Riapertura scuole in Campania. De Luca, appello ai prof: “Fate il test sierologico”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
De Luca durante la sua diretta facebook parla anche della situazione regionale della riapertura delle scuole: “L’Anci mi chiede di posticipare l’apertura dell’anno scolastico. È un problema di grande complessità, abbiamo un dovere di mettere in campo unità e spirito di collaborazione. Se c’è un campo dal quale dobbiamo espellere la politica politicante è questo, insieme alla sanità. Abbiamo registrato nelle scorse settimane da parte del ministero dell’Istruzione faciloneria e superficialità”.

“Il problema dell’apertura della scuola – continua il Governatore – deve impegnare tutte le istituzioni e tutti i cittadini, ma dobbiamo fare i conti con la realtà. Abbiamo riscontrato un eccesso di faciloneria e superficialità del Ministero della Pubblica Istruzione. Irresponsabile aprire il 14 settembre e mettere le elezioni una settimana dopo. Abbiamo deciso di non posticipare in Campania solo per non essere esclusi dalle forniture di banchi nuovi e di test per il personale.”

“E’ impensabile che la mattina siano le famiglie a misurare la febbre ai figli prima di andare a scuola. Per questo stiamo comprando 1.500 termoscanner con cui dotare le scuole. Magari introdurremo ingressi scaglionati per facilitare questi controlli all’entrata di ogni plesso scolastico”.

Poi l’appello ai professori: fate il test sierologico

“Faccio un appello al personale scolastico – dice – che ha già dato prova di eccezionale responsabilità. Chiedo ai docenti di fare uno sforzo, di sottoporsi tutti al controllo sierologico, a cui dovrà fare seguito poi un controllo con il tampone”. Il calcolo del presidente della Regione uscente è questo:

“In Campania – ha spiegato – abbiamo 200mila dipendenti nelle scuole pubbliche e private: se abbiamo una media del 10% di persone positive, sono 20mila persone positive; con la media del 5% di contagi sono 10mila persone. Parliamo di numeri importanti. Se vogliamo dare sicurezza alle famiglie dobbiamo garantire che il personale sia stato controllato”.

Secondo De Luca non è possibile aprire le scuole avendo una percentuale elevata di personale scolastico che non si è sottoposta al controllo dal punto di vista dell’epidemia Covid. “Verificheremo la prossima settimana qual è la percentuale del personale scolastico che non si e’ sottoposta al test sierologico, poi valuteremo”, ha aggiunto.

Sul fronte trasporti scolastici, la prossima settimana la Regione Campania convocherà una riunione col mondo dei trasporti. In campo l’ipotesi di una convenzione con il mondo del trasporto privato per assicurare un numero maggiore di mezzi al trasporto scolastico.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. La scuola sia aperta anche di sera. Anche io ho fatto le serali e mi sono diplomato. In classe con Runner

  2. il termoscanner è la stronzata del secolo per due ordini di motivi
    a) molti ragazzi possono essere asintomatici e positivi
    b) la febbre puo essere sintomi di altre patologie
    ERGO l’unica cosa seria da fare sono i tamponi a tutti non solo a docenti
    Quanto alla faciloneria del Ministero della Istruzione mi dovete spiegare cosa avete fatto negli ultimi 6 mesi perchè per mettersi in regola il tempo c’era , i banchi monoposto addirittura si vocifera, da verificare, che arriveranno non prima di ottobre quanto alla sanità siano le indagini a parlare

  3. Sono sicuro che, dopo questo appello, se lo faranno tutti. È un dovere civico. Tenetemene uno da parte, sto arrivandooooooo

  4. Sinceramente da docente preferivo fare un tampone per vedere una reale positività…il sierologico non ci dice se c’è una positività in corso se non hai sviluppato gli anticorpi….quindi si potrebbe essere positivi ed andare a scuola positivi con un sierologico negativo….. ergo non serve a niente

  5. Il mio medico mi ha detto che questi test possono dare falsi positivi e falsi negativi. Quindi? E poi a che serve se non lo fanno tutti, alunni compresi?

  6. Per docente il sierologico valuta i due tipi di anticorpi anche quelli per il virus in corso di positività. forse si confonde con il test rapido e comunque sta risultando un’ impresa farli dal medico di famiglia o in asl, quindi per il bene di colleghi e alunni lo farò a mie spese.

  7. Il prelievo, doppia estrazione venosa, configura le igM alte come recente infezione quindi verosimile positività ancora in corso ( positività intesa non come possibile fonte di ulteriori infezioni), mentre le igG ne conclamano la pregressa esposizione. Secondo me, e tanti altri medici a questo punto, con contagi alti, che che se ne dica sui media, sarebbe più opportuno fare il sierologico abbinato al tampone. Comunque scelta saggia da parte della Regione in previsione delle riaperture degli istituti scolastici

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.