Mascherine, Bassetti (infettivologo) a Radio 24: “Misura per tutti uguale rischia far scendere l’attenzione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Mascherina obbligatoria “fare un provvedimento da Nord a Sud non va bene, ci sono regioni come Campania e Liguria in cui è bene stressare l’uso della mascherina, temo che mettere una misura per tutti uguale rischia far scendere l’attenzione anziché alzarla”. Lo ha detto Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova a 24Mattino di Simone Spetia su Radio 24. “Oggi i contagi stanno crescendo ma il nostro sistema sanitario non è in difficoltà ma dobbiamo essere vigilanti, la situazione in Campania ad esempio ci dimostra che le cose non vanno benissimo ”. Per quanto riguarda la situazione all’Ospedale San Martino di Genova Bassetti afferma a Radio 24 che ci sono “18 ricoverati per covid ma i ricoveri sono più brevi e le persone stanno meglio grazie anche a come gli assistiamo poiché siamo diventati più bravi.  A marzo aprile tutti sono stati curati, diverso è il come li abbiamo curati perché non conoscevamo la malattia, ma nessuno è stato lasciato indietro. In Italia siamo stati i migliori al mondo a gestire il Covid, e pretendo che questo ci venga riconosciuto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Ma questo ogni giorno ne inventa una nuova? Vorrei sapere come ha fatto a diventare la bocca della verità uno che fino a ieri si occupava di candida e curava l’epatite con il riso in bianco. Qualcuno spieghi a questo luminare che in Lombardia la gente le mascherine le indossa spontaneamente da molto prima dell’obbligo perché hanno visto la morte da vicino, a differenza di qualche frescone delle zone nostre.

  2. Eccolo il difensore d’ufficio dei finti eretici del covid 19. Di apparato riproduttore maschile si intenderà sicuramente qualche tua congiunta o affine. Le stesse alle quali quest’altro fenomeno da baraccone in camice bianco avrà curato il prurito alle parti intime.

  3. Bassetti è direttore del reparto di malattie infettive, Max, Bo e il solito fesso che risponde senza nome, di cosa sono direttori? del reparto museruole infette a perdere?? le museruole sono infette e pericolose, sta scritto in qualunque documento precedente al 2020, soprattutto in quelli sulla sicurezza sul lavoro per la questione della co2. Ma che parliamo a fare, se ancora ci sta gente col cervello chiuso e bloccato come Max e affini non c’è speranza, a loro piace essere truffati e sono felici.

  4. x questo delle 20:38, e tu perchè non ci dici quali sono tu che sei furbo ma sei solo un minkione che non sa cosa dire e attacca solo la persona

  5. qualcuno spieghi a max che le museruole fino a maggio pure l’oms le vietava e le consigliava solo ai malati, poi visto che serve fare terrorismo le hanno imposte contro qualunque logica e i fessi bevono tutto

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.