Aumento casi in Campania, medici di famiglia: “Si dica la verità ai cittadini”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
«Sulla gestione della pandemia in Campania non si sta dicendo tutta la verità, se non si vogliono assegnare nuovi medici di famiglia almeno si abbia il coraggio di dire ai cittadini che nel momento del picco richiamo di restare soli».
È un allarme chiaro e diretto quello lanciato da FIMMG Napoli sulla carenza di medici di famiglia che in Campania, senza interventi immediati, provocherà una catastrofe assistenziale «Molto presto – dicono i vertici partenopei di FIMMG Luigi Sparano e Corrado Calamaro – i cittadini campani potrebbero trovarsi senza medici di famiglia, privi di assistenza primaria nel pieno della pandemia».
Un allarme lanciato già in tempi non sospetti dalla Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale (FIMMG) che viene ora ripreso con enorme preoccupazione anche dai medici di Napoli e provincia che, con più di 1.200 studi su tutto il territorio, coprono una popolazione di circa 1milione 500mila persone.
Allo spettro del pensionamento (quinquennio 2019-2024) si aggiungono le criticità del Covid-19. «Dal 2019 è iniziata una quiescenza che vede coinvolti il 65% dei medici in servizio», proseguono Calamaro e Sparano.
«Manca un turnover che faciliti l’inserimento in professione dei medici formati in medicina generale (in possesso del diploma di formazione in medicina generale) e di coloro che hanno titoli equipollenti (abilitati al 31.12.1994) che detengono i requisiti per l’accesso alla professione di medico di famiglia».

 

In particolare, già da quest’anno, in assenza di un meccanismo regionale di assegnazione contestuale di incarichi, la popolazione si sta ritrovando senza quei medici di famiglia necessari per l’assistenza primaria. «O si fa spazio ai giovani – concludono i sindacalisti – o rischiamo di trovarci in un inverno bollente. Chi pensa che il peggio sia già passato con la prima ondata rischia di avere un brutto risveglio. Sarebbe gravissimo se ci facessimo trovare impreparati, perché a farne le spese sarebbero i cittadini».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Medico di base. Essere totalmente inutile. Se hai una gelateria i NAS ti multano se metti la paletta del cioccolato nella vaschetta del limone, ma i medici di base possono visitarti anche in una fogna chissà perchè. E durante il lockdown sono totalmente scomparsi. Il mio medico mi invitava a chiamare il 118 pechè lui era impegnato a nascondersi chissà dove. Eppure lo stipendio lo prendeva! Proprio ieri mi serviva una prescrizione e scopro che è andato in pensione 4 mesi fa, senza neanche degnarsi di mandare una mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.