Campania verso il lockdown per 30-40 giorni. Chiude tutto tranne attività essenziali

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
La Campania verso il lockdown totale. Nel giorno in cui la Regione, in sole 24 ore, ha registrato il record di 2mila e 280 nuovi contagi per Coronavirus, il presidente dem Vincenzo De Luca ha annunciato in diretta Facebook che metterà in atto le procedure per una “chiusura totale“, fatta eccezione per le attività essenziali. Una decisione che il governatore ha accompagnato con la richiesta al governo di fare altrettanto per tutto il territorio nazionale.

“Per l’Italia deciderà il governo, per la Campania faremo quello che riteniamo giusto per noi”, ha dichiarato. “Dobbiamo chiudere per un mese, 40 giorni e poi si vedrà ma senza soluzioni drastiche non possiamo reggere. Non voglio vedere la fila dei camion con le bare. L’unico obiettivo deve essere salvare la vita delle famiglie, tutto il resto ora non conta nulla”.

A spingere verso la chiusura, una situazione dei posti letto in ospedale che De Luca ha definito “pesante”: “La programmazione ci consente ancora di reggere“, ha detto, “ma con questi numeri non c’è nessun sistema ospedaliero al mondo in grado di reggere l’onda d’urto. Oggi reggiamo grazie al sacrificio di migliaia di medici e personale sanitario ma nel giro di pochi giorni rischiamo di avere le terapie intensive intasate”.

E, ha continuato: “Dobbiamo chiudere tutto e dobbiamo decidere oggi, non domani. Siamo ad un passo dalla tragedia”. Pochi minuti prima il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo al Festival del lavoro, aveva ribadito invece che “va scongiurato un lockdown generalizzato”.

Il discorso di De Luca in diretta Facebook: “Chiudere le scuole per ultimi? Da irresponsabili” – “Oggi siamo chiamati a prendere decisioni forti, definitive ed efficaci, per far fronte a una situazione che è diventata pesante”, ha esordito De Luca.

“Ogni giorno che passa rischia di aggravarsi in maniera insostenibile la situazione dell’epidemia. Per questo io ritengo che non ci sia più un’ora di tempo da perdere. Perfino l’ordinanza che entra in vigore oggi è già superata dai dati del contagio con i quali dobbiamo fare i conti.

Io credo che dobbiamo decidere oggi, non domani, non fra una settimana, perché davvero non abbiamo più davanti tempo da perdere. Avevamo immaginato una chiusura parziale, ma per i dati che abbiamo non basta più neanche questo. Dobbiamo decidere di chiudere tutto”.

La chiusura totale non riguarderà le attività essenziali: “Io credo che dobbiamo chiudere tutto tranne le attività industriali, agricole, dell’edilizia, l’agroalimentare, le forniture agroalimentari, le cose che abbiamo già conosciuto a marzo e aprile. Chiudere tutto tranne che le attività essenziali. Credo che dobbiamo bloccare la mobilità tra regioni e tra comuni, tentando di difendere per quanto possibile le attività produttive”.

De Luca è stato il primo presidente di Regione a chiudere tutti gli istituti scolastici con un braccio di ferro con il ministro della Scuola Azzolina: “E’ stupido, da irresponsabili dire che le scuole vanno chiuse per ultimo”, ha continuato. “Di fronte ad un aumento di contagi come quello che abbiamo registrato tra docenti e alunni, l’unica risposta che la ragione può dare è quella di evitare che il contagio si diffonda. La priorità non sono gli ideologismi ma bloccare i contagi. Le decisioni non si prendono in astratto ma sulla base dei numeri”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Io sono elettricista se chiudono le attività commerciali penso che di ferma tutto compreso l’edilizia

  2. GOVERNATORE MA COSA STA’ FUMANDO?
    CAMBIA SPACCIATORE
    CON IL LOCKDOWN X 30\40 GIORNI
    I COMMERCIANTI E I DIPENDENTI VENGONO A PRANZO E CENA A
    CASA SUA?
    LEI STA’ DELIRANDO

  3. questo succede quando apri solo la bocca ma poi non si fa niente. che bella figura signor sceriffo, fatta la campagna elettorale a chiacchiere e uscita la verità. molti già lo sapevano vhe con chiacchierone era solo fumo. la peggior regione, complimenti veramente

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.