Napoli, il direttore Asl 2 D’Amore a Radio 24: “Noi corretti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Se non avessimo fatto questo, saremmo incorsi in una mancanza di sorveglianza sanitaria”. Così il Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord, Antonio d’Amore, a Effetto Giorno di Alessio Maurizi, su Radio 24. Il direttore dell’Azienda sanitaria partenopea difende l’operato del suo Dipartimento di Prevenzione e prosegue a Radio 24: “L’indagine viene effettuata sulla persona risalendo ai tre giorni precedenti, sia per i familiari sia per il gruppo lavoro. L’Epidemiologia se non avesse fatto questo sarebbe incorsa in una mancanza di sorveglianza sanitaria, oltre che in grave carenza amministrativa”, ha concluso D’Amore a Radio 24.

“Se a Genova si fosse agito in maniera diversa forse oggi non ci sarebbero stati i tre positivi nel Napoli”. Risponde così Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’ASL Napoli 2 Nord, a Effetto Giorno di Alessio Maurizi su Radio 24, a difesa della scelta di sospendere la trasferta del Napoli a Torino. “Non sappiamo quanti ce ne saranno ancora (positivi, ndr). Cosa sarebbe successo se il Napoli fosse andato a giocare a Torino e fossero risultati positivi altri giocatori?”.

Napoli, il direttore Asl 2 D’Amore a Radio 24: “Protocollo Lega-Cts superato dai fatti”

“Sono regole dettate in un momento completamente diverso”. E’ categorico il Direttore Generale dell’ASL 2 Napoli Nord, Antonio d’Amore, intervenuto a Effetto Giorno di Alessio Maurizi, su Radio 24. Per d’Amore, occorre contestualizzare il protocollo per la ripresa del calcio giocato con l’attuale situazione sanitaria: “Noi abbiamo una espansione dell’epidemia con un aumento soprattutto a Napoli, siamo i primi in Italia. In base a questo l’Epidemiologia ha agito tenendo conto anche di quanto accaduta con la squadra del Genoa.  – e conclude d’Amore a Radio 24 – Quando sono state scritte le regole c’era da finire un campionato a giugno, le squadre erano in isolamento perché erano in ritiro permanente, dovendo giocare 3-4 partite a settimana”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.