Commercialisti “propongono” di modificare normativa su multiproprietà club calcio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa

La città di Bari è stata la sede prescelta per organizzare il 3^ Meeting Nazionale Aicas, “Commercialisti azienda sport”, e dibattere ed analizzare, le diverse sfaccettature della “multiproprietà dei club di calcio”.

Tale tema, che si sta imponendo nel mondo dello sport, in modo sempre più problematico, e con richieste di interventi normativi ad hoc sempre più urgenti, sta stimolando l’attenzione dei diversi operatori dell’azienda calcio.

Al meeting in terra pugliese, i ”commercialisti azienda sport”, si sono confrontati per  approfondire ed analizzare, le tematiche relative alle multiproprietà club di calcio quali: art. 16 bis delle NOIF, conflitto d’interesse, continuità aziendale, distorsioni e risvolti pratici e valutazione aziendale del club di calcio.

Al termine dell’evento, che ha determinato un “gemellaggio professionale” tra l’Associazione Italiana Dottori Commercialisti di Bari e Salerno, i partecipanti, verificate le criticità legate alla “multiproprietà dei club di calcio” quali: conflitto d’interesse, continuità aziendale, distorsioni di carattere economico aziendale e sportivo, “proporranno” alla Figc di:

1) “rivisitare e rafforzare” l’art.16 Bis Noif, con “proroga” del tempo di 30 giorni per rimuovere la situazione del controllo societario del club oggetto di multiproprietà;

2) “facilitare” le operazioni di cessione quote e/azioni dei club oggetto delle multiproprietà con eventuale intervento della Figc nella ricerca di potenziali acquirenti;

3) “attivare” un metodo specifico di valutazione dei club oggetto di multiproprietà.

All’evento pugliese hanno partecipato: Pasquale Intranò (Delegato Aicas Puglia), Matteo Cuomo  (Consigliere Aicas), Marco Cramarossa (Presidente AIDC Bari), Valerio Ingenito (Presidente AIDC Salerno) ed i relatori Alessandro De Giosa, Nicola Giannetti, Massimo Papa, (dottori commercialisti in Bari), Antonio Sanges  (dottore commercialista in Salerno); Biagio Merola (Università degli Studi Foggia), la relazione di chiusura lavori e’ stata curata da Michele Orlando (Delegato Aicas Puglia).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Mi sembra di intravvedere in questa foto Matteo un noto Tifoso della Cavese! Ma può darsi che mi sbaglio…Sono passati tanti anni…Ma a me sembra lui!

  2. Sarò controcorrente, ma io penso che sia meglio consentire alle multiproprietà di gestire più squadre e di andare in serie A, cosi i vari presidenti non hanno più scuse di non poter portare i club che militano in campionati inferiori fino alla massima serie per colpa di una regola, da li in poi vedremo la vera volontà….. chi vo capi capisc

  3. Maxxxx la tua proposta chiaramente non è attuabile. Cosa succederebbe in un Lazio salernitana all’ultima giornata in serie A se alla salernitana servissero i punti? Verrebbe meno qualsiasi principio di lealtà sportiva. La norma come era in principio andava bene, ovvero multiproprietà solo di una squadra professionistica e di una dilettantistica. Poi dopo la promozione del Salerno calcio sappiamo tutti come è andata

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.