Ostia: il bimbo autistico fa le bolle di sapone, la vicina chiama i vigili

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
La lite tra vicini in un condominio è un classico, ma quando c’è di mezzo un bambino, per giunta autistico, è decisamente antipatica. E’ successo a Ostia, in provincia di Roma, dove a scatenare le ire di una donna sono state le bolle di sapone fatte dal piccolo Brando, di 8 anni. La quantità di acqua saponata che colava sul suo terrazzo ha fatto imbufalire la condomina che prima ha fatto mandare una lettera dall’avvocato e poi ha allertato la polizia locale.

Una passione, quella per le bolle, che accompagna il bambino da sempre ma che si è sviluppata soprattutto nel periodo del lockdown, quando, senza la possibilità di uscire di casa, è diventa un modo come un altro per evadere con la fantasia. Il problema si è innescato per una certa quantità di acqua colata sui balconi sottostanti.

“Purtroppo durante l’emergenza Covid Brando ha iniziato a essere ogni giorno sempre più triste così ho dovuto fargli fare più bolle di sapone del dovuto – ha raccontato la mamma del bimbo intervistata dal “Messaggero” -. Molte bolle, però, non vanno lontano ma cadono giù dalla condomina del piano terra”. E qui iniziano i guai. La vicina appare tutt’altro che accondiscendente e si lamenta per quell’acqua saponata che le sporca il terrazzo rischiando pure di farla scivolare. Prima fa inviare una lettera a firma del suo avvocato, poi dedica di chiamare la polizia municipale che esce per un controllo. La cosa si risolve per il momento con un’ammonizione ma se non si risolverà il problema entro una decina di giorni scatterà la multa.

“È anche una questione di dignità – conclude mamma Francesca, – quelle parole, l’arrivo dei vigili urbani mi hanno umiliata. Mi sono sentita come se io e mio figlio fossimo dei criminali”.

Fonte TgCom24

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Brutta situazione, tuttavia bisogna mettersi anche nei panni degli altri… La signora al piano terra rischia di scivolare oltre ad avere sempre sporco il suo terrazzo. Non vorrei essere nei panni di nessuna delle due donne.

  2. beh il bambino è autistico e va capito, ma la signora del piano di sotto, magari anziana, rischia di scivolare e farsi molto male. mi spiace ma per quanto il bambino vada compatito, bisogna rispettare comunque gli altri. la signora ha ragione in questo caso

  3. @Mauro andrebbe vista prima questa quantita’ d’ acqua. Visto che dubito che delle bolle di sapone possano formarne cosi tanta…
    come chi si lamenta di musica alta a caso..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.