Salerno, Parco del Mercatello: sversamenti nelle acque, nessuno controlla

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Il venticinquenne Giuseppe Giliberti, dottore in Scienze politiche e relazioni internazionali, amante della natura non è immune alle quotidiane barbarie che si esibiscono tutti giorni nel salernitano.

Tra i pochi attivisti appassionati denuncia oggi l’inquietante quadro che si nasconde dietro il nostro Parco del Mercatello. Cosa sta accadendo al Parco?

“Il Parco del Mercatello negli ultimi anni sta vivendo – si legge su Le Cronache oggi in edicola on line – un lungo e lento processo di degradazione. Tutti quelli che erano gli impianti pensati per il cittadino quindi, fontane, aree picnic, spazigioco hanno subito atti di vandalismo e più in generale di usure che non sono mai state sanate. Tra le due zone del Parco ne abbiamo una alberata con i tavoli divisa da un’altra zona con un sistema di tre ponti.

Due di questi sono chiusi da più di un anno. Inoltre in questi giorni si rileva la presenza di scarichi nelle acque che percorrono lo spazio verde. Il fiumiciattolo che attraversa il parco Mercatello mostra un anomalo colore verde il giorno del 25 di agosto, da allora l’acqua è sempre sporca e torbida e chi come me vive e frequenta il posto sa che usualmente non è così in periodi senza precipitazioni!

Chi avrà sversato cosa? Questo non ci è dato saperlo.Ciò che è evidente sono le alghe verdi che rendono l’ambiente tossico e allontanano i cittadini per l’odore nauseabondo.” Quali conseguenze si avranno? “È chiaro che queste gravi circostanze non manifestano solo dimenticanza ma anche disinteresse per l’area del Parco del Mercatello. Tutto ciò si ripercuote sulla flora e sulla fauna. È stato registrato infatti un alto numero di rane, uccelli e molte ghiandaie che ormai fuggono dal contesto urbano.

L’incuria delle strutture responsabili incentiva le persone a continuare verso atteggiamenti del genere. Si sa che un posto mal curato viene dimenticato sempre di più e si entra in un circolo vizioso di trascuratezza e sconforto per chi ama la propria città. Così uno dei pochi spazi disponibili viene abbandonato dalla parte più attiva della cittadinanza che comprende i Giovani (studenti, sportivi) che vorrebbero esprimersi all’interno del Parco ma riescono a farlo sempre meno.”

A chi rivolgersi per parlare di un progetto che salvaguardi i preziosi spazi pubblici? “Ad un’Istituzione che è assente, quindi a nessuno anche perché queste ultime nel salernitano non rispondono alle PEC che sono gli strumenti grazie ai quali si avrebbe uno scambio per poi aprire un dibattito serio rispetto il futuro degli spazi pubblici di cui si deve avere cura e non abbandonare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Per me, la data di inizio dell’abbandono del parco del Mercatello é la primavera 2015, quando, bellamente, l’allora sindaco pro-tempore, concesse l’accesso ai cani nei parchi pubblici.Da li solo abbandono.L’unica fortuna, é che la manutenzione ordinaria e la pulizia é affidata ad una cooperativa, i cui addetti sono presenti e lavorano quotidianamente altrimenti grazie a quella scellerata scelta, ci troveremo il parco pieno di feci di cani, come i marciapiedi delle strade dei quartieri attorno. Sollecitato, l’assessore preposto (al tifo della Salernitana), propose una attività di moral suasion da parte di normali cittadini, presso in proprietari che lasciavano fare ai propri cani i bisogni nel parco:una idea, quella della moral suasion, che qualche anno dopo, il loro mentore avrebbe definito( in relazione agli assistenti civici per il covid), con i termini adatti.Ma giugno 2021 si avvicina, e alle amministrative, si votano le persone.

  2. manca un serio controllo del territorio: spazzatura lasciata per mesi in varie zone, verde pubblico trascurato (necessita seria bonifica scendendo da via laspro a via calenda), i padroni cafoni dei cani che fanno defecare ovunque senza pulire, inoltre necessitano parcheggi sui rioni alti,ecc
    se i vigili urbani sono spariti, incaricate qualche dipendente a girare per la città munito di telecamera e macchina fotografica, necessitano poche ore al giorno per mostrare alla giunta il totale abbandono di salerno.

  3. Infatti e noi dobbiamo andare a votare queste persone che non hanno fatto nulla per tutelare l’ambiente che ci circonda, il nostro mare ecc. Questo perché bisogna colpire ed inimicarsi molti dei loro elettori principali e questo non è cosa buona. Invece se uno inprontasse il proprio programma realizzando anche ciò, colpendo questi delinquenti ambientali con il carcere e il sequestro dei beni si potrebbero guadagnare molti più elettori seri.

  4. scusatemi ma centra la salernitana? no? e allora a salerno chi se ne frega, l’importante è il calcio, o mar e o reddito di povertà.

  5. Concordo,tutto il verde a Salerno étrascurato,dalle aiuole a quei pochi parchi che abbiamo

  6. Il parco del mercatello sarebbe il più grande del sud italia??? Hauahuauuauauaua…forse chi lo ha scritto non si è mai mosso dal paese.
    Bah…comunque l’assessore di riferimento facesse qualcosa, le elezioni sono prossime!

  7. la cultura della manutenzione non esiste non solo a Salerno , ma in buona parte del SUD, costa, non viene fatta bene, non ci sono associazioni che potrebbe essere di supporto ad iniziative educative al rispetto dell’ambiente, e ciliegina sulla torta oltre 600 persone addette alla cura del verde a Salerno di cui non si sa…. che fine faranno …. boh attenzione tutto questo ha unico filo conduttore, non pensate che la situazione fosse migliore con altro sindaco, perchè lo schifo dura da anni …. controlli zero per concludere

  8. Politici e politicanti, che cos’è ora non vi interessa più le città di Salerno? Palazzo Santa Lucia fa dimenticare Salerno? Dove sono i vari Fiato sul collo e città Europea? Il primo sta pensando a che maglia indossare dopo il 21? L’altro si sta preoccupando di altro? Abbiamo bisogno di persone che ci rappresentino, non che ci usino come biglietto da visita per sedersi su poltrone più ambite. Salerno è Salerno non può essere una città di passaggio ma deve essere un arrivo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.