Cagnolina Chicca, venerdì 18 settembre 2020 udienza in Corte d’appello

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Si apre un altro capitolo nella triste vicenda di Chicca, la cagnolina che, a febbraio 2017, fu massacrata a calci nel quartiere Pastena da chi avrebbe dovuto amarla e proteggerla. Dopo una serie di rinvii e sit-in, il procedimento giudiziario, iniziato a maggio 2018, oggetto di continui slittamenti dovuti a motivi sempre diversi, alla nona udienza arrivò a conclusione, ovvero ad aprile 2019, quando il responsabile di questo ignobile atto, Antonio Fuoco, fu condannato ad un anno e nove mesi di reclusione per maltrattamento ed uccisione di animali.

Il giudice Paolo Valiante accolse la costituzione di parte civile di tutte le associazioni che ne fecero richiesta, sia nazionali che locali, aventi un collegamento con il territorio. La condanna a ventuno mesi, anche più dei sedici chiesti dal pubblico ministero, rappresentò un verdetto esemplare, con pochi precedenti in materia.

Infatti, malgrado la riduzione che gli spettava per aver scelto il rito abbreviato, la pena fu comunque considerevolmente aumentata in quanto il soggetto era recidivo. Un mese dopo, il legale di Fuoco presentò ricorso e, a distanza di circa un anno, è stato fissato il giudizio in appello previsto la mattina del prossimo 18 settembre, sempre presso la Cittadella Giudiziaria di Salerno.

Dunque, mentre i legali delle associazioni animaliste saranno in aula in camera di consiglio (in quanto rito abbreviato), rappresentanti di DPA Onlus, Animalisti Italiani, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, OIPA, ANPANA, Dalle Zampe al Cuore – Associazione Zoofila Rocchese, Gli Invisibili di Mamma Anna, Una Zampa per Amico, Ti salvo con il cuore – Associazione Animalista Sarnese, Associazione 4 Zampe For Ever, Qua la Zampa! San Marzano ed Associazione Zoofila Nocerina, saranno presenti con un sit-in nello spazio antistante la Cittadella Giudiziaria, provvisti di striscioni, cartelloni ed un fiocco rosa intorno al braccio in ricordo di Chicca, diventata simbolo di tutti gli animali vittime dell’uomo.

Quella di venerdì prossimo è una fissazione dell’udienza molto rapida rispetto a quelli che, normalmente, sono i tempi medi previsti, e che fa ben sperare. Infatti, malgrado l’esiguità delle pene che in generale prevede il nostro ordinamento e che devono sicuramente essere inasprite, la sentenza di primo grado, che auspichiamo venga confermata in appello, oltre a fungere da importante deterrente, ribadisce l’importanza di denunciare sempre tutti gli episodi di violenza nei confronti degli animali. La cittadinanza è invitata a partecipare al presidio, con l’auspicio che la Magistratura confermi un forte segnale di condanna verso tali gesti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Sicuramente dispiace, però adesso basta con sta cosa. Stà morendo gente per questo maledetto COVID è ancora a spendere soldi per processi inutili ma per favore.

  2. le avete viste le foto di quella cagnolina????guardatele bene.
    Ora togliete l’mmagine della cagnolina e sostituitela con un neonato, cosa pensate ora?..
    La bestialità va’ punita sempre, ovviamente era un cane e la pena sarà minore, ma secondo voi quella specie di essere umano avendo un bambino sotto i piedi avrebbe fatto differenza?
    Riflettete prima di parlare

  3. x la fogna 18e57, le hai viste le foto della gente morta per omicidi vari o incidenti colposi? guardale bene e poi parli, perchè per quelli ci sono processi in corso da decenni: per te sono morti che non contano giusto?
    Senza contare poi la fesseria che se uccidi un cane uccidi pure un bambino, da quale gabinetto l hai tirata fuori? Quindi secondo le vostre menti al macero, i dipendenti dei macelli sono tutti degli assassini di bambini e da arrestare, giusto? Mi chiedo che c’avete nel cervello, Rifletti tu prima di parlare.

  4. Gli animali sono esseri indifesi e più deboli e vanno protetti.
    Anche fra gli uomini ci sono elementi non in grado di difendersi da altri uomini più potenti.
    Vi saranno soprusi ed una società ingiusta sino a quando non si tuteleranno i più deboli di ogni specie.
    A chi non condanna mostruosità del genere, auguro che un giorno le possano ricevere su loro stessi.
    È l’unico modo per far capire a chi non ha nè cuore nè cervello.

  5. x rick ore 20.29, la bestialità gratuita ed immotivata va sempre condannata, tanto è vero che l’imputato ha avuto la condanna o sbaglio????poi che centrano gli incidenti, gli omicidi e la gente che lavora ai macelli???Forse sei conoscente dell’imputato perciò ragioni così.Impeto d’ira (tesi difensiva), appunto se fosse stato il figlio o qualche altro innocente capitatogli a tiro, l’impeto d’ira si sarebbe arrestato???…Mha certi commenti di parte mi lasciano basito, fuori da ogni logica razionale.

