Autismo: in Campania tornano le classi speciali?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
A dieci giorni dalla chiusura delle scuole in Campania e dopo che famiglie e associazioni degli alunni nello spettro autistico  hanno dovuto come sempre  reclamare con forza il diritto allo studio per i loro figli sancito dalla costituzione, finalmente si risponde con un rimedio che ancora una volta sembra una presa in giro.

L’ordinanza 82 della Regione Campania. chiedeva ” l’avvio immediato di progetti finalizzati alla didattica in presenza per i bambini autistici e/o con disabilità”, qualcuno invece di progettare cercando  trovare soluzioni innovative e coraggiose per la didattica inclusiva ha pensato bene di lanciare un “revival” andando a ripescare le classi differenziali.

la scuola in presenza con i compagni di classe,  NEGATA, solo i disabili possono frequentarla, insomma  l’ordinanza 82 annienta la disabilità , distrugge il bisogno di scuola del compagno di classe, dispone “ l’ASSEMBRAMENTO della disabilita” con le classi speciali, (due docenti , sostegno e curricolare senza un progetto e senza la classe , strano il silenzio della scuola che conosce la verità) , dichiarando ufficialmente l’assoluta incompetenza sull’autismo .( i progetti personalizzati dove  sono?)

L’idea infatti è quella di consentire il rientro a scuola in presenza degli alunni autistici, e dei soli alunni disabili o con Bes, con l’insegnante di sostegno affiancato a turno da un docente curriculare. In un’aula vuota, di fatto un non luogo, pochi alunni, tutti con problemi diversi, a guardare in uno schermo il resto della classe, che fa lezione a distanza e se qualche alunno, specie autistico, non ce la fa a restare a guardare poco importa i docenti si inventeranno qualcosa o cercheranno di far passare il tempo.

Se, come famiglie dei ragazzi autistici, consentiremo l’esperimento ad emergenza finita si potrebbero aprire scenari inquietanti che riporterebbero indietro la scuola italiana tutta. L’inclusione vera vuole progetti e scambio tra pari!

Legge 134/2015 , Decreto Scuola, delibera 594/2019, Sentenze infinite

Più rispetto e considerazione, soprattutto azioni funzionali !

COMUNICATO A FIRMA DELL’ASSOCIAZIONE ‘AUTISMO CHI SI FERMA E’ PERDUTO’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ad ogni decisione presa c’è sempre qualcuno che ha da dire la propria! Non è un ritorno alle classi differenziali, ma è un modo per andare incontro alle esigenze dei ragazzi in difficoltà con una didattica realmente personalizzata e individualizzata. S mettiamola di fare proteste sterili. L’alternativa è tenere i ragazzi a casa… In questo caso in inattività!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.