Situazione drammatica. Ricciardi (Oms): “Lockdown locali, cominciare da Napoli e Milano”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Lockdown mirati subito, o due settimane di blocco non saranno sufficienti. E’ la sintesi del pensiero di Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute. «Non bisogna aspettare fino a Natale – ha dichiarato ad Agorà l’esperto – oggi magari bastano due settimane, ma quando più si va avanti, poi non bastano più». Parte così una disamina sulla diffusione del coronavirus in Italia negli ultimi giorni e le possibili soluzioni. Se perdiamo tempo sarà molto peggio Ricciardi ha parlato delle feste di fine anno. E alla domanda che Natale sarà per gli italiani che affrontano questa seconda ondata di contagi da coronavirus, ha risposto: «Dipende da quello che decidiamo in questo momento. Se prendiamo tempestivamente, adeguatamente e proporzionatamente le misure giuste avremo un Natale, non voglio dire normale, però quasi normale. Se temporeggeremo, vedremo nelle prossime settimane un aumento esponenziale dei casi, soprattutto in alcune aree del Paese, e poi dovremo prendere decisioni durissime più tardi, ma allora servirà molto più tempo». E di tempo Coronavirus: per il professor Ricciardi sono necessari interventi mirati e immediati per circoscrivere il contagio in alcune zone è sbagliato arrivare a Natale. E’ una posizione, quella sugli interventi immediati e mirati, che Ricciardi mantiene da tempo. E cioè: non si può perdere tempo e non è più la stagione delle mezze misure. Ovvero: il coronavirus va affrontato subito in maniera decisa per non pagarne dopo le conseguenze. E dunque: lockdown mirati laddove l’infezione è palesemente andata fuori controllo. Le zone in questione sono due: Napoli e Milano. Più alcuni focolai sparsi altrove, dove potrebbero bastare dei blocchi ancora più localizzati. Oltre i 10.000 casi al giorno, non c’è più controllo «Un’epidemia – ha continuato – si combatte con i comportamenti delle persone e con il tracciamento, ma quando vai oltre 10.000-11.000 casi e non riesci più a tracciare e allora devi contenere. In certe situazioni ormai il contagio è tale che deve essere fatto un lockdown, mirato ma deve essere fatto». Non Lombardia e Campania, ma Milano e Napoli Per il professor Ricciardi le misure contenute nel nuovo decreto del governo «vanno bene rispetto al territorio nazionale, ma c’è la necessità di integrare questi provvedimenti in alcune aree precise in cui la curva di crescita è esponenziale. Non parlerei di Lombardia, ma di Milano, non parlerei di Campania, ma di Napoli. E intanto comincerei a preoccuparmi per Roma

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. PUO’ COSIGLIARE ANCHE AL SINDACO DI SALERNO DI ANNULLARE “LUCI DI ARTISTA” PER IL 2020.
    E’ ASSURDO SPENDERE IMPORTI ASTRONOMICI PER QUALCOSA CHE NESSUNO POTRA’AMMIRARE IN PERIODO DI PANDEMIA. DIROTTARE QUEGLI IMPORTI A SCOPI PIU’ UTILI E NON TROVARE LE SOLITE SCUSE ” SONO IMPORTI PER LE LUCI”, SCIOCCHEZZE, SOLO SPRECO SENZA MOTIVI LOGICI.
    CREDO CHE I SALERNITANI NON SARANNO CONTENTI DI PAGARE LA TARSU IN TRE RATE E VEDERE CIRCA UN MILIARDO SPRECATO PER I CAPRICCI DI SINDACO ED ASSESSORI, DOVETRE DAR CONTO AI CITTADINI

  2. Ricciardi aveva una carriera come attore di sceneggiate accanto a Mario Merola, non era meglio che continuava?

  3. La matematica non è un opinione, volete le grandi metropoli e le aree ad alta densità di popolazione con le sirene delle autombulanze per tutto il giorno?
    Dai professori ditemi che andrebbe fatto?
    I morti aumentano, i contagi aumentano, i sintomatici aumentano, la carenza di posti letto aumenta, gli unici che non diminuiscono siete voi irriducibili paranoici negazionisti, oltre che criticare ….dai buttate qualche teoria o pozione magica …. vieni avanti cretino!

  4. esatto!! chiudere i Comuni con tasso di contagiati elevato e non le areee molto meno critiche!!!!

  5. A prescindere dal passato sta dicendo cose sensate a differenza di tanti politici.
    Intervenire oggi non domani.
    E inutile monitorare 10 mila casi xke il sistema non tiene più.
    Chiudere tutto solo nelle zone dove è necessario.
    Applicare misure di contenimento nel resto.
    Giusto per dirla una volta per tutte gli asintomatici sono portatori del virus ( i peggiori perché non li si riconosce) e quindi possono infettare chiunque, soprattutto familiari e specie i più deboli esponendo i a gravi rischi. Se non siete in grado di capire questo o siete ignoranti o contestare per partito preso.

  6. Per i tre scienziati da tastiera nostrani…in Lombardia coprifuoco dalle 23.

    Dovrebbero farlo anche in Campania…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.