In quarantena intera classe del “De Caro” di Lancusi: positivo uno studente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Isolamento domiciliare per una intera classe della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “A. De Caro” di Lancusi. E’ risultato, infatti, positivo, tra i casi registrati a Baronissi – come riporta il sito web radioalfa.it – anche uno studente dell’istituto in questione. Il ragazzo è tra i frequentatori della palestra “Tempio Shaolin” il cui istruttore, nella giornata di sabato, è risultato positivo.

L’Asl, pertanto, ha disposto provvedimento sanitario di isolamento domiciliare per tutti i ragazzi che frequentano la stessa classe, fino ad esito di tampone di verifica, mentre l’istituto Comprensivo sarà regolarmente funzionante.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Non vogliono chiudere ristoranti, palestre.. Chiudessero le scuole. La situazione sta precipitando e sfuggirav di mano tra qualche giorno

  2. invece di terrorizzare e spargere terrorismo, perchè non si inizia a fare il test e a CURARE SOLO I MALATI?? Curare i positivi asintomatici è una balla che non è MAI stata pensata nella storia! si prende gente che sta benissimo e le si dice “tu stai male”.. e lo si obbliga a stare a casa, in perfetta salute, per 15giorni senza alcun motivo.
    Fare il test di positività a tutti, e non solo a chi ha qualche sintomo, porterebbe a dire che siamo TUTTI, il 100% di noi, MALATI o meglio “positivi” a qualcosa!
    Questo perchè tutti noi abbiamo miliardi di virus batteri e funghi dappertutto nel corpo, dentro e fuori, quindi se cerchiamo streptococchi li troviamo! rhinovirus? lo troviamo! coronavirus (UNO DEI TANTI DELLA FAMIGLIA – di cui molti sono innocui)? lo troviamo! adenovirus? idem..
    Se facciao un test al retto di ognuno di noi, troveremo che siamo TUTTI “positivi ai colibatteri”!.. ma questo non vuol dire che moriremo per dissenteria o colera o generiche malattie batteriche..mi pare chiaro..

    I morti veri, in eccesso, in lombardia, ci sono stato solo e perchè da criminali, in quella regione, hanno chiuso nelle RSA i malati con i sani, tutti quanti anziani tra l’altro… Infatti nelle RSA c’è stato il 49% dei morti se ricordo bene..
    E la cosa grave è che questo metodo è stato messo in atto in tutto il mondo, chiara prova di una regia dall’alto.. guarda caso l’oms con i suoi conflitti di interesse chiarissimi a chi ha aperto il suo bilancio pubblico e pubblicato sul loro sito…
    Documentatevi, fatelo per voi stessi, i vostri parenti, tutti..

    A chi mi accusa di non pensare agli anziani dico che, oltre ad essere una balla completamente inventata, è proprio per loro che parlo. Infatti i morti, come dicevo, di sono stati PROPRIO NEI LUOGHI CHIUSI! RSA in primis, e poi case di cura e strutture varie, comprese le case private, come ammesso dal direttore operazioni dell’oms Mike Ryan.
    Il numero minore c’è stato tra i lavoratori “generici”, all’aperto! guarda caso..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.