Covid, la Campania è «zona arancione»: ecco cosa si può fare e cosa è vietato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
La Campania – scrive Il Corriere.it – è al livello di rischio 3, area intermedia, convenzionalmente chiamata «zona arancione».

Cosa significa? Cosa cambia e cosa resta immutato nei comportamenti richiesti ai cittadini per limitare i rischi del contagio?

Il panorama preciso sarà definito quando il governatore campano Vincenzo De Luca emanerà una nuova ordinanza tesa ad armonizzare le prescrizioni già in vigore con quelle nazionali.

Le regioni, infatti, possono comunque sempre adottare misure più stringenti rispetto a quelle nazionali, come già successo, in Campania, per la scuola.

Resta ferma la possibiltà che, col mutare del quadro epidemiologico, una regione scivoli in un diverso scenario di rischio e cambi, dunque, colore. Ma nel frattempo vediamo quali sono le misure nazionali previste per le zone arancioni, destinate a restare in vigore 15 giorni.
«Coprifuoco» alle 22
Analogamente a quanto previsto per tutte le regioni d’Italia alle 22 scatta il «coprifuoco»: ci si può muovere solo, autocertificazione alla mano, per «comprovate esigenze», motivi di lavoro, salute e emergenze . Come nel resto del Paese prevista la chiusura dei centri commerciali nei week end e lo stop ai corner giochi nei bar e nelle tabaccherie.
Uscire e entrare dalla regione
Nelle regioni che si trovano in questa fascia si può entrare e uscire dai confini regionali soltanto per «comprovate esigenze» dunque motivi di lavoro, salute e emergenze, attestati da un’autocertificazione da consegnare in caso di controllo. Il «transito sui territori è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti». Nelle regioni in fascia arancione è vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per «comprovate esigenze» di lavoro, studio, salute».
Le scuole
Sono «consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita». In Campania però, attualmente e fino al 14 novembre, le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili, sono chiuse per ordinanza regionale.

Chiusi ristoranti e bar

Sono inoltre sospese, e questa è la novità più rilevante, anche durante il giorno, « le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo». Le ordinazioni di cibo a domicilio sono sempre consentite e il cibo d’asporto può essere ordinato fino alle 22 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. «Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro».

Parrucchieri aperti
Rimangono aperti invece parrucchieri e centri estetici, confermate le regole che impongono la capienza al 50 per cento sui mezzi pubblici, stop ai musei.

Corsa e sport

Consentita l’attività motoria e sportiva, purché all’interno del proprio comune e all’aperto. Palestre, piscine e centri sportivi sono chiusi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Non vedo commenti da parte degli insultatori di professione di De Luca. Non ci sarete mica rimasti male che il governo nazionale (e non De Luca, il vostro bersaglio preferito) vi fa tornare a casa un’ora prima del coprifuoco di adesso e vi chiude pure bar, pizzerie e ristoranti? Ah, ma allora la situazione era davvero seria e De Luca aveva ragione?

  2. Qualcuno può spiegarmi come mai la Campania è zona arancione se, dopo la Lombardi, è quella col tasso di contagio più elevato e con posti in ospedale praticamente esauriti?
    Per curiosità vorrei comprendere il principio

  3. Se i locali sono chiusi che ci deve fare la gente fino alle 22 per strada, è questo che si deve evitare, è inutile che si chiudono i parchi e le piazze perché questi sciagurati si assembrano anche sotto ai portoni, trovano sempre un modo. Tutti a casa se non c’è necessità e quando si beccano punizioni esemplari.
    Sarò dura ma li farei stare in casa obbligatoriamente, questo comporterebbe il passaggio da sanzione amministrativa a penale, ma se serve si deve fare.

