De Luca: “Siamo ad un passo dalla tragedia, oggi 2280 positivi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
20
Stampa
«Decisioni importanti sulla nostra vita che riguardano il Covid-19». Le annuncia in una diretta Facebook il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Non c’è tempo da perdere, non possiamo pensare agli sciacallaggi», dice il Governatore. «Oggi non domani dobbiamo prendere decisioni efficaci. Non c’è più un’ora di tempo da perdere e perfino l’ordinanza che entra in vigore oggi è già superata dai dati del contagio con cui dobbiamo fare i conti: non c’è più tempo da perdere», dice con tono grave.

I dati di oggi:

“Si contano +2280 contagi Covid, su 15.800 tamponi. Abbiamo 14,5% contagi rispetto al 12,8 di ieri. “Abbiamo 9 morti ogni 100mila abitanti in Campania, il numero più basso rispetto alle altre regioni italiane. Questo dato va difeso con i denti ed è il risultato principale della battaglia contro il Coronavirus. Tutto il resto è secondario. L’obiettivo principale è difendere la vita umana dei nostri concittadini e la difendiamo se prendiamo decisioni ma anche se abbiamo comportamenti responsabili e civili”.

PROPORZIONE MORTI OGNI 100MILA ABITANTI

Lombardia 169 morti, Liguria 108, Emilia 101, Piemonte 97, Marche 65, Veneto 46, Toscana 33, Friuli 30, Lazio 18, Puglia 16, Sardegna 11, Umbria 11, Campania 9.

LA NUOVA STRETTA

«Chiederò al governo un lockdown nazionale, e per quanto riguarda la Campania decidiamo di chiudere tutto. Propongo un lockdown per l’Italia deciderà il governo, per la Campania faremo quello che riterremo giusto per noi», dice De Luca come già annunciato.
«La chiusura prevista è quella di tutte le attività non essenziali. Dobbiamo fare quello che abbiamo fatto a marzo, tentando di difendere per quanto possibile quanto possibile. Oggi siamo ancora in tempo. Abbiamo una situazione pesante, ma non siamo alla tragedia. Domani lo saremo. Io non voglio trovarmi di fronte qui da noi ai camion militari che portano centinaia di bare di persone decedute».

A livello nazionale «il dato dei contagi sarà pesantissimo», anticipa De Luca. «A mano a mano che il numero dei positivi cresce, aumenta anche il numero delle persone che hanno sintomi anche gravi. Rispetto a marzo abbiamo l’apertura delle scuole e la stagione influenzale. Andiamo verso l’inverno, non verso la primavera-estate. Sono tutti elementi che allora non c’erano.

Con questi numeri «non c’è nessun sistema ospedaliero al mondo a reggere una tale onda d’urto. Nel giro di pochi giorni rischiamo di avere le terapie intensive intasate».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

20 COMMENTI

  1. ha passato mesi a fare lo sciacallo contro le altre regioni ora si incavola chi accusa lui !!!! che ridicolo !!!!

  2. Ma in tutti questi mesi che avete fatto per fermare i contagi su trasporti,terapie intensive,tamponi,tracciamento,scuola, apertura nuovi ospedali,

  3. la gente intasa gli ospedali ma sono soggetti covi che possono stare benissimo a casa solo che a casa non li vogliono tenere e li portano in ospedale,mi deve dire questo signore quanti pazienti covi sono in condizioni critiche,blocca la campania-il virus circola sempre-distrugge quel poco di commercio rimasto e distrugge le famiglie per non parlare dell’istruzione dei nostri figli e’ solo un parassita inadeguato al ruolo che ha,e gli stronzi l’hanno pure votato!!!!!!!!!!!!!!!

  4. ci sono più contagiati che residenti in Campania, ah già la whirpool deve chiudere, quindi lockdown, altrimenti non può chiudere, che peccato moriremo tutti

  5. Parlare di sciaccallaggio quando politici, virologi e falsi virologi senza scrupoli,improvvisati esperti di pandemia… hanno aprofittato della situazione mi suona un po strano , ma nessuno si dimette , in altri paesi cosi funziona……

  6. Io mi chiedo a che servono tutti questi tamponi, ci dite i dati che volete voi ma nei contagiati non scorporate i ricoveri sociali , i falsi positivi etc. bisogna tamponare solo chi ha sintomo altrimenti tra 10 giorni non basteranno neanche le cantine e i garage privATI PER RICOVERARE LE PERSONE ALTRO CHE TERAPIA INTENSIVA. SE si ricovera tutti e’ normale che avvenga il collasso .In turtto questo i medici di base dove stanno?Perchè De Luca non lo spiega questo? Visitano solo su appuntamento , le visite domiciliari sono un miraggio , insomma con la scusa del Covid la gente muore di altre malattia o quanto meno non si cura più bene. perchè il sig, De Luca non interviene? Se il carabiniere ha paura di arrestare l’ assassino deve fare un altro mestiere, se il minatore ha paura dei crolli in miniera deve fare un’altro lavoro, non esiste che un vigile del fuoco abbia paura del fuoco, a certa gente quanto meno andrebbe dimezzato lo stipendio che gli paghiamo con le nostre tasse , e chi vo capì capisce.

  7. Guarda caso giusto ieri il limite del governo e poi arriviamo a 2300 in un attimo . Avete rotto il cazzo

  8. Troppe coincidenze si dice un numero e il giorno dopo si raggiunge perfettamente. Ma insomma ci vogliamo svegliare? Ci stanno manovrando in maniera plateale e noi zitti.

  9. adesso ve la prendete con De Luca? Prendetevela con chi diceva che il virus era clinicamente morto, con chi faceva i selfie e gli assembramenti senza mascherina, con chi parlava di complotto di Bill Gates

  10. Gli sta franando la terra sotto i piedi, se continua così non può candidare il figlio a sindaco si Salerno, ma chi lo voterebbe?

  11. MIX condivido in toto quello che hai detto. Vorrei sapere il numero dei positivi che stanno morendo!!!

  12. X ANONIMO: sei proprio un stupido!!!!!se non ci fosse lui a guidarci in tanti morivano.non pensate alla scuola (tanto ignoranti restate)proprio in piena pandemia dovete pensare alla scuola!!!!!

  13. La colpa è sempre degli altri, vero Papino?
    Non puoi ammettere di aver fallito?
    Avevi detto che in Campania era stato fatto tutto prima e meglio di altre regioni per affrontare la seconda ondata della pandemia.
    Che in Campania era stato fatto un miracolo mentre al nord si contavano i morti per strada.
    Non credi che sia giunto il momento di denunciare il tuo fallimento?
    Grandissimo bluff……

  14. Facile sparare su De Luca ma vi faccio una domanda a tutti voi scienziati da tastiera, ma le persone in questi mesi che comportamenti hanno avuto per limitare il cv ontagio?tutti hanno ripreso a fare la vita di prima,a maggio era stato detto chiaramente che ci sarebbe stato un ritorno del virus e molto peggio dei prima, in estate le persone si sono sfrenate peggio del solito, i vari richiami fatti in questi mesi sono andati a farsi benedire ed ora la colpa è di De Luca, Vergognatevi per quello che scrivete

  15. questo menomato mentale che abbiamo alla regione non vede che oramai il vento e’ cambiato la gente non lo crede piu e nella disperazione puo succedere di tutto altro che chiusura questo fara’ scatenare una rivolta.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.