Allarme ONU: “Impatto pandemia devastante. 132 mln di persone malnutrite in più”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

L’impatto della pandemia da Covid-19 è «devastante» a livello economico e sociale: si stima che 690 milioni di persone siano attualmente malnutrite e che entro fine anno possano aumentare di altre 132 milioni di unità. Inoltre quasi la metà dei 3,3 miliardi della forza lavoro nel mondo è a rischio di perdere i propri mezzi di sostentamento. Lo dicono 4 agenzie Onu – Ilo, Fao, Ifad e Oms – in una dichiarazione congiunta. I più vulnerabili sono coloro che lavorano nell’economia informale perché, privi di protezione sociale e di accesso a cure sanitarie di qualità, ora hanno perso la possibilità di accedere agli strumenti produttivi.

L’intero sistema alimentare sta subendo danni pesanti dalla pandemia: la chiusura dei confini, le restrizioni ai commerci e il confinamento hanno impedito ai coltivatori di accedere ai mercati, per comprare ciò che gli serviva e vendere i loro prodotti, distruggendo la catena di fornitura alimentare a livello nazionale e internazionale, e riducendo la possibilità di avere una dieta sana, sicura e variata. Decimati anche i posti di lavoro.

In molte famiglie chi portava i soldi a casa ha perso il lavoro, si è ammalato o è morto, e soprattutto nei paesi poveri molti sono a rischio di nutrizione. I lavoratori agricoli sono tra quelli che hanno dovuto continuare a lavorare spesso in condizioni poco sicure, per gli introiti irregolari e la mancanza di supporto sociale.

Per questo, dicono le agenzie Onu, servono azioni immediate e importanti per salvare vite e mezzi di sostentamento, estendendo la protezione sociale alla copertura sanitaria universale e un supporto agli introiti per le fasce più colpite. Ora, concludono, è il momento della «solidarietà e sostegno globale, soprattutto con i più vulnerabili delle nostre società, e nei paesi emergenti. Solo insieme possiamo superare l’impatto della pandemia ed evitare che il suo intensificarsi porti ad una catastrofe umanitaria e alimentare protratta nel tempo».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.