  6. faccio notare la vera anima dei perbenisti, animalisti, pacifisti e nonviolenti: Giuseppe! Mentre si sbraccia a difendere il cane, augura alle persone di ricevere la stessa violenza e di essere uccise, vero?
    Ecco la vostra vera anima pacifista. Siete da manicomio, se non fosse per certa stampa che vi dà risalto, a voi e a certe notizie. rick ha chiaramente ragione sul discorso del macello, se ne uccidono a migliaia ogni giorno di animali, e il fatto che siano “da compagnia” è solo relativo: io avevo un’anatra e un coniglio, e per me erano da compagnia, morti naturalmente, ma nei macelli se ne uccidono a migliaia al giorno. Di cosa parlate?
    Siete solo ipocriti. Quella condanna per quell’uomo ci può stare, ma tutto questo teatrino e dei tribunali occupati per ANNI sinceramente no. Ci sono migliaia di persone che aspettano giustizia per omicidi e gravi vessazioni subite, per le quali non c’è mai un giudice e un processo che termini in pochi mesi..
    Idem per Ciro, la logica razionale purtroppo sei tu a non averla. Gli animali sono uguali? TUTTI? OK! sono d’accordo, ma che sia per TUTTI, appunto! Voi invece fate discriminazione.
    Ultimo esempio: in Cina i cani sono commestibilissimi, per loro è normale, mentre in India non permetterti di mangiare una mucca! e nel mondo islamico il maiale è intoccabile.. Quindi? il tuo mondo è l’unico possibile?

  7. qui non si giudica se gli animali hanno lo stesso diritto degli esseri umani, quello lo lasciamo alle associazioni varie, qui si giudica la bestialità con cui è stato commesso l’atto e solo di quello si parla, tralasciando tutte le ingiustizie del mondo che servono solo come scusa ai deboli per rafforzare i loro convincimenti. QUI SI PARLA DI UNA BESTIA CAPACE PER UN IMPETO D’IRA DI SCHIACCIARE A CALCI LA TESTA DI UN CANE?? RIPETO L’IMPETO D’IRA NON SI FERMA DAVANTI A NULLA ECCO PERCHè SI CHIAMA COSI’. Ha ragione chi dice che se sotto i piedi non gli fosse capitato un cane ma chiunque, non avrebbe fatto differenza doveva sfogare la sua rabbia tutto qua. Ora resta pure della tua convinzione e spera nella tua vita di non capitare a tiro di qualcuno che ha un “impeto d’ira”.

  8. ma è possibile che chi commenta in questo forum non si prenda la briga di andare a capire la tesi della difesa in sede giudiziale..(impeto d’ira = Moto violento incontenibile di abbandono della volontà a un comportamento non governabile con la ragione) cosa c’è da commentare a favore del personaggio. La civiltà per noi umani è quella, usiamo la razio sempre non l’istinto.Quindi chiunque non agisca da essere umano è indegno di questa parola e quando commette reati va condannato punto. Cosa c’è da capire

  9. Ciro, sei fuori. Quindi secondo te in un macello, con calma e senza il tuo caro “impeto d’ira”, sparare a un cane (in cina) o un maiale, una mucca, o decapitare un coniglio, un pollo, etc, è normale perchè non c’è impeto d’ira? mahhh
    E poi che c’entra “se mi capita uno con impeto d ‘ira”??? se mi fa qualcosa ne risponde per quello che fa, lesioni, tortura, tentato omicidio, omicidio etc secondo i casi e la legge..
    Qeusto non vuol dire nulla rispetto a quanto detto sulla vostra ipocrisia!
    Infatti la vostra ipocrisia vi fa fare gli struzzi per le migliaia di animali uccisi ogni giorno, purche non sia cane o gatto! Per voi un maiale o un pollo o un coniglio puo soffrire senza problemi, purche VOI non lo guardiate, vero???
    Complimenti vivissimi. Siete al top della suscettibilità e manipolabilità mediatica.
    E con questo non sto dicendo che è giusto uccidere cani a caso, chiariamo per i dementi abituati a ragionare con i likes su fb..

  10. azz. ma allora Pino si proprio stupido, lo capisci o no’ che i commenti precedenti parlano del gesto e non delle vittime? continui con i tuoi deliri a 360 gradi ma lo capisci o no che si parla della brutalità gratuita con cui questo essere ha agito che merita condanna si o no…mettiti gli occhiali e leggi bene quello che dicono i commenti prima di farneticare.

  11. lorenzo qua lo stupido sei solo tu e i deliri sono i tuoi, pino ha fatto un ragionamento semplicemente logico e razionale, tu no. lo vuoi capire che la brutalità gratuta di cui tu straparli a vuoto è una scemenza? secondo te quindi, come detto da pino, uno che uccide dentro a un mattatoio come uccide? senza brutalità? ah già, poi visto che viene pagato allora non è gratuita, mi hai convinto ! bravissimo, 1 premio ipocrisia 2020

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.