Scuole chiuse, i presidi salernitani delusi da De Luca: “Sprecati gli sforzi estivi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
23
Stampa
Il lockdown delle scuole ha lasciato i presidi degli istituti salernitani delusi e divisi. Per molti di loro è risultata così inutile – come titola il quotidiano “Il Mattino” – una estate di sforzi. Chiusi tutti i plessi: 156mila alunni per quindici giorni a lezione solo a distanza. I dirigenti scolastici non nascondono la loro amarezza: «Investimenti e fatica sprecati, il rischio è che non tutti possano usare la rete».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

23 COMMENTI

  1. Ma i presidi fino ad adesso si lamentavano per la situazione di pericolo delle scuole aperte! Adesso si lamentano perché sono state chiuse…Mettetevi d’accordo!

  2. Certo dovete leccare la Azzolina??? ma vergognatevi??? lo sapete che il caos generato non a scuola, dove voi dirigenti scolastici sicuramente siete stati attenti, ma lo scompiglio sui mezzi pubblici per il trasporto ha fatto salire il contagio altro che movida.Cosa fare se non abbiamo la possibilità di fare un trasporto in sicurezza in Italia??? fare finta di niente e far morire migliaia di anziani??? Bravo De Luca, la tutela della salute prima di tutto, ecco perchè hai vinto le elezioni

  3. In estate c’è chi ha fatto enormi sforzi rispettando ogni forma di restrizione e chi ha fatto ciò che voleva cullandosi del fatto che qualcuno era impegnato politicamente e li lasciava fare indisturbati . Ottenuto il risultato desiderato ci ritroviamo a combattere di nuovo con un personaggio rabbioso, che vuole spadroneggiare imponendo dure regole e prende di mira i ragazzi togliendogli il diritto di andare a scuola. Nn ha dato nemmeno il tempo alla macchina organizzativa di mettere in atto quelle che sono le misure giuste , nn ha concesso ai ragazzi il tempo di adattarsi a ciò che era un mondo nuovo da imparare a vivere . Siamo succubi di uno scenario duro da accettare ma che il
    70% della Campania ha voluto . Bisognava prevedere le sue ingiuste regole e dare spazio a chi passo dopo passo ci avrebbe portato a convivere con questo virus. Ormai è tardi siamo comandati da un essere rabbioso col mondo, ostile in tutti i versi e contrario ad ogni forma di accomodamento, per lui nn siamo nessuno ed i nostri diritti vengono calpestati da chi guardandosi allo specchio nn capisce le difficoltà in cui viviamo ed i problemi che ci attanagliano quotidianamente perché la vita del politico viene pagata bene anche se sbaglia . Dovrebbe spiegarci cosa centra quest ostilità verso la scuola essendo uno dei luoghi più controllati e sicuri , purtroppo quando L ignoranza batte L ingegno ecco i risultati . L Italia ha un governo che lascia prendere a chi è inferiore politicamente ogni decisione , opponendosi con le parole ma nn tirandogli le orecchie e riportandolo al proprio posto . La Campania così nn potrà fare altro che farsi ancora più male , come dice un detto antico , chi è causa del suo mal pianga se stesso . Buona giornata a tutti

  4. Per i presidi salernitani: Quale sarebbero gli sforzi estivi? Non avete mai fatto niente adesso vi preme così tanto l’istruzione dei ragazzi. Ma facitm u piacer

  5. E’ una vergogna! lo dicono i numeri: le scuole sono i luoghi attualmente più sicuri, misuriamo la temperatura, mascherine obbligatorie, divieto di assembramento, distanziamento. Abbiamo speso fior di quattrini per la sicurezza e adesso ci dicono di chiudere. I giovani saranno meno impegnati e faranno assembramenti fuori dalle mura scolastiche con maggiore possibilità di contagio. La megalomania del governatore non deve essere il motivo di decisioni scellerate. Dal libertinaggio ante elezioni si passa al lockdown di fatto al post elezioni. A Salerno e Benevento ci sono meno casi che a Napoli. Almeno che si prendano provvedimenti seri e mirati!

  6. Ma i prof si lamentavano per le aperture, si dichiaravano soggetti sensibili…e ora…?…ma per favore

  7. Ma guarda che anche i casi di Napoli sono in numero risibile e fisiologico se confrontati alla densità abitativa della provincia

  8. Ma leggete la quantità di contagiati fra alunni e docenti in tutta la Campania e poi potete parlare!..Ha fatto più che bene

  9. riguardo ai presidi occorre distinguere. Ci sono quelli che hanno organizzato corsi per i docenti sulle varie piattaforme (G suite e Microsoft Teams) di didattica a distanza e sono già pronti a non lasciare soli i ragazzi. Ci sono quelli che, invece, credevano che sarebbe andato tutto bene e si sono fatti trovare impreparati. Questa mattina ci sono alunni di alcuni Istituti regolarmente collegati a distanza con i propri docenti e altri che stanno ancora a letto a chattare e ascoltare musica ad alto volume.

  10. prima delle elezioni cento tamponi al giorno…dopo invece migliaia e guarda un pò tutti positivi!
    ora le scuole chiuse non tenendo nemmeno conto dei bambini che subiscono le colpe e le disattenzioni di adulti incoscienti ed egoisti.
    i bambini e parlo di bambini non di adolescenti, dovevano essere preservati da questa chiusura scellerata in quanto a scuola tutti i protocolli sono rispettati!
    DE LUCA SI BUON SUL PE’ ROTATORIE E PE’ FUNTAN!

