava questa opportunità voleva coglierla. Era un Gattuso diverso da quello che poi ha vinto il Mondiale, ma era uno con grandissime motivazioni e con idee chiare fin dall’inizio della sua carriera”.

Fonte: Ilmionapoli.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Figurati che motivazioni aveva delio rossi se la pensava così!!!Visto quello che ha detto a gattuso immagino cosa diceva agli altri calciatori per tirarli su di morale.

  2. All’epoca ci saremmo pure salvati, se non fosse stata colpa del Siberiano e Ciccio Rocco, che fecero tardare di qualche settimana il cambio dell’allenatore con quella sceneggiata Napoletana durante la conferenza stampa del presidente. Delio Rossi doveva mollare prima, e qualche punto in più l’avremmo pure fatto!

  3. X 14:06 avrebbero dovuto farla all’epoca una contestazione contro i due tizi da te citati proibendogli di entrare allo stadio… ma ad uno gli hanno dedicato addirittura la curva sud (pace all’anima sua) e l’altro ancora lo invocano…. ma lasciamo stare va!!!

  4. Quindi tutta la cacca emersa da calciopoli, le risultanze processuali, gli arbitraggi, le varie dichiarazioni intercettate sui campi di calcio, ecc., oltre alla “pasticceria” moggi & C. (con l’innominato e intoccabile che conosciamo bene), non avrebbero determinato secondo voi la nostra retrocessione? Era tutto predeterminato, Delio Rossi poteva andar via anche quel giorno della conferenza di Aliberti, non sarebbe cambiato nulla. Lasciamo riposare in pace i defunti.

  5. Per 05:14 …. la Salernitana quel maledetto anno 98-99 alla fine del girone di andata aveva solo 13 punti …. speranze di salvezza ne avevamo ben poche… è inutile vedere del marcio nel “palazzo” quando il marcio ce l’avevamo noi in casa nostra. Non retrocedemmo a Piacenza, questo è certo

  6. La Salernitana era predestinata alla retrocessione per due motivi: a) la squadra promossa non fu rinforzata a dovere; b) per i debiti che aveva, a Roma avevano già deciso che una delle retrocessa fosse la squadra granata.

  7. siamo retrocessi dopo la bomba carta durante la partita di coppa Uefa non fate finta che non sia successo. La FIGC o LEga Calcio quella figura di merda a livello Europea non l’ha mai digerita
    poi si concordo se avessimo lasciato fare ad Aliberti il presidente ( in tutto il mondo si esonera un allenatore se la squadra va male a Salerno no) lasciando fare l’unica cosa che poteva fare anche a malincuore una possibilità in piu per salvarci c’era
    Alla fine colpa della tifoseria quindi……..

  8. retrocedemmo perchè Aliberti era troppo indipendente ed autonomo il sistema(Moggi) decise che dovevamo retrocedere con la vittoria del Perugia ad Udine alla penultima partita, poi quello che fecero il Siberiano e Ciccio Rocco non ha influito più di tanto.

  9. Si poteva anche retrocedere……ma l’anno successivo non si presenta una squadra con Cala’ Campana e Cardregari…..vi pare….. Con i miliardi ricevuti dal campionato di serie A………. Vedi poi altre squadre retrocesse e risalite l’anno successivo.
    Benevento docet…..

  10. ma cosa ci importa di chi fu la colpa e di come siamo retrocessi?la storia non si fa con i se e con i ma, siamo retrocessi punto. Quel che è peggio è che dopo 20 anni siamo ancora in b con una società di lestofanti e mangiapane a tradimento!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.