Striano, sequestrato opificio dai Carabinieri. Sversava tossicità nel Fiume Sarno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Agroalimentare e Forestale di Napoli hanno controllato un opificio nel comune di Striano. L’azienda si occupa del trattamento di “zincatura”, con un impianto composto da vasche, all’interno delle quali avviene la fase di lavaggio di oggetti e materiali trattati.

La vasca, però, era collegata ad una tubatura in un bacino fuori terra. Dai controlli, i Militari hanno accertato che le acque, anziché essere riutilizzate nell’impianto di filtrazione già presente, confluivano nella fogna pubblica. Ciò avveniva tramite pozzetti intermedi.

Secondo quanto riportato dal sito Il Fatto Vesuviano, l’azienda di Striano, poi, presentava un deposito di rifiuti speciali pericolosi (residui di vernici, sverniciatori), su un’area scoperta non pavimentata. I militarihanno accertato anche la trasudazione sul suolo proveniente dall’impianto di trattamento metalli – i cosiddetti bagni galvanici. L’impianto di abbattimento delle emissioni in atmosfera risultava non autorizzato.

Altre violazioni dall’indagine sono:

  • violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, causa mancanza di uscite di sicurezza in caso di emergenza,
  • presenza di pareti con infiltrazioni di muffe, tali da non assicurare la sicurezza igienica per la salute dei lavoratori.

In conclusione, i Carabinieri di Striano hanno provveduto al sequestro dell’opificio e dei rifiuti speciali pericolosi. Idem per lo scarico non autorizzato, immesso nella pubblica fognatura con scarico nel fiume Sarno. Dal controllo è quindi emerso un sistema parallelo di gestione delle attività svolto in spregio a tutte le normative in materia ambientale, sanitaria e fiscale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.