Istituto Superiore di Sanità, Brusaferro: “Importante individuare asintomatici”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
 E’ importante “individuare gli asintomatici” perché “individuare le persone portatrici del virus è la prima frontiera per fermare l’infezione. Bisogna tenere la curva dei nuovi contagi sotto una certa soglia, facendo in modo che le persone identificate come positive si possano tracciare”. Lo ha spiegato il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro, intervenendo in audizione in Commissione Sanità del Senato. “E’ importante”, ha proseguito, “continuare a tracciare i positivi, senza mollare la presa: se il numero è eccedente e non si può più fare, si adottano misure per ridurre il numero dei positivi sotto la soglia”.

Brusaferro, anticorpi monoclonali saranno arma importante

“La disponibilità di anticorpi monoclonali sarà uno strumento molto importante e potente. C’è anche una produzione italiana, oltre a quella americana, che darà risultati nel prossimo anno. Quando saranno disponibili, la possibilità di trattare pazienti con determinati livelli di gravita’ consentirà di avere delle prognosi molto più favorevoli”.

“L’epidemia e’ oggi largamente diffusa in tutta l’Italia e non più localizzata. L’indice Rt, che descrive la velocita’ di diffusione del virus, da l’idea della crescita che stiamo vivendo: e’ in tutte le regione superiore a 1 e molte realtà lo superano ampiamente”. Lo ha spiegato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) Silvio Brusaferro, durante l’audizione in Commissione Igiene e Sanità del Senato. Siamo arrivati fin qui, ha aggiunto, “dopo un periodo estivo con numeri limitati e un periodo settembrino in lieve e progressivo aumento, che ha avuto il suo picco nelle ultime due settimane”. L’età mediana delle persone che contraggono l’infezione è “oggi di circa 40 anni, nel periodo di picco era 60-70. Nel periodo estivo circa 30 anni”.

Brusaferro (Iss): “In studio su plasma finora 188 pazienti”

Nello studio Tsunami Italia, che mira a valutare l’efficacia del plasma nella cura del Sars-cov-2, “al 26 ottobre sono stati 188 i pazienti inseriti”. Il trial, in cui “sono coinvolti 79 centri clinici e 88 centri trasfusionali”, prevede “l’arruolamento di 474 pazienti ma ha avuto rallentamento in parte dovuto al fatto che in estate, fortunatamente, il numero di casi di persone con infezione grave è decresciuto ed è stato limitato. Con la situazione attuale raggiungerà la soglia dei pazienti da arruolare in tempi più rapidi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. che a questo punto bisognerebbe individuare anche gli Asino-Sintomatici tipo Runner e il Prof. Pino Ciuccio Bello(oramai latitante con il suo sapere taglia e incolla di fake mondiali).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.