Tifosi: post sui social di Ciccio Rocco, “Ma di cosa vogliamo parlare?”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
35
Stampa
“Ma di cosa vogliamo parlare…di categorie..di magliette..di palloni… ma levatevi dai c*******…alzatevi in piedi ed applaudite…signori e signori gli ULTRAS della SALERNITANA 1919!!!”. Con questo messaggio – chiaro ed inequivocabilepostato sul proprio profilo social anche lo storico capo ultras della Curva Sud Ciccio Rocco scende idealmente in campo nella protesta che molti supporters, stanchi e delusi per gli ultimi campionati, stanno attuando contro la proprietà di Lotito e Mezzaroma.

Nell’immagine caricata a corredo del Post su Facebook la coreografia dei 10mila tifosi al seguito messa in atto nell’intervallo della gara d’esordio in massima serie del 1998 quando la Salernitana iniziò all’Olimpico contro la Roma il suo campionato di Serie A.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

35 COMMENTI

  1. X ancora, centro storico etc.( E’ la stessa persona) Allora Ciccio Rocco è responsabile anche della tua stupidità oltre di quella che lanciò la bomba carta, e della sceneggiata che fece Aliberti ,degno del miglior Merola.

  2. Chi discute Ciccio Rocco può fare domanda per la 104 perché ha chiaramente profondi problemi mentali….. Ciccio non ha bisogno della mia difesa ma a chi lo accusa di aver vissuto un periodo d’oro della Salernitana ricordo che era a capo della curva Nuova del Vestuti da metà anni 80…..anni in cui stavamo nella merda, con presidenti incapienti e squadre che partivano per vincere il campionato e poi puntualmente si salvavano per il rotto della cuffia.

  3. Ciccio un fenomeno delle curve si può paragonare tra virgolette a Cristiano CR7 del calcio unico inimitabile.

  4. x zona orientale….
    a menare schiaffia a nocera, siena, caserta, taranto coi pulcinella fc negli autogrill etc etc c’eri?
    a me risulta che ultimamente (parlo di almeno 10 anni) gli schiaffi si stanno solo prendendo….
    all’epoca pure si prendevano….(come nel codice non scritto) ma si davano 3 volte tanto…
    c’è gente che è stata capace di perdere pezze finite in mano ai casertani….di cosa vogliamo parlare…
    Per chi ha vissuto quegli anni oggi nessuno può definirsi ULTRAS a Salerno….fattene una ragione pure tu…
    ULTRAS è anche coesione tra gruppi (anche se la si pensa diversamente) e il rispetto si guadagna sul campo e non con coltelli e VIOLENZA (cosa che purtroppo si fa anche in curva tra tifosi della stessa squadra).
    Quando qualcuno di questi gruppi (senza offesa) sarà capace tra 200 anni di portare tanta gente in trasferta (la serie A c’entra poco) e di far vedere foto del genere ne riparliamo….

  5. il livello della tifoseria attuale è identico a quello dell’attuale dirigenza; come ha scritto Ciccio: Ma di cosa vogliamo parlare ?!?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.