Conte cambia tutto e allenta le misure per la Campania nel giorno del record di contagi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Nell’ultimo provvedimento firmato da Giuseppe Conte, l’Italia è stata suddivisa in tre fasce e a ognuna di queste è stato assegnato un colore: la zona gialla è stata attribuita alle regioni dove il rischio è considerato più basso ed è quella dove le restrizioni sono meno drastiche. In queste regioni valgono dunque le misure generali di carattere nazionale, tra cui il divieto di spostamenti tra le 22 e le 5. Palazzo Chigi: le restrizioni riservate alle tre aree “saranno in vigore a partire da venerdì 6 novembre”.

La Campania in poche ore è passata da una situazione di elevata criticità (zona rossa preannunciata da De Magistris) alla zona arancione per poi ritrovarsi, in serata, nell’elenco delle regioni in zona gialla con rischio basso. La notizia arriva nel giorno in cui i contagi in Campania sfondano quota 4mila e poche ore dopo le parole del governatore De Luca che aveva criticato l’ultimo Dpcm di novembre del premier Conte

Nuovo Dpcm, le misure per le zone arancioni: ecco cosa si può fare e cosa no

Il provvedimento firmato da Conte per cercare di contenere la nuova ondata di coronavirus divide l’Italia in tre fasce,di colore diverso in base al livello d’allarme. Per le regioni in fascia arancione sono previste misure più restrittive rispetto a quelle in vigore dal 5 novembre in tutta Italia. Palazzo Chigi ha fatto sapere che le restrizioni riservate alle aree gialle, arancioni e rosse “saranno in vigore a partire da venerdì 6 novembre”

Nuovo Dpcm, le misure per le zone rosse: cosa si può fare e cosa no

Italia suddivisa in tre fasce nell’ultimo decreto del governo Conte: gialla, arancione e rossa. Quest’ultima è stata attribuita alle regioni dove il rischio è considerato più alto ed è quella dove le restrizioni sono più drastiche. Un vero e proprio lockdown che prevede il divieto di spostamento all’interno del proprio territorio e durerà per due settimane in attesa di nuove disposizioni. Palazzo Chigi ha fatto sapere che le restrizioni riservate alle tre aree “saranno in vigore a partire da venerdì 6 novembre”

Conte: “No alternative a restrizioni, teniamo duro”

“Non abbiamo alternative”, per raffreddare la curva del contagio “dobbiamo affrontare queste restrizioni”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, illustrando in conferenza stampa le misure del nuovo Dpcm. “Comprendiamo il disagio e la frustrazione, ma dobbiamo tenere duro”, ha aggiunto.

Conte: “In zone rosse serve autocertificazione”

“Se c’è un divieto per quanto riguarda gli spostamenti va motivato con l’autocertificazione, quando c’è la raccomandazione non va offerta nessuna autocertificazione ma ci auguriamo che anche le raccomandazioni vengano rispettate”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. eccoli i covidlovers che si dispiacciono, covidsalernotizie in primis senza vergogna. Lo stanno capendo sempre piu persone che sono falsi positivi e numeri gonfiati da test farlocchi e altre scappatoie, siete sempre meno voi nullafacenti sul divano. Speriamo che sia la fase decrescente di questa dittatura, sempre con un occhio all’america e ai voti postali tutti per il finto democratico

  2. Nel frattempo il tuo amico Trump sta per sloggiare dalla Casa Bianca. Biden, un candidato di basso profilo, è riuscito a battere il record di voti di Obama, perchè la gente è corsa a votarlo per non vedere più Trump. Riguardo ai numeri farlocchi, sei pregato di fornire i tuoi. citando le fonti, altrimenti taci.

