Covid: respinti i ricorsi sulla scuola, il TAR dà ragione alla Regione Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
30
Stampa
Con decreti n.1921 e n.1922  appena pubblicati, il TAR Campania ha respinto i ricorsi promossi avverso l’Ordinanza regionale n.79/2020 -con la quale è stato disposto l’obbligo di svolgimento dell’attività didattica “a distanza”-  rilevando tra l’altro che la Regione ha “esaurientemente documentato l’istruttoria sulla base della quale ha inteso emanare la gravosa misura sospensiva; dando conto, in particolare, quanto alla idoneità della misura adottata, della correlazione tra aumento dei casi di positività al COVID-19 e frequenza scolastica (verificata non solo limitatamente alla sede intrascolastica, ma anche con riguardo ai contatti sociali necessariamente “indotti” dalla didattica in presenza), nonché della diffusività esponenziale del contagio medesimo “.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

30 COMMENTI

  1. Mammine mettetevi a lavorare, ora non avete più tempo per le lunghe colazioni al bar ….hahahahahaha

  2. vorrei dire ai genitori che hanno fatto ricorso di vergognarsi, gli auguro come ho vissuto io, i dolori di una terapia intensiva. Cordiali saluti

  3. Quindi neanche al tar sanno che gli alunni di elementari e medie vanno a scuola a piedi o in macchina (e non coi pullman)!!!!

  4. Traducendo “i piccoli possono ammalarsi non dentro la scuola, ma arrivandoci”.
    Quindi no a capannelli all’ingresso ed all’uscita di mamme ansiose di mostrare la mascherina firmata, no a bus zeppi di “uagliunera” no a gruppetti di ragazzetti “filonari”…ma soprattutto no al parcheggio di figli a scuola per levarseli annanz ‘e pier.

  5. Ora è chiaro??? I figli teneteveli a casa e proteggeteli che la scuola non è sicura come ve lo devono dire???

  6. Per tutte le mamme che hanno protestato mi dispiace ma lo shopping, le amiche i pettegolezzi e il caffè al bar dovranno aspettare tempi migliori. Concentratevi sui vostri figli. E buona DAD.

  7. Mi dispiace mammine, la mattina invece di fare “assembramenti” davanti al bar dopo aver accompagnato i bimbi a scuola , o andare a correre al parco mercatello per scendere la ” panza” state a casa ad accudire i vostri figioletto e seguiteli negli studi ” a distanza” se ne siete all’altezza.

  8. Siete seriamente degli imbecilli, la scuola è una cosa primaria. E ditemi idioti il vostro caro presidente cosa ha fatto in questi 7 mesi per potenziare il trasporto pubblico ? Ve lo dico io un bel niente è solo chiacchiere e distintivo. Ovviamente per per Gianluca e 15:08 è più importante che resti aperto il Bingo o la snai per la bolletta, vero ?
    Un popolo di idioti come voi va governato con la mazza.

  9. Quanta invidia! E’ normale che quelli che parlano sono quelli che non hanno figli. E ci credo, chi si metterebbe con degli sfigati come voi? Buona permanenza sul balcone.

  10. vorrei sapere chi ha speso 4.000 euro di bolli per una causa persa. Perchè, se non lo sapete, quello è il costo fiscale per presentare ricorso al TAR

  11. De Luca ha ragione anche se non l’ho votato, punto.

  12. è strano come in italia, un giudice, cioè una o al massimo tre persone, possano intervenire su una decisione presa da un’istituzione a ciò deputata.
    è altrettanto strano leggere chi si lamenta che hanno chiuso le scuole (soprattutto quei genitori che perdono ore la mattina davanti ai bar o che si lamentano che non hanno il pc ma poi hanno il più costoso dei cellulari ecc…) e chi si lamenta che le hanno riaperte (asili) e che i loro figli possono ammalardi..
    si deve concludere che le decisioni vanno prese e basta come ha fatto de luca…..
    sarebbe stata preferibile, sin dall’inizio, rendere facoltativa , a scelta dei genitori, la dad e quella in presenza così da ridurre gli alunni nelle aule e la pressione sui trasporti. Almeno tutti si stavano ZITTI: a ciò il governatore non ha pensato in quanto si è fatto riprendere la mano da onnipotenza e perchè, per evitare brutte figure sulla sanità, ha voluto evitare ogni problema a monte.
    tanto gli stipendi li paga lo stato che, per soli motivi economici, e in contrasto con gli scenziati, non vuole chiudere le scuole.

  13. Riunioni all’aperto per le mammine che facevano assembramenti davanti le scuole, come faranno ora senza chiacchierata e colazione mattutina!

  14. Normale … le regioni possono in materia sanitaria adottare misure in deroga a quelle governative, solo se sono più restrittive.

