Scuole chiuse in Campania, Codacons: ‘E’ violazione del diritto allo studio. Si chiede intervento Conte’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Le scuole da oggi 16.10.2020 in tutta la Campania saranno chiuse. Anche i Presidi sono contro l’ordinanza. Il MIUR, infatti, ha invitato i presidenti regionali a non sacrificare la scuola ed il conseguente diritto alla socializzazione dei ragazzi che si realizza in modo sano all’interno delle strutture didattiche.

I presidi hanno dichiarato che chiudere le scuole è una sconfitta. La modalità da remoto deve sì essere garantita, se dovessero presentarsi casi di isolamento di alcuni studenti, ma non deve essere la modalità principale dell’insegnamento.

La scolarizzazione degli alunni (momento fondamentale cui sono sottratti soprattutto i bambini che quest’anno iniziano le scuole) non solo serve per creare una corretta fruizione dell’insegnamento ma deve anche servire per dare i primi ritmi, le prime responsabilità ai ragazzi che si troveranno ad affrontare il mondo del lavoro.

La chiusura delle scuole è stata disposta perché, in base a quanto afferma De Luca nella scorsa conferenza stampa, “i contagi provengono dalle scuole e si diffondono nelle famiglie”.

Avranno scoperto un nuovo ceppo del virus cui non siamo a conoscenza? Un nuovo “covid-scuola”? “Sarebbero serviti pochi accorgimenti, la chiusura doveva essere limitata alle scuole dei comuni con numeri elevati di contagio o addirittura a scuole presenti in singole zone con elevato numero di contagio, i casi covid nelle province di Avellino, Benevento e Salerno sono pochissimi” afferma l’Avv. Matteo Marchetti, “si potevano scaglionare le uscite e gli ingressi in modo più incisivo e sistematico davanti gli istituti evitando contatti ed assembramenti anche con presidi delle forze dell’ordine.

Dove andranno adesso i ragazzi che non vanno a scuola? Si incontreranno in luoghi certamente meno sicuri e protetti degli stessi istituti. Che fine faranno i bambini entusiasti di essere tornati dopo mesi tra i banchi? Ma il presidente regionale sembra essere sordo alle istanze dei suoi cittadini e quindi ci si rivolgerà direttamente al Presidente Conte ed alla
Ministra Azzolina, perché” spiega Marchetti “venga impugnata l’ordinanza del 15.10.2020 e ci siano regole comuni valide su tutto il territorio nazionale in quanto la scuola non può essere sacrificata prima degli altri; ne va della tenuta psicologica dei nostri studenti dai più piccoli sino ai maturandi” e poi continua “ perché non sono stati aumentati i mezzi pubblici? Perché i covid hospital sono chiusi e inutilizzabili nonostante siano
state spese decine e decine di milioni di euro? Ma soprattutto perché penalizzare licei distanti centinaia di km da aree a rischio?”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. che casino che ha combinato, stavolta ha superato il limite, ma tutti quelli che lo acclamano dove stanno?

  2. I paurosi lo acclamano gente che vive nella paura di vivere gente che ha i soldi assicurati a fine mese quindi possono sfamarsi, questi lo acclamano, ricordiamoci senza lavoro non esiste futuro e senza soldi i figli non mangiano bye bye

  3. Ha fatto bene, invece. Assumendosene la responsabilità, e non è una scelta facile. Preferite contagiarvi ?

  4. È interessante come si chieda aiuto a Un primo ministro che ha calpestato dal 31 gennaio scorso la Carta Costituzionale violando in primis l’articolo uno. L’Italia è una repubblica fondata sul LAVORO. La magistratura tace

  5. mentecatti di ogni genere con scuse banali ecco chi siete tutti voi che commentate negativamente le misure di tutela alla salute. Possiate patire le sofferenze di una terapia intensiva..io l’ho vissuta e non lo auguro a nessuno…tranne che a voi mentecatti

  6. bisogna essere responsabili ma vivere nel terrore allora no stateci voi, lunedi 80.000 tamponi ieri 160.000 ci sta la differenza proteggiamo le persone fragili ma cosi diventa un autodistruzione di un sistema già precario.

  7. Il Codacons ha un numero unico nazionale a pagamento, 1 euro al minuto, come i telefoni erotici !
    Immagino il consumatore alle prese con i rantolìi. Vergognatevi.

  8. Mi ricorda la storia degli Avv. che volevano fare causa per le persone che a marzo si erano contagiati in ospedale.
    L’Italia è un paese che sprofonda, soprattutto per mancanza di equilibrio…
    Non chiudo le scuole …class action dei genitori dei contagiati (diritto alla salute)
    Chiudo le scuole, ricorsi Codacons ( diritto allo studio).
    Siamo un paese senza futuro, abbandonate le bandiere e ragionate, fatelo per l’Italia e per i vostri figli.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.