Pavan (TuttoJuve): “Perchè Asl Napoli ha permesso a Salernitana trasferta con 2 positivi?”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
40
Stampa
Massimo Pavan, redattore di TuttoJuve torna sulla sfida mancata tra Juventus e Napoli: “Non capisco perchè l’Asl di Napoli ha consentito alla Salernitana di partire con due positivi e non al Napoli. Eppure siamo nella stessa regione, la cosa non è molto chiara. In ogni caso la sensazione è che la gara verrà rinviata con il rischio che si crei un precedente e il campionato non termini, complimenti a chi ha deciso di non giocare”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

40 COMMENTI

  1. Sono nato e vivo a Battipaglia da quasi 50 anni…di tifosi del Napoli ne conosco e ce ne sono dismisura e non ce ne da meravigliarne poiché parliamo del capoluogo di regione e nel panorama calcistico e’ tra i club più importanti.Della Salernitana non me ne frega niente…la Battipagliese è la mia casa..La.mia generazione si è affezionata al Napoli dai tempi di Maradona..adesso ci si appassiona per Cavani…Higuain..Mertens e tanti campioni che hanno vestito la maglia azzurra.Il problema sono quelli che tifano per le squadre del nord che rinnegano il territorio come dici tu. La Salernitana la puoi paragonare all’Avellino.. Benevento..Casertana ma con il Napoli non c’è confronto di numeri..migliore calciatore della storia della Salernitana nel Napoli sarebbe convocato per la partitella del giovedì tipo Tutino

  2. La Battipagliese è la tua casa, tifoso delle zebrette e ti professi antigranata, fa già ridere così. Nel corso di tutta le loro rispettive storie calcistiche Battipagliese e Salernitana hanno incrociato i tacchetti in partite ufficiali forse 3 volte, per delle insulse partite di coppa Italia di C e forse, poi, per qualche allenamento intrasettimanale del giovedì; non hanno mai militato nella stessa categoria in 100 e rotti anni di storia; le tifoserie non hanno mai intrattenuto alcuna rivalità (perché non ce ne sarebbe stato bisogno, data la costante differenza di categoria e la penuria di confronti diretti) fatta eccezione per qualche scaramuccia di pochi fessi a inizio anni ’90.
    Quindi in cosa e perché ti professi antigranata, se non sei mai stato a numero, né calcolato in tutta la storia?!
    Va bene il tifo per la Battipagliese che è la squadra cittadina, ma per il resto i tuoi son discorsi senza senso perché: 1) al pari delle strisciate, il Napoli calcisticamente non ci rappresenta minimamente e tifarlo significa rinnegare il proprio territorio, dal momento che a Napoli, di Battipaglia, a stento sanno che produciamo mozzarelle; 2) se dici che i tifosi della Salernitana possono confrontarsi solo con Avellino, Benevento e Caserta, e non con Napoli per un’impietosa differenza di numeri, allora lo stesso discorso dovresti applicarlo anche a te stesso, e piuttosto che con la Salernitana (che è un’altra dimensione rispetto alla Battipagliese) il confronto dovresti cercarlo con l’Ebolitana, l’Agropoli, la Gelbison, il Sapri, realtà più confacenti alla Battipagliese, non con i granata. Perché il miglior giocatore della Battipagliese, in Eccellenza, che nemmeno conosco, forse potrebbe portare i palloni per l’allenamento all’Arechi.

  3. La scaramuccia fu una vigliaccata contro dei ragazzini fuori dal vestuti e questo rimarrà una ferita indelebile…il resto chiacchiere da modesto bar che non ha senso ribattere..chi ricorda mai sosterrà la Salernitana e i salernitani come fanno la gran parte delle grosse città della provincia in particolare a nord

  4. Uno dei migliori calciatori della Battipagliese degli anni d’oro che abbiamo potuto apprezzare è stato un certo Peppe Mascara che sicuramente è migliori degli attuali attaccanti in rosa della Salernitana

  5. Ho capito; quindi tu (o qualche tuo parente) rientri tra quei ragazzini che presero i buffi fuori al Vestuti da un paio di deficienti, e te la sei legata al dito… tutto più chiaro.
    Per tua informazione, nella Provincia nord di Salerno ci sono numerosi club o veri e propri gruppi ultras che tifano e sostengono la Salernitana: gli “Igus” (Mercato San Severino), “Soci granata” (sempre Mercato San Severino), “Salernitana che passione” (Fisciano), “Brigate Ultras” (Baronissi – Pellezzano), “Ugb” (Bracigliano), Sarno, Angri, San Valentino Torio Granata, non è che esistono solo Cava e Nocera!
    La Provincia è piena di veri tifosi granata (io ne sono un esempio), e tu (e quelli come te) sei soltanto un povero rinnegato.
    Forza Salernitana, sempre!! ❤️🇱🇻

  6. P. S. Per la precisione (stavolta lo dico io) : Peppe Mascara abbiamo avuto modo di apprezzarlo anche noi, visto che ha vestito la maglia granata, segnando anche un goal, alla prima giornata del campionato di B 2001/2002 contro la Sampdoria; la Salernitana di Zeman. Lo ricordo perfettamente perché ero allo stadio quel giorno, e ricordo distintamente che si commosse anche dopo la rete, perché non sarebbe voluto andar via, ma Aliberti aveva altri piani e lo cedette una settimana dopo, purtroppo.
    Cerca di superare dissidi e attriti che non hanno ragione di esistere; a Salerno nessuno ce l’ha con Battipaglia e i Battipagliesi, anzi.

