Salernitana – Reggiana, la partita “fantasma” non è ancora finita

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salernitana – Reggiana non è mai iniziata ed ancora non è finita: dopo una settimana passata a sfogliare la margherita – “si gioca, non si gioca” -, si prosegue con le polemiche del post – partita “fantasma”. La squadra di Castori, in queste ore, passa dal primo posto virtuale a quello effettivo, ma deve comunque sopportare il peso dei veleni e delle accuse piovute non solo da Reggio Emilia. Oltre all’obbligo morale, anche perché in termini di numeri legati ai contagi, quello della Reggiana era ed è un caso limite, però ci sarebbe da evidenziare l’esistenza di un regolamento che disciplina i rinvii per Covid e che è stato approvato e licenziato venti giorni fa.

Eppure, con una tale situazione epidemiologica in atto, non è stata per nulla contemplata la possibilità che, in caso di un alto numero di contagiati, all’interno di una squadra si potesse procedere in altra maniera. Così facendo, non è stato fatto altro che mettere “l’un contro l’altro armato”, trascurando, tra l’altro, anche l’aspetto umano, perchè quando si elencano i contagi nelle squadre, sembra si dia per scontato che nel calcio siano tutti asintomatici e pronti a recuperare la forma in tempi record. I giocatori non sono robot, il Covid è reale e contagia anche nel mondo del pallone, nonostante test e tamponi frequenti effettuati dalle squadre. Preso atto di questo, le istituzioni calcistiche hanno stilato un regolamento che non prevede eccezioni particolari, ragion per cui, situazioni, come quella a cui sono andate incontro Salernitana e Reggiana, si ripeteranno, purtroppo spesso, se non si impone uno stop anche al campionato. E’ per questo che qualsiasi polemica, qualsiasi appello alla lealtà sportiva sono destinati a cadere nel vuoto, se le stesse istituzioni sportive restano indifferenti di fronte all’eccezionalità delle situazioni che si verificano nei campionati in piena pandemia.

Quanto accaduto per Salernitana – Reggiana deve far riflettere tutti, in maniera seria, sul futuro di questo campionato. La partita, mai disputata, intanto, rimane aperta. Sul fronte della giustizia sportiva si andrà comunque avanti, perché la Reggiana presenterà reclamo per opporsi alla sconfitta a tavolino, appellandosi, come già fatto nell’istanza presentata sabato pomeriggio via pec, alla causa di forza maggiore contemplata dall’art. 55 delle Noif. La Lega fa leva, invece, sul regolamento approvato lo scorso 13 ottobre dal Consiglio direttivo. Alla fine la Salernitana avrà i suoi tre punti a tavolino, ma la questione resterà ancora aperta.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.