Coronavirus, ecco quando gli italiani hanno abbassato la guardia e perso la partita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
A seconda delle nostre idee e preferenze, possiamo pensare che il governo abbia gestito la pandemia al meglio, oppure che abbia inanellato errori catastrofici. Possiamo ammirare o detestare il comportamento dei diversi presidenti di regione o dei sindaci. Possiamo prendercela con il vicino di pianerottolo o con chi viaggia nella nostra carrozza in treno, se non rispettano le regole sanitarie.

Su un punto almeno però noi italiani, di qualunque idea politica, dovremmo metterci d’accordo: abbiamo sbagliato tutti, collettivamente. Ci sono state eccezioni individuali, certo. Ma nel complesso, di fronte alla peggiore pandemia da almeno mezzo secolo, una popolazione di sessanta milioni di persone ha commesso un grave errore.

A un certo punto abbiamo abbassato la guardia. E lo abbiamo fatto troppo presto.

Questo almeno è ciò che rivelano i dati sul più semplice e fondamentale dei comportamenti individuali richiesti per arginare il contagio, quelli sull’acquisto di mascherine protettive di se stessi e degli altri. Siano esse chirurgiche, FFP2 o FFP3, o persino lavabili in tessuto (che però spesso, benché eleganti, non sono certificate e dunque di dubbia utilità: qui trovate una guida ai diversi tipi di mascherina, qui un vademecum per evitare errori nel loro utilizzo).
I dati di Iqvia, una banca dati sul mercato della sanità, mostrano chiaramente cosa è successo in questi mesi riguardo alla vendita al dettaglio di mascherine protettive.

Abbiamo smesso troppo presto di comprarle e di usarle. Lo abbiamo fatto all’inizio dell’estate.

E quando abbiamo ripreso a cercarle e indossarle, ormai era tardi: il virus aveva già ripreso a circolare rapidamente e ovunque.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. colpa del governo che ha tolto l’obbligo di indossarla all’aperto!! in cina, pochissimi contagi giornalieri, la usano ancora!!

  2. Vuoi vedere che adesso i contagi sono aumentati per colpa delle mascherine, ma che bufala, questa è la stronzata, per coprire , tutte le cazzate fatte dal governo e dalla regione, ed in primis l’aver permesso a tuttii ed a tutto di fare ciò che volevano in estate, sardegna,grecia,malta,locali alla moda, discoteche,bar pieni come l’uovo. Adesso ve ne uscite con la mascherina …e gli ipocriti avevano già previsto la seconda ondata da giugno, perchè sapevano, per salvare l’economia, che tutta questa mobilità si sarebbe tradotta in un mare di contagi. Unico dato positivo che nella stragrande maggioranza non hanno sintomi, o sintomi abbastanza lievi almeno questo

  3. il “liberi tutti” lo ha decretato il luminare Zangrillo, dicendo che il virus fosse clinicamente morto. Il furbacchione aveva detto la verità, ma si riferiva a quel momento e alla situazione del suo ospedale. L’opposizione scellerata (è difficile esserlo più di questa maggioranza, ma ci sono riusciti) cominciò a strombazzare contro le misure governative adottate in precedenza e instillare nella gente l’idea che fosse tutto finito. Sono bastati pochi mesi, è da poco cominciato l’autunno, ci aspettano almeno 5-6 mesi e abbiamo già tensioni per i ricoveri in alcuni ospedali.

  4. L’estate dovevano lavorare e il Covid-19 non esisteva, ora che non possono portare avanti le tesi demenziali del clinicamente morto, si fa bordello per le restrizioni, applicate in tutta Europa!
    A parte qualche deficiente tipo Runner, questo è il peggio della classe imprenditoriale italiana, l’interesse economico anche a discapito della salute.

  5. La natura sta facendo il suo corso…tutto finira’ quando lei raggiungerà un nuovo equilibrio ed il covid sarà come un nuovo raffreddore.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.