Azzolina-De Luca, ancora scontro sulla Dad: “Riaprire le scuole di primo grado”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Azzolina ancora contro De Luca e la scelta di applicare la Dad. La ministra dell’Istruzione – come titola il quotidiano “Le Cronache” – ribadisce che gli studenti campani passano il loro tempo nei centri commerciali. La Azzolina, anche lei ospite da Fazio, si rivolge al governatore e chiede di riaprire le scuole di primo grado.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Dobbiamo dire che anche le elezioni regionali hanno inciso sul dato di incremento dei positivi, in due giorni prima dell’avvio della didattica in presenza tutta la regione si è trovata a votare con misure di sicurezza inesistenti. Quindi la colpa non è solo della scuola che tra le altre cose si è mossa in modo ineccepibile

  2. Ormai si prendono misure di chiusura senza riflettere, L’Istituto superiore della Sanità, ha ufficialmente dichiarato, che nelle scuole il contagio è molto limitato… rispetto ad altri luoghi ed altre situazioni. Poi ci sarà sempre il cretino che fa discorsi del tipo… ,le mamme voglio scaricare i figli a scuola per andare al bar o sciocchezze simili lasciamo perdere .. il COVID sta facendo uscire tutta la ignoranza, ma soprattutto, il qualunquismo della gente che non sa che dire… ,

  3. È una vergogna la chiusura indiscriminata delle scuole in campania senza tener conto delle diverse situazioni e realtà. Ma soprattutto senza tener conto dell’ISS che ancora una volta nel suo ultimo report ribadisce che le scuole non sono veicolo di contagio e che i problemi siano fuori. Riaprite le scuole.
    Questo è tratto da articolo ansa di oggi.
    “La scuola, anche secondo l’Iss, non è un veicolo di diffusione del contagio. I trasporti non ce la fanno? Compriamo più bus. Le Asl non ce la fanno a fare tracciamenti? Rinforziamole. Le scuole aperte, ricordo, sono garanzia di monitoraggio”.
    “Il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità dice che la trasmissione del virus dentro le scuole è ancora limitata. I focolai a scuola nella settimana dal 12 al 18 ottobre sono solo il 3,5% di tutti i nuovi focolai che si registrano nel Paese. Ma il dato più sorprendente è un altro: la settimana precedente (5-11 ottobre) erano il 3,8%.”

  4. LA MINISTRA DEL NULLA. LA SCUOLA DEVE RESTARE CHIUSA E VA FATTA A DISTANZA. UN ESTATE INTERA PER NON FARE DUE COSE SEMPLICI: TROVARE STRUTTURE PROVVISSORIE IN OGNI SINGOLO COMUNE DA UTILIZZARE COME AULE CON PROGRAMMAZIONE DI TURNI (IN PRESENZA AL 50%) DI MATTINA E POMERIGGIO DI STUDENTI, ALTRO CHE 25/30 ALUNNI IN OGNI AULA PER 5 ORE, AUMENTARE CON AUTOBUS ANCHE PRIVATI CON IL SOSTEGNO ECONOMICO DELLO STATO IL TRASPORTO PER GLI STUDENTI IN MODO DA VIAGGIARE IN SICUREZZA. INVECE IL NULLA

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.