  7. Buffi non ne ho mai presi o dati…vittime furono alcuni amici dell’epoca.Sono cresciuto seguendo solamente la squadra della mia città e ricordo con piacere e nostalgia degli anni d’oro e le vittorie in particolare il 5-1 sulla Salernitana passata alla storia.Da Battipaglia partivano le carovane a seguire il Napoli di Maradona e anche quello recente sopratutto le partite di Champions.Tutta sta venerazione per la Salernitana non l’ho mai notata…hai fatto un elenco di club(per quanto valgono) ma da noi per fortuna non si è mai avvertita l’esigenza.Tifare per il Napoli non ci trovo niente di strano visto che siamo in campania e ci sono tifosi sparsi in tutto il mondo

  8. 5-1 nella Coppetta Italia di C, contro le riserve della Salernitana, anno domini 88/89, 32 anni fa. Va bene così, continuate a campare di ricordi, sia tu che gli amichetti tuoi puffi azzurri, nostalgici di Maradona e di successi sbiaditi.
    A Battipaglia ti posso dire che c’erano i festoni ed i nastri granata appesi in interi quartieri, in occasione della promozione in serie A; forse in quel periodo vivevi da un’altra parte. Tantissimi i battipagliesi (le carovane, come hai scritto tu) che si recavano all’Arechi a sostenere i granata. Se non ci trovi nulla di strano, nel tifare una squadra di un altro territorio, contraddici anche te stesso e quanto hai scritto all’inizio del tuo post (“cresciuto seguendo solamente la squadra della mia città”); ma del resto, uno il senso d’identità e l’orgoglio di appartenenza non se lo può dare, o ci nasce possedendolo o niente, e di rinnegati tifosi di squadre che non gli appartengono ne son piene le fosse.
    Fai bene a sostenere la Battipagliese, almeno ti mostri coerente, ma evita d’inventarti “rivalità” che non esistono (“antigranata” e scemenze varie); perché il confronto tra Battipagliese e Salernitana non regge e non sta proprio a numero, e di quel che rimane della tifoseria battipagliese, a Salerno, non interessa niente a nessuno. Non c’è proprio considerazione, men che meno rivalità.

  9. La promozione in A anno 98-99 (22 anni fa) e io vivo di ricordi!Un’altra negli anni 40 e la prossima tra un paio di secoli…nel frattempo anche il Benevento è diventato superiore alla Salernitana sotto tutti i punti di vista.Ma vedi che non faccio paragoni perché non sussistono ma io sono battipagliese e non salernitano…napoletano e via dicendo…e poi del resto Napoli comunque è il capoluogo della nostra regione ed ha un patrimonio storico culturale ed artistico di livello mondiale al netto di tutti i difetti e malesseri che l’attanagliano da secoli che a Salerno se lo sognano.In quella partita citata giocarono i titolari e da parte della Battipagliese ci fu una prova superlativa e sorprendente mentre la Salernitana partita per vincere il campionato esonero’l’allenatore e concluse a metà classifica.Ma oramai è acqua passata come quelli che andavano a vedere la serie A all’arechi e anche al Partenio nel decennio di A e che poi non si sono visti più e sono ritornati al S.Paolo

  10. Ho citato la promozione in A non per rinverdire un ricordo, ma per rispondere a te che scrivevi “non c’è mai stata tutta sta venerazione per la Salernitana, a Battipaglia”; bhé, io di addobbi biancoverdi o azzurri, o di caroselli nelle strade per le squadre da te summenzionate non ne ricordo mai.
    Cosa c’entra poi il patrimonio artistico e culturale delle città con lo sport?! Son discorsi senza senso; allora, in Italia, sulla base di questo principio, dovremmo tifare tutti Roma, Firenze e Venezia, che sono le città che, meglio di tutte, rappresentano il patrimonio artistico e culturale italiano nel mondo?! Bah.. tutte storielle da tifosotto che deve giustificare il tifo per una squadra che non gli appartiene. Battipagliesi che si comportano così sono paragonabili, né più né meno, a quei calabresi e siciliani che tifano per le strisciate del Nord, così tanto denigrati; pari pari.
    Il Benevento può, col campionato in corso, averci raggiunto in termini strettamente numerici per quanto riguarda il numero di partecipazioni in serie A, ma è ben lungi dal superarci in termini di tradizione sportiva, di giocatori importanti lanciati nel panorama calcistico italiano e internazionale, o in bacino d’utenza e importanza della tifoseria. Sinceramente se 2 campionati di serie A, disputati tutti negli ultimi 5 anni, e un’ottima presidenza possono pareggiare una storia calcistica fatta tutta di campi sterrati, di trasferte ragionali e anonimato dilettantistico, allora vale veramente tutto; pure che la Battipagliese si possa paragonare al Real Madrid.
    Vabbè, comunque, aldilà di tutte le elucubrazioni che possiamo fare, ognuno rimane della propria idea; io da battipagliese, e quindi salernitano (perché facciamo (SA)), amante della squadra e dei colori che rappresentano la mia terra a livello nazionale, penso a cacciare questa proprietà di banditi per tornare a coltivare il sogno serie A; tu da battipagliese, “anti-granata” e “non salernitano” (sarai nato altrove, evidentemente, e ti sarai poi trasferito) torna a pensare alla trasferta a Picciola di Pontecagnano.
    Saluti.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.