  3. È scandaloso che ovunque si parla della Campania come regione critica per il covid e adesso si trova in zona gialla?
    Si può sapere quali sono stati i criteri di valutazione?
    Sconvolgente

  4. Nooooooo! Noi siamo zona ROSSAAAAA!!
    Maledetto conte, ci vuole vede mUorire a noi babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati!
    È un negazionista questo conte, non vede che ogni giorno a delucalandia siamo sempre di meno e dinanzi gli ospedali c’è la fila di ambulanze tipo fila al mc Donald’s?
    Bha, bisogna solo pregare San Covid e cantare sui balconi

  5. Per Paolo
    Le zone vengono stabilite sull’indice percentuale di contagio, ed in questo momento, tale indice, percentuale, è più alto in calabria che non in campania. Atteso poi che tutti questi numeri siano giusti, e non vengono conteggiati 3 4 volte, chi fa 3 4 volte il tampone, ed è sempre positivo. C’è , poi, un altro aspetto da considerare, la Campania ha un tasso di mortalità, anche in valore assoluto, più basso che in altre regioni, che hanno meno contagiati. E’ al nono nella classifica, sarei curioso di sapere qual’è il tasso per Salerno e provincia

  6. x l’abbacchio – sei contento che vince un ambiguo già implicato in decine di scandali lui e famiglia? oltre questo, sei contento che un risultato elettorale venga ribaltato da voti postali senza nessun controllo su chi ha votato e arrivati dopo giorni dalla chiusura delle urne? contento tu, dopotutto i fessi stano pure lì, mica solo qui.

    I numeri? te li hanno scritti Jack, Alfie e altri una marea di volte, ma siccome non li capisci allora continui a scrivere idiozie. Mai nella storia si è contato il positivo asintomatico, e neppure il semplice positivo! Non solo, in regione abbiamo un calo dei morti accertato fino a giugno del 4.6%.
    Il positivo asintomatico è una farsa immensa perchè tutti noi siamo positivi per milioni di patogeni, perchè essere positivi vuol dire che semplicemente “ci sono”, ma l’esserci non significa che siano mortali o portano malattia per forza. Se ti fai un tampone rettale troverai milioni di batteri patogeni che se mangiati o messi in circolo nel sangue ucciderebbero chiunque: TUTTI li abbiamo, tutti siamo positivi a quei patogeni, ma praticamente nessuno muore per quelli, e comunque non si crea una falsa pandemia basata su di essi!

    Ricordati che lo stesso Fauci in USA a marzo diceva che non c’era nessun motivo di usare i bavagli, anzi erano pericolosi addirittura. Ci stanno ancora i video ma tu non li capisci, per questo parli.

    x9.20 – fino a prova contraria c’è solo un cretino che ha nominato facebook: TU! Neppure io, come altri, ho facebook ma dovresti aver capito che su facebook pure gli organi ufficiali ormai pubblicano cose, quindi non è da escludere a priori come mezzo di informazione. Conte per esempio ha fatto dirette facebook per questioni ufficiali, e lo usano pure Deluca, e vari sindaci. L’intelligenza sta nel capire chi e cosa dice su facebook, come in ogni luogo.

    x9.14 – gli indici rt e r0 sono poco piu che giochetti matematici a fini statistici, non hanno alcun valore probatorio perchè si basano su questioni non dimostrabili come il -momento del contagio- che nessuno può stabilire! se non sai quando ti sei contagiato e dove, come puoi calcorare il tempo dal momento del contagio???

    la verità è che non abbiamo mai avuto nessuna emergenza virale in campania, ma solo una: la malasanità e la mancanza di posti dovuti a tagli fatti fa decenni e neppure lo sceriffo ha fatto niente, e per pararsi le spalle adesso scarica tutto il peso sui cittadini, accusandoli di ogni cosa.

    L’istat parla chiaro: da gennaio a giugno -4.6% di morti in Campania.
    L’epidemia non esiste e non è mai esistita qui, e non c’entra neppure il blocco a marzo, infatti da gennaio, febbraio e marzo era -9.9, -4.7, +3.8 e a maggio e giugno -6.2 e -10.2 addirittura !

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.