Nuovo Dpcm: stop alle feste e al calcetto, stretta anche sui locali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Il governo inizia a tirare le fila per procedere con la stesura e l’approvazione del prossimo dpcm per la gestione dell’emergenza coronavirus. Dpcm che, stando alle indiscrezioni emerse a mezzo stampa, potrebbe essere anticipato addirittura alla giornata di lunedì. Chiaro indice del fatto che il Presidente del Consiglio inizia ad essere effettivamente preoccupato dall’aumento dei contagi sul territorio nazionale. Preoccupazione condivisa dal Ministro della Salute Roberto Speranza e dagli uomini del Comitato Tecnico Scientifico.

Lo scrive Newsmondo.it Nel corso delle ore aumentano le informazioni sulle misure contenute nel nuovo decreto. Si era partiti dalla consapevolezza che ci sarebbero state nuove restrizioni, e in effetti il governo sembra intenzionato a intervenire in maniera incisiva per provare a piegare la curva dei contagi.

Stando alle ultime informazioni emerse, con il prossimo dpcm si va verso lo stop alle feste private, mentre per i banchetti si va verso un limite massimo di trenta commensali. Dovrebbe essere introdotto la chiusura anticipata di bar e ristoranti, che dovrebbero comunque rimanere aperti fino alla mezzanotte. Scatta invece dalle 21 il divieto di sostare davanti ai locali. Si tratta di una serie di misure che vanno a rafforzare in maniera significativa le norme anti-assembramento.

Ma non è tutto. Il governo sembra intenzionato a fermare anche il calcetto e in generale lo sport di contatto, a livello amatoriale. Sarà decisivo in tal senso il confronto tra il Ministro della Salute Roberto Speranza e gli uomini del Cts nel vertice urgente convocato per il primo pomeriggio di domenica 11 ottobre.

Per quanto riguarda il tema annoso dei tamponi il Cts potrebbe dare il via libera ai test rapidi effettuati dai medici di base e dai pediatri. Solo i positivi andrebbero a fare il tampone presso le strutture predisposte. In questo modo si andrebbe ad allentare la pressione sul sistema sanitario. Inoltre l’isolamento fiduciario potrebbe essere ridotto a dieci giorni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Ma chi le scrive tutte ste baggianate. Ah, già il regime vi dice cosa scrivere. La banda che sta al governo si venderebbe pure la madre per continuare con lo stato d’emergenza, pur di continuare a fare i loro porci comodi. Il virus c’è, per carità, ma, sfortunatamente per il governicchio, non è letale come si vuole far credere. A breve anche gli ignoranti capiranno che ci stanno trattando come delle pecore beote.

  2. questa e’ una pandemia politica hanno paura per le loro poltrone in caso di rivolta,nei 27 paesi europei solo l’italia con conte si e’ arrogato il potere di escludere le camere,solo minacce di chiusura generale ma questo genio che abbiamo non votato da nessuno ma che e’ li a dettare stronzate mi saprebbe dire come le famiglie italiane andrebbero avanti se chiude tutto?come la nazione fara’ a pagare gli interessi sul debito pubblico se nessuno paga piu le tasse?e’ logico se mi chiudi non lavoro se non lavoro non ho di che pagare ne per lo stato ne per il mio sostentamento,invece di incentivare la ripresa e’ solo un martellamento sul covid quando anche i sassi sanno che chi ha preso il covid e’ solo asintomatico,io stesso sono stato positivo senza nessun sintomo e dopo 3 tamponi in 22 giorni sono ritornato negativo e questa e’ la situazione del 99×100 dei casi ma per la politica instillare paure di catastrofi e’ per loro conveniente,il virus ha peso forza e non lo fermeranno di certo con le loro misure e poi che pena sentire tutti questi soloni della scienza pagati dalle televisioni enunciare cataclismi sanitari,ma non hanno vergogna a dire tante fesserie solo per interessi,questa situazione e’ come per i terremoti ” chi si arricchisce(sulle mascherine-gel-forniture sanitarie-protezione civile)chi si impoverisce il popolo che non sa come tirare avanti). non censurate che questo giornale ha il pregio di fare dire ancora le proprie opinioni,mentre motori di ricerca tipo yahoo ha bloccato le risposte nei loro articoli manco fossimo in corea o in venezuela,ma questa e’ un imposizione che viene dall’alto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.