Nuovo mercato di via Piave, l’acqua s’accumula sulla copertura: pluviali inesistenti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Sono bastate già le prime piogge, per non parlare dei nubifragi degli ultimi giorni, per scatenare le prime polemiche sulla copertura del nuovo mercato di via Piave. I lavori sono stati ultimati, tanto che l’amministrazione comunale aveva annunciato l’inaugurazione in pompa magna della struttura prima delle elezioni regionali, alla presenza anche del governatore Vincenzo De Luca, salvo poi annullarla all’ultimo momento. Sta di fatto che – come documentano video e foto pubblicati sulla pagina Facebook “Figli delle chiancarelle” – i tendoni che coprono il nuovo mercato sono privi di un sistema di drenaggio: in pratica non ci sono pluviali per consentire all’acqua di defluire, tanto che si accumula sulla copertura. E per farla defluire si è fatto ricorso, nei  giorni scorsi, a tecniche un po’ rudimentali, che hanno suscitato non poco ilarità e commenti sarcastici da parte dei cittadini per una struttura che… imbarca già acqua, nonostante sia stata rifatta ex novo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Silenzio perchè prima camminavate nell’acqua, ci sguazzavate ed ora che avete una copertura a proteggervi e tutti i servizi necessari , vi lamentate…… dare ascolto ad una pagina facebook come quella indicata è sicuramente sintomo di poco cervello…..

  2. Andassero a vedere negli altri paesi come si fa un mercato coperto…qui si costruiscono gazebo simil capanne in plastica che poi si spacciano per grandi opere, piscina comunale Vitale docet…come stiamo inguaiati!!!

  3. Ci voleva la pioggia per capire cosa sarebbe accaduto su quelle coperture? Purtroppo c’è tanta ignoranza sia in chi progetta che nell’amministrazione che approva il progetto!!! Non è la mancanza di pluviali, ma è il sistema che con la pioggia non può funzionare! Quando ho visto quelle coperture mi sono anche chiesto, a parte il chiaro accumulo d’acqua che si sarebbe verificato, con quali soldi si provvederà alla sostituzione quando, e non ci vorrà molto, quei teli cominceranno a strapparsi e a svolazzare al vento. Intanto noi continuiamo a pagare!!!

  4. Guarda che una situazione simile, con un ristagno di acqua, crea un esercito di zanzare, non piacevoli né per chi frequenta il mercato, né per gli abitanti della zona

  5. X SIENZIO delle 8,18
    Ma secondo te spendere i soldi dei contribuenti, evidentemente tu eludi le tasse, in questo modo ti sembra normale?

  6. Lavori da quattro soldi, e a chi dice che prima si camminava nell’acqua direi che se è per questo i ns antenati vivevano nelle grotte, poi spendere soldi pubblici per lavori fatti in questo modo, è un peccato oltre che un reato

  7. Solita banda di Incapaci seriali.Magari annegassero anche loro con quest ultimo cesso di proposta.

  8. Bisogna capire chi siano i responsabili: il progettista? La società appaltatrice? Qualche subappaltatore? E cosa ha guardato chi ha collaudato le opere?
    Per il suo. SILENZIO: se qualcuno sbaglia i lavori in casa propria, sono cavoli suoi. Se invece si tratta dei soldi dei contribuenti, deve darne conto e subire le conseguenze e le critiche per il proprio operato. Almeno così succede nei Paesi civili, dove noi ci illudiamo di vivere

  9. Siccome non ci sono passato, mi baso sull’immagine. Dunque, io vedo tanti “quadrati”, ma immagino che la recinzione esterna sia di forma rettangolare. Questo significa che in ogni punto in cui non si è potuto inserire un quadrato è rimasto un triangolo scoperto?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.