Scontro prof-De Luca sui test obbligatori: “Non siamo dipendenti della Regione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
L’obbligatorietà dei test anti Covid per il personale scolastico, come era in qualche modo anche prevedibile, sta scatenando più di qualche polemica, ma soprattutto molte perplessità di natura giuridica in Campania. Per alcuni ci sarebbero delle lacune normative – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – nell’ordinanza firmata dal governatore De Luca: il personale scolastico, essendo dipendente dello Stato, non ha l’obbligo di seguire decisioni ordinate dalla Regione. Graziano Forlani, coordinatore provinciale Federazione Gilda-Unams di NapoliFla definisce «un’ordinanza complessa e per vari motivi. Il principale è che essendo i docenti dipendenti statali e non regionali vi è insito un conflitto. La Regione non ha competenze, e per esserlo avrebbe dovuto coinvolgere indistintamente tutti i cittadini della Campania».C’è pero da dire che sono rari i casi di i docenti contrari agli screening in sé. In tanti, invece, segnalano problemi di prenotazioni o invocano controlli periodici non solo al personale scolastico ma anche sugli studenti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Ma rendetevi conto qui comanda De Luca e basta. Non c’è lpo stato centrale ma solo De De Luca

  2. Scuola, media presenze giornaliere singolo Istituto: personale docente ed Ata 100-150, alunni 900-1.000. I primi faranno i test e i secondi? Domanderei a De Luca, se non fa demagogia elettorale, chi è il soggetto più a rischio contagio, e alla sua diffusione, il personale acolastico adulto o gli alunni?

  3. Spot elettorale e nulla più. Se ho ben capito i docenti hanno l’obbligo, che gli impone De Luca non si capisce a quale titolo non dipendendo dalla regione ma dal miur, mentre gli alunni possono tranquillamente entrare in classe e asintomatici o meno essere liberi di infettare chiunque. Se i docenti devono tutelarsi e tutelare alunni e famiglie facendosi il test non si capisce perchè questi ultimi non debbano fare altrettanto per tutelare i loro insegnanti e le loro famiglie.

  4. Fa specie sentire queste cose, lo stato deve tutelare gli studenti le famiglie e gli stessi professori.
    Il test deve essere obbligatorio e non puo essere deciso dal ministero dell’istruzione che pure deve farsene carico ma direttamente dal ministero della salute e dallo stato. Poi solo in italia per le competenze e le decisioni piu semplici e logiche ci vuole il consiglio di stato.

  5. appunto, siete dipendenti di Stato e dovreste dare l’esempio alla comunità sottoponendovi per primi a test e tamponi….poi dicono che ci schifano tutti

  6. ahahha sanno che ci sono docenti che vogliono fare il test perché arrivano le lamentele per le prenotazioni! sempre arrafazzonati italian style. quindi da un lato ce chi non le vuole fare e da un altri chi le vuole fare ma non ci riesce perché come al solito a parole tutto si fa ma a fatti fate schifo. che ridere

  7. a quelli che dicono anche gli studenti devono farsi i tamponi ma vi rendete conto di cosa dite? in Italia ci stanno 8 milioni di studenti, e ad oggi si fanno massimo 100mila tamponi al giorno, ergo ci vorrebbero 80 giorni sono per fare una singola passata di tamponi a tutti ed escludendo tutto il resto degli italiani. Si è semplicemente scelto di essere ancora più prudenti facendo almeno ai docenti ed al personale i tamponi, era meglio non fare i tamponi a nessuno?

  8. Non confondete i professori con il comunicato di una voce sindacale,

  9. I docenti possono fare il test sierologico all’USCA di Lancusi, senza prenotazione. Il tutto in pochi minuti. Bisognerebbe farlo fare anche agli alunni…

  10. PER GIOVANNI
    HAI RAGIONE 8 MILIONI DI TAMPONI E’ IMPOSSIBILE MA E’ POSSIBILE CHE IL PERSONALE SCOLASTICO FACENDO I TEST E’ NEGATIVO E UN SOLO STUDENTE NO E TORNIAMO AL PUNTO DI PARTENZA L’UNICA SOLUZIONE NON UN GRAN CHE E FARE TEST A CAMPIONE PER GLI ALUNNI COME PROPONE IL MINISTERO SEMPRE MEGLIO DI NULLA

  11. ancora mi dovete mostrare la VALIDAZIONE di TUTTI i test in uso che vengono usati per giustificare questa farsa della pandemia che ha chiaramente altri scopi. Basta vedere quante leggi incostituzionali, DEBITI e spese pazze, stanno facendo con questa scusa. Senza contare poi che, sia con i casi di Marzo (tanti) sia con quelli di luglio (praticamente nessuno) la supposta “emergenza” non è MAI finita, perchè sempre c’è stata la scusa del “potrebbero tornare”!
    Ah i “casi covid”! quelli per nulla paragonabili a quelli dell’influenza normale – 8-10milioni a stagione nella sola italia! mentre oggi siamo a 270000 da gennaio!
    Deluca sta facendo SOLO propaganda politica e sta sfruttando questo virus per puri scopi elettorali, in tanti lo stanno capendo, anche suoi elettori, e io sono stato uno di loro alla Regione. PENTITO.

  12. Nessun problema a farlo, anzi totale disponibilità…ma se il mio medico di base chiede 60 test e gliene portano 25…e non posso andare a perdere mezza giornata a Fisciano….come devo fare????
    Perché l’Asl non va nelle scuole e nei plessi e risolviamo il problema??

  13. X 12.58

    Se un ragazzo è positivo si gestisce l’eventuale focolaio, compagni e prof in quarantena, nel mentre milioni di altri studenti regolarmente frequentano, non si torna daccapo

  14. Caro professore attento alle idiozie, tutti siamo pagati dallo Stato non solo i professori eccetto gli autonomi ovvio. Vi ricordo la Sanità, le ferrovie i pensionati ecc.ecc se volessimo ascoltare tutti le sue parole.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.