Amalfi, ipotesi contagio e bar chiuso: titolari bersagliati ingiustamente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Una lettera a firma di Giuseppe Dipino, amministratore delegato della Sirena Srl/Dogi Srl società che gestisce il noto bar “Blu Sirena” di Amalfi è stata inviata al noto sito il Vescovado che l’ha pubblicata sul proprio sito. Nella nota, l’imprenditore amalfitano mira a fare chiarezza al fine di smorzare il chiacchiericcio di questi giorni innescatosi sull’attività che rappresenta, minandone la buona reputazione.

Ecco il testo

Solitamente non amo esternare le mie considerazioni sia da amministratore delle società che rappresento che da cittadino, purtroppo si sono verificate determinate circostanze che mi hanno profondamente amareggiato.

E’ facile parlare senza conoscere i fatti: questo è Amalfi oggi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Giorno 04/09/2020 un dipendente a carico della società Sirena s.r.l. è venuto a conoscenza che un suo amico di Positano che frequenta regolarmente i locali della movida amalfitana era risultato positivo al Covid19. Il sottoscritto da buon padre di famiglia nella stessa giornata di venerdì senza essere obbligato dagli enti preposti invitava tutti i propri dipendenti a sottoporsi al test sierologico sostenendo tutti gli oneri del caso. I risultati dei test confermavano la negatività di tutti ad eccezione di uno che necessitava “solo per scrupolo” di ulteriori indagini che ribadivano una volta ultimate, come era lecito attendersi, la negatività al Covid-19.

Preciso ancora una volta che l’azienda non è mai stata sottoposta a chiusura preventiva ma in piena collaborazione con gli organi competenti ha attuato le procedure previste dal protocollo aziendale delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro e delle ordinanze regionali.

La società, in tutto il periodo di osservazione, si è prodigata nell’assistenza quotidiana di uno dei dipendenti che per motivi di lavoro soggiornava ad Amalfi, non ricevendo la solidarietà di alcuno amalfitano, anzi è stata bersagliata da critiche gratuite e da cattiverie ingiustificate. Ancora una volta le società da me rappresentate, sono state infangate gratuitamente, da chiacchiericcio becero e insulso mosso probabilmente da invidia come avviene ormai da anni senza alcun motivo.

Ancora oggi nonostante sia palese la totale negatività al Covid dei dipendenti della nostra società, si continua a speculare senza alcun ritegno sull’accaduto. Il nostro comportamento sia di esempio a tutti, considerato che ancora una volta la coscienza di alcuni ha agito in modo diverso anteponendo i propri interessi economici a dispetto della salute dei dipendenti e della clientela.

Dopo il Covid si sperava di essere tutti più “buoni”, ma è stata solo una pia illusione!!!

Giuseppe Dipino Amministratore Sirena Srl/Dogi Srl

Fonte Il vescovado

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.