  15. Bravo De Luca meglio morire di fame tanto i furbetti troveranno il modo di rifarsi io non voglio morire per i vostri lustri interessi di Covid meglio chiudere tutto per un 15 gg sperando in tutti i Santi che ci aiutino Solo Loro a questo punto possono Aiutarci

  16. Avete voluto l’intervento del TAR e il TAR vi ha detto, per l’ennesima volta, che siete dei perditempo. Ora state zitti, per piacere, e rispettate l’ordinanza.

  17. E comunque per tutti questi filosofi: E’ pur vero che i piccoli non vanno a scuola con mezzi pibblici , ma quando sono nei plessi ci saranno anche adulti tipo professori, segretari, bidelli o non avete mai sentito parlare di queste figure…….MA FACIT U PIACER se tenete davvero ai vostri figli teneteveli a casa.

  18. Veramente state da fuori…
    La scuola per molti di voi è solo un parcheggio perchè mamma e papà chissà cosa andranno a fare dopo…Allucinante!
    I bambini delle scuole elementari poi giustamente prendono treni e bus…
    Infine, care capre giulive ipocondriache, le scuole chiudono perchè il vostro de luca non ha fatto nulla proprio per scuole, sanità e trasporti…per non parlare della gestione dell’estate e del periodo elettorale.
    Contenti voi! Ignoranti ma felici!

  19. Come al solito si danno notizie distorte, e sulle notizie distorte, si generano commenti ancora più distorti. Il TAR, nel testo del suo decreto dice testualmente. CHE LA ESPRESSA TEMPORANEITA’ DELLA MISURA, ED IL MANIFESTATO PROPOSITO DI RIMODULARE IL PROVVEDIMENTO IMPUGNATO, ALLA LUCE DEL DPCM EMANATO IERI……DAL GOVERNO, HANNO PORTATO A RESPINGERE IL RICORSO. Tradotto in parole. la chiusura scade il 30/10/2020, ma non è escluso, che si possano prevedere, doppi turni, e orari differiti, come indicato dal governo. In sostanza , come per gli asili nido e le scuole materne, vi è una nuova marcia indietro da parte della Regione Campania. Per cui , se non subito , ma a novembre si riapre, e probabilmente con turnazione. Un consiglio spassionato, prima di scrivere , approfondite gli argomenti, di cui volete lasciare un commento.

  20. Tu se hai figli che problemi hai?
    Invece di scrivere stronzate tutta la giornata su salernonotizie, fai una cosa ….segui anche tu le lezioni a distanza….sono sicuro che il quoziente intellettivo aumenterà a prescindere dall’ordine e grado delle lezioni!

  21. La cosa peggiore di tutta questa storia è la consapevolezza che viviamo in una società di stupidi ignoranti e superficiali che non capiscono l:importanza della scuola in presenza per i bambini. Pensate alle mamme invece di pensare a tutti quei bambini che stanno perdendo quelle occasioni di crescita che faranno di loro buone persone. Fate veramente schifo!!!!

  22. Dai commenti sgrammaticati, capisci chi sono gli elettori di De Luca, gente che non conosce la differenza tra è verbo e la “e” congiunzione. È normale che a voi che i ragazzi non vanno a scuola non vi importa.

  23. X Ciccio 78: importante è qualsiasi cosa in questo momento produca reddito. Per cui accutite i figli e statv a cas poi se lavorate non vi abbuffate solo voi pagate una ragazza e li fate guardare.

  24. Sono una tutor di ragazzi dalle medie all’università. Purtroppo la dad non funziona perché sono gli stessi prof non tutti per fortuna che non si presentano nelle ore previste di videolezione online. E quando si palesato è tutto un rimprovero verso i ragazzi. Ve lo dico da vecchia insegnante i ragazzi non sono tutti uguali ad alcuni faceva piacere veramente venire a scuola e non è il momento di mortificare ma di educare. Purtroppo non credo che colleghi e ragazzi potranno tornare presto nelle aule e quindi bisogna collaborare.

  25. La scuola in presenza è un bene primario per i nostri bambini!! Ma che caspita dite? Pensate alle mamme che prendono il caffè, ma non ai bimbi che hanno bisogno di stare insieme e crescere come persone!! La scuola è vita!! È socialità! È speranza!! Non è stare davanti ad un pc!!! Ignoranza è dilagante!!

  26. Sicuramente il non andare in presenza a scuola è una grave perdita per i bambini, anche se il 99% dei genitori non si preoccupa della alienazione asociale che provocano cellulari e tablet che i bambini utilizzano massivamente!
    Poi ….tranne che per qualche folle negazionista, o irriducibili anti De Luchiano, lo volete capire che i vostri figli non vanno a scuola perché esiste una Pandemia che ha fatto 1 milione e 100 mila morti nel mondo?
    36.000 morti in Italia?
    I contagi aumentano?
    Non esistono posti sicuri?
    La filosofia in tempo di pandemia lascia spazio al pragmatismo!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.