  11. Chiudere le scuole elementari e medie è un atto irresponsabile.. Al limite si poteva concedere la didattica a distanza ai ragazzi delle superiori perché più pronti e preparati alla tecnologia.. Inoltre sono stesso i ragazzi delle superiori che affollano gli autobus perché hanno distanze più lunghe.. Adesso scuole chiuse e ragazzi in libera uscita senza controlli

  12. infatti il problema è il trasporto pubblico al servizio delle scuole (superiori). Esiste un pendolarismo che costringe i ragazzi a stare anche un’ora accalcati come sardine. La didattica a distanza (che limiterei alle sole scuole superiori) consentirebbe di alleggerire il carico sul trasporto pubblico, che è utilizzato anche da non studenti. La Azzolina una cosa buona l’aveva detta, quando ipotizzò un ritorno a scuola con una rotazione degli studenti tra lezioni a distanza e lezioni in presenza. Fu presa a pomodori da tutti e si puntò sul banco monoposto, una delle scelte più demenziali del millennio. Adesso è passata dalla difesa ad oltranza della chiusura dello scorso anno scolastico alla apertura ad ogni costo in questo. I governatori avevano chiesto il ritorno alla DAD almeno per le superiori, ma lei non ha voluto ascoltare.

  13. C’è ancora gente che sostiene De Luca. Incredibile!!! Ovviamente nessuno che ammette una cosa semplicissima, e cioè che il problema dei trasporti era prevedibile e andava affrontato nell’estate riorganizzando le corse e implementandole. E invece De Luca non ha fatto nulla. E ora fa l’unica cosa che sa fare: chiudere. Perché ovviamente sa che la sanità da terzo mondo che abbiamo in Campania non è in grado di reggere un aumento sostenuto degli infetti.

  14. Per la vostra superficialità di quest’estate (perché bisognava andare in vacanza per forza…) adesso ci rimette la scuola (l’unico posto sicuro!). Vogliamo parlare degli assembramenti di adolescenti viziati davanti ai bar? Ovviamente tutto fatto prima e dopo di essere stati a scuola. Passatevi la mano sulla coscienza!!

  15. Si si De Luca doveva colpire con il lanciafiamme singolarmente tutti quelli che sono andati in vacanza ,fottendosene altamamente,o quegli idioti che cazzegiano senza mascherina davanti ai baretti….ha fatt buon!

  16. Io sono un marito di una docente e testimone di come è messa la scuola in questo momento, da settembre mese di apertura della scuola mia moglie è stata in quarantena 2 volte, 4 alunni contagiati e tre docenti lei ringraziando Dio sempre negativa, la scuola non ha provveduto a dare nessuno strumento di prevenzione, camici visiera e mascherina comprati da noi, banchi monoposto e sedie mai arrivati, genitori che portano i figli a scuola con raffreddore e in alcuni casi con la febbre addirittura, violando il protocollo anti covid che loro stessi hanno firmato, assembramenti fuori la scuola tra alunni e genitori, senza mascherine ovviamente, e voi ancora dite che la scuola è sicura ma davvero ci credete??? È da febbraio che la scuola era chiusa e c’era tutto il tempo per prepararla al meglio e invece niente, leggo “buttato tutto il lavoro fatto fino ad ora” cioè il niente perché il nostro ministro non ha fatto niente e smettiamola di prendercela sempre con chi decide e assumiamoci tutti le nostre responsabilità perché alle feste, in vacanza, dai cugini, al matrimonio, ecc non c’è andato di certo De Luca, noi sempre abituati a dare la colpa agli altri

  17. La scuola in realtà forse è anche sicura, il problema è l’assembramento all’entrata ed all’uscita, e i bus affollati. E’ lo stesso problema in tutte le città medio-grandi, vedrete che da lunedì le scuole saranno aperte solo con didattica a distanza in tutta Italia. Dovevano potenziare prima il trasporto prevedendo come farsi aiutare dai privati per aggiungere qualche corsa in più nelle fasce orarie di entrata ed uscita da scuola. Mentre x la scuola dovevano prevedere che all’innalzamento dei contagi già dopo i primi 15gg bisognava entrare in un fase di alternanza una settimana in presenza ed una a casa dalle scuole medie in su: già così dimezzi i ragazzi sui bus e fuori le scuole….E poi è vero, stavolta forse De Luca ha avuto fretta, poteva chiuderle solo a Napoli e provincia, oppure provare una settimana di chiusura dalle medie in su

  18. Vai a parlare della realtà della scuola con qualche ribusciato tastierista come Runner?
    Quelli vivono H24 fuori dalla realtà, pensa che nel loro mondo il Vairus non esiste!
    Esistono le emorroidi causate dallo Smart Working, e l’ulcera post elettorale, Ci vogliono scorte di Fissan e Malox per curarli dai dolori.

  19. sinceramente il problema non è all’interno della scuola, dove vigono stringenti regole sulla sicurezza che in altri posti ve li sognate, il problema sta in quegli spazi esterni dove ci si può fermare a chiacchierare, a prendere un caffè col gruppo di genitori che non vogliono più salutarsi con lo scambio di buongiorno, buongiornino e buongiornissimo sulle loro benedette chat di gruppo…ci vuole l’esercito e presìdi di controllo li dove ci sono le possibilità che si creino gli assembramenti… lasciateci lavorare a scuola con i nostri alunni, è più sicura di un ospedale!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.