  4. il coprifuoco è tipica misura di dittatura militare, sappiatelo. Non ha niente a che fare con i virus. Ancor più con questo, che è stato dimostrato che in paesi come la Svezia stanno senza alcun problema, ma la stampa in modo spudorato e falso dice l’esatto contrario. Cercate dati e video sulla Svezia e lo capirete. Non hanno mai chiuso tutto e mai hanno imposto bavagli. Oggi stanno senza bavagli neppure negli ospedali, lo hanno filmato chiaramente. Gli imbavagliati vengono presi in giro quotidianamente ma potete svegliarvi: fate due semplici ricerche su internet – ma sempre da siti ufficiali e prediligendo video non montati, mi raccomando !

  5. 15:58 – Perché non te ne vai in Korea del nord? Li troverai sicuramente un regime adatto alle tue esigenze

  6. E tu vuoi mettere la Svezia vicino a noi che solo la Lombardia fa lo stesso numero di abitanti loro? Vuoi mettere la Svezia vicino a noi che siamo pieni di rimbambiti negazionisti come te? Vuoi mettere vicino a noi un paese civile dove la popolazione sa cos’è il rispetto ed il bene comune ed è abbastanza matura da essere lasciata libera di rispettare le regole per evitare i contagi senza la necessità di decreti su decreti? li vuoi paragonare a noi che i più pensa ai cavoli propri??? MA DAVVERO FAI??!! SAI CHE? VAT A CORC TU E LA DITTATURA, IMBECILLE! (MI RACCOMANDO!)

  7. A : lavoratore zona industriale. Poverino , ancora non hai capito come funzionano giochi politici . Prega il tuo Salvatore Santo De Luca, che per i suoi grandi scopi ha sacrificato per mesi le vite e libertà dei cittadini che l’hanno eletto. Anche i poveri bimbi ci sono finiti nei suoi giochi … comunque un giorno capirai , intanto mettiti la mascherina e chiuditi in casa, mi raccomando

  8. X 14:52
    Se la situazione era seria, ed è seria, è principalmente perché Papino ha dormito con la zizza in bocca da marzo ad oggi.
    Diceva di aver fatto prima e meglio di tutte le altre regioni, si pavoneggiava dicendo che aveva fatto i miracoli ed aveva salvato la Campania ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
    Papino il grande Bluff…..

  9. Ora , il nostro governatore deve assolutamente riaprire le
    Scuole , quantomeno le materne e le elementari, dato che nelle zone rosse sono aperte….. poi può anche chiudere tutto… ma basta giocare con l’istruzione dei bambini. Ora basta

  10. Lavoratore zona industriale ti auguro di perdere il lavoro. Sei arrabbiato e difendi de luca come se se fosse un tuo parente. Forse ti ha dato il lavoro che ti auguro di perdere. E naturalmente senza cassa integrazione. Meriti di restare senza cibo a tavola.

  11. Esiste la penisola scandinava e la mitica Svezia ha un tasso di mortalità di molto superiore rispetto a Norvegia e Finlandia paesi che hanno fatto il lockdown!
    I dati tu li cacci sempre ad capoc…., sei un asino in mala fede.

  12. troglodita e pezzente dentro e fuori,spero tanto che rimani con le pacche nell’acqua,d’altronde de luca essendo il capo dei pagliacci,trova sempre i suoi zerbini altrettando pagliacci e tu sei il suo preferito zuzzzimma ca si

  13. x lo psicopatico che sogna sempre runner 17e22
    In questo momento:
    Svezia
    10.8milioni, 137730 positivi presunti covid, 5997 morti presunti covid
    0.055% mortalità, 4.35% letalità
    NON CHIUSO NULLA E NESSUN OBBLIGO MUSERUOLE

    Italia
    60milioni, 790377 positivi presunti covid, 39764 morti presunti covid
    0.066% mortalità, 5.03% letalità
    HA CHIUSO TUTTO PIU VOLTE E OBBLIGO MUSERUOLE

    Taci cretino e delinquente. E pensare che te lo stiamo dicendo in tanti da mesi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.