Sarno. L’incubo di Simona e della sua famiglia: “Altro che il Covid non esiste…”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
A tutti quelli che “il covid non esiste, è solo un’influenza” voglio lasciare la mia testimonianza. Il covid-19 esiste e lo stiamo provando sulla nostra pelle io, mia madre, mio padre, mio fratello e mio zio. Sí, perché il covid è davvero contagioso come dicono ed è un virus che letteralmente ti paralizza: non sai come il tuo corpo dal giorno in cui scopri di essere positivo a 15 giorni possa reagire e tu devi auto monitorarti, controllare l’ossigenazione del sangue, il battito e il respiro. Sì, perché un giorno puoi star bene e il giorno dopo i tuoi sintomi possono peggiorare improvvisamente, come è successo prima a mio fratello (che poi abbiamo scoperto che aveva un’altra infezione oltre al Covid), poi alla mia mamma (che ha una polmonite) e poi a mio zio. Per ben 3 volte vedi arrivare uomini in tuta che portano via in ambulanza i tuoi cari e tu, ancora una volta, sei lì ferma e immobile senza poter far nulla per loro, senza poter andare da loro, augurandoti ogni singolo istante che siano in buone mani e che migliorino.
Mio fratello Paky Nunziata
oggi è tornato e l’emozione è fortissima. A 20 anni ha visto l’orrore del covid negli ospedali con i suoi occhi, persone a cui mancava il fiato, persone in terapia intensiva ed è proprio vero che gli ospedali sono saturi!
Vi prego, indossate questa maledetta mascherina e tenete le distanze perché il covid può piombare nella vostra vita da un momento all’altro e vi assicuro che è un incubo!
Ringrazio tutte le persone che in questi giorni di “prigionia” non mi hanno fatto sentire mai sola, con chiamate, messaggi e portandoci la spesa a casa. Noi non molliamo!

Lo dichiara Simona Nunziata di Sarno sulla sua pagina facebook. La sua storia è stata pubblicata sul quotidiano Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. dedicato a tutte le teste di c.. giovani che misurano la loro libertà in 15 cm di mascherina

  2. I tumori sono stati ritrovati con l’esame al carbonio anche sulle Mummie Egiziani!
    Resti un grandissimo ignorante, che facciamo lasciamo fare oltre 100 mila morti ad un influenza che foveva scomparire in Estate?
    Vatti a fare due lampade solari ….imbecille!

  3. Rispetto per la famiglia in questione, ma nel 95% dei casi si è asintomatici!! Facciamo attenzione ma senza drammatizzare che ci sono malattie ben peggiori. Auguri una pronta guarigione agli interessati.

  4. Scusate, sono un cretino . Paragonare malattie è da stupidi testicolini, deridere o misurare la sofferenza altrui è da ebeti. E mi sono trattato.

  5. Bravo Runner. Innanzitutto guardate quei due dementi: pensano a offendere Pino e Runner, come primo obbiettivo.. Che poveracci (di animo e di intelletto).
    Questi primi due veri dementi sono vissuti in un mondo fantastico dalla nascita e credono che le malattie e la morte siano state create dal covid-modello-19 alias virus-vespone.
    Chi ha passato tanto tempo con le vere malattie mortali sa di cosa parlo. Questo qui sopra poi è chiaro che ha passato la vita con le mazze, gli piacciono tanto, infatti le nomina sempre.
    Dovreste capire quanto sono una presa in giro titoli del genere, perchè cercano di carpire la sensibilità delle persone per portarle a vantaggio della “causa”.

    Ora ditemi: esiste UNA SOLA MALATTIA MORTALE che non sia un “incubo”? In oncologia ci ho passato decenni per varie persone in famiglia, e ci sono migliaia di ragazzi e bambini di cui tantissimi non ci sono più.. i primi due dementi non sanno cosa sia una malattia.

    In questo caso già leggo che c’erano delle sovrainfezioni ad esempio, e non si dice nulla sulle eventuali altre patologie presenti.
    Il fatto che in alcuni casi, pochi come dimostrano i numeri attuali, ci siano delle complicazioni non vuol dire automaticamente che questa sia la PRIMA e l’UNICA malattia degna di nota, o che uccide.
    Anzi, a causa delle vostre chiusure e delle vostre “mazze” ci sono migliaia di persone che stanno saltando le cure e gli esami medici, ne ho una lista corposa già in famiglia.. Vergognatevi, state uccidendo migliaia di persone, voi e i vostri governanti-governatori.

    Provate a prenotare una visita o un esame diagnostico al S.Leonardo e poi fatemi sapere se e dopo quanto tempo riuscite a farlo, prima di parlare e insultare.

    Quando sarete stati vicino a un parente o amico pieno di metastasi (o qualunque altra malattia mortale, infettiva o meno), negli ultimi minuti della sua vita, allora avrete il diritto di parlare, non prima.

    Sugli uomini in tuta: ecco, di quelli ho paura, e non per quello che fanno, quanto per l’applicazione di un “protocollo” deciso dall’alto e che si è dimostrato, quello sì, nefasto e causa di morti a Bergamo e dintorni.. Gente intubata con forza quando il problema non era l’ossigeno.. o altre patologie lasciate andare per occuparsi solo del covid.. Tutto per regole imposte, che fornutatamente i veri medici di corsia hanno mandato al diavolo e hanno pensato bene di curare i pazienti secondo “scienza e coscienza”, anche facendo le autopsie che il governo “sconsigliava”..

    Ecco, di questo io avrei paura, non del covid in sé: l’applicazione coi paraocchi di un protocollo fallimentare (a marzo), e che pare fortunatamente sorpassato in buona parte..

  6. 00e37 e 00e38 si vede benissimo che sei sempre lo stesso deficiente che non tiene niente di meglio da fare che scrivere strzzate a nome di altri. fatti un abbonamento a qualche servizio offerto sulla litoranea invece di stare qui inutilmente e dimostrare come sei deficiente

  7. x 0.37 e pure 0.38 – non ti preoccupare, puoi mettere tutti i nomi falsi che vuoi tanto sono inutili, ti si riconosce dalla cretinaggine, pino e runner veri non scriverebero mai quelle strozzate. quindi stai sereno, usa pure il tuo nome, tanto sei riconoscibile dalla puzza.

    alla fine se leggete l’articolo uno si chiede, ok sono stati male e che è successo? niente. guariti senza vaccino. e poi si legge che uno teneva altre infezioni e manco si sa che tenevano gli altri da prima.

    ha ragione anonimo 2.45

  8. INfatti andate un po’ nei reparti oncologici e poi dite ...ma che virus e virus...sveglia gente qui è una guerra x riempire le loro tasche sti bastardi schifosi

    Infatti….ci siete mai stati nei reparti oncologici..nn ve lo auguro mai …sveglia gente questi bastardi ci hanno portato alla rovina …che gli vengo un brutto male a loro. E vi assicuro che nn ho pietà buona giornata a tutti

  9. Caro ghost, ovvero runner ovvero pino è inutile che cerchi di trovare clienti ad una persona a te vicina. È corruzione. Io non mi abbono…ahahah…mi fate parià

  10. Ahahahah fanno la guerra tra malattie invece di guardare in faccia alla realtà….. meno male che nn è super mortale il covid se no altro che mascherina e poi dibattiti a nn finire ognuno si guardava la sua pelle

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.