Coronavirus, in Italia 3.678 nuovi casi: mai così tanti da metà aprile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sono 3.678 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore (mille più di martedì): la soglia dei tremila non si superava dal 24 aprile, quando furono 3.021. I tamponi eseguiti hanno superato quota 125mila, segnando un altro record (125.314). I decessi sono stati 31 (contro i 28 di martedì), mentre le terapie intensive sono 18 in più. Sono invece 1.204 i guariti in più rispetto a martedì. Nessuna Regione segna zero nuovi contagi.

Attualmente i positivi sono 62.756. Di questi, 58457 sono in isolamento domiciliare, 3.782 ricoverati con sintomi e 337 in terapia intensiva.

Casi in ogni Regione: 11 in tripla cifraTutte le Regioni italiane registrano casi nelle ultime 24 ore. Il dato più alto in Campania con 544 positivi, seguita dalla Lombardia con 520. Sono 11 le Regioni in tripla cifra. Casi in aumento anche in Veneto (375), seguito dal Lazio (357) e dalla Toscana (300). Sopra quota 200 positivi anche il Piemonte con 287 e la Sicilia con 213. La Regione che registra meno contagi è il Molise con 1.

 

Forte crescita di casi in CampaniaNuovo aumento dei contagi in Campania: in 24 ore sono 544 i positivi su 7.504 tamponi, un decesso e 177 guariti. Il report sui posti letto su base regionale indica che ci sono 52 posti letto in terapia occupati su 99 disponibili.

 

A Milano e Provincia +182 casi Sono 182 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore a Milano e Provincia: si tratta del dato provinciale odierno pi ùalto per la Lombardia che oggi fa registrare un’impennata di casi (+520), a fronte di 5 decessi. Dei 182 nuovi casi, 77 sono a Milano città. Seguono le province di Varese (+54), Brescia (+52), Pavia (+46), Como e Cremona (+45), Bergamo (+37), Monza e Brianza (+34), Mantova (+14), Lodi (+12), Lecco (+5) e Sondrio (+4).

 

Speranza: “Contagio cresce, alzare la soglia di attenzione” “I numeri che arrivano anche in queste ore ci dicono che siamo dentro una sfida enorme e che dobbiamo ragionare insieme su come affrontarla e vincerla”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Roberto Speranza, precisando che nel Cdm “abbiamo prorogato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio. Con le scelte di oggi segniamo un cambio: non più ordinanze per allargare ma ordinanze che cominciano a dire ‘attenzione perché la situazione è seria e delicata”. Secondo Speranza, “sarebbe un’illusione pensare che nel contesto internazionale noi siamo fuori pericolo e la politica deve dire la verità. I dati dicono che il contagio cresce ed è necessario alzare la soglia di attenzione”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.