Salernitana, a Ferrara è una Mazza…ta. La Spal domina e vince 2-0

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Una brutta Salernitana quella scesa in campo a Ferrara stasera nell’anticipo di B. Contro la Spal i granata perdono l’imbattibilità meritatamente dopo una gara tutta in sordina. Emiliani avanti dopo 5 minuti grazie a Valoti e ad una dormita difensiva. Nel finale di tempo raddoppio di Di Francesco. Nella ripresa i cambi di Castori non sortiscono effetti sperati. Solo Djuric crea qualche grattacapo con un Tutino impalpabile. Ora bisogerà subito voltare pagina e dimenticare l’amaro venerdi del Mazza.

E’ dunque uno scontro diretto dal sapore di serie A quello che andrà in scena questa sera alle ore 21 allo stadio Mazza di Ferrara. La Spal di mister Marino, pur senza brillare, sta ingranando la marcia giusta e si ritrova a ridosso delle prime della classe, ma occhio a questa terribile Salernitana targata Castori ancora imbattuta, capace di espugnare il Bentegodi di Verona e guidata da un tandem offensivo di assoluto rispetto. Peccato che questa sfida si giocherà in uno stadio totalmente vuoto: in altri tempi ci sarebbe stato un colpo d’occhio di categoria superiore, anche nel settore ospiti.

Assenze pesanti per i granata che, in attesa venga presa una decisione sulla sfida fantasma con la Reggiana (tre punti a tavolino proietterebbero il cavalluccio al primo posto), giocheranno una sfida delicatissima contro una corazzata senza quattro potenziali titolari. Mancheranno, infatti, il difensore Lopez, i fantasisti Lombardi e Anderson e l’attaccante Gondo. Recupero in extremis per Bogdan, ancora a caccia dell’esordio in campionato. Castori si affida ancora al 4-4-2, con Veseli a sinistra, Casasola a destra e il tandem Aya-Gyomber al centro. In mediana Kupisz, Schiavone, Di Tacchio e Cicerelli; in avanti non si può prescindere da Djuric e Tutino, con Giannetti unica alternativa di ruolo.

Tra Covid e infortuni in casa Spal restano a casa Paloschi, Floccari Viviani e Strefezza, da monitorare invece la situazione dell’esterno offensivo D’Alessandro.  A guidare l’attacco saranno i fratelli Esposito, in un 3-4-1-2 che esalterà anche le caratteristiche di Missiroli. In campo anche il difensore Luca Ranieri che, per due giorni, è stato virtualmente granata prima di lasciare il ritiro a causa di alcune pressioni social ricevute dai tifosi campani. Intoccabile tra i pali Berisha, per media voto ad ora il migliore della categoria.

Arbitra il signor Pezzuto di Lecce, bestia nera dei campani.

LA PARTITA

Serata umida a Ferrara. Squadre in campo alle 21 agli ordini di Pezzuto. Dopo una fase di studio, sugli sviluppi di un corner al 5′ emiliani in vantaggio con un colpo di testa di Valoti perso da Di Tacchio, ammonito qualche minuto primo. La squadra di Castori sbanda e Dickmann scheggia la traversa su tirocross. Su punizione Esposito Salvatore non trova il varco giusto. Proteste biancocelesti al 13′ per un tocco di mano in area di Veseli. Djuric prova a suonare la carica, sfera ribattuta. Alla mezz’ora prima Di Francesco e poi Esposito mettono i brividi ai granata. Campani impalpabili e brutta copia delle prime partite. Al 40′ Di Francesco pesca il jolly ed è 2-0.

SECONDO TEMPO

Castori ad inizio ripresa inserisce Dziczek per uno spento Di Tacchio. Sempre pericoloso Di Francesco nei padroni di casa. Subito giallo per Dziczek. Al 52′ Schiavone ha una buona palla sul destro a giro, sfera fuori. Capezzi rileva proprio Schiavone, mentre dopo un giallo per Missiroli, Djuric centra l’esterno della rete. Entra Brignola ed esce Di Francesco. Sempre Djuric pericoloso questa volta di testa, palla di poco out. Entrano nella Spal Murgia e Moro per Sebastiano Esposito e Missiroli.

A 10 dal termine buona palla per Casasola che non trova la conclusione giusta. Castori gioca il tutto per tutto, dentro Giannetti per Cicerelli. Granata a tre punte ma oltre a qualche mischia si vede ben poco dalle parti di Berisha. C’è tempo per Baraye e Antonucci er Kupisz e Veseli. D’Alessandro entra nella Spal al posto del bravo Valoti. Dopo 5 di recupero finisce cosi la sfida del Mazza, con la Salernitana che subisce il primo stop del campionato, vola la Spal di Marino.

SPAL–SALERNITANA 2-0

SPAL (3-4-1-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Dickmann, Missiroli (29′ st Murgia), Sa. Esposito, Sala; Valoti (42′ st D’Alessandro); Di Francesco (19′ st Brignola), Se. Esposito (29′ st Moro). In panchina: Thiam, Galeotti, Salamon, Okoli, Sernicola, Spaltro, Seck, Jankovic. Allenatore: Marino.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Aya, Gyomber, Veseli (42′ st Baraye); Kupisz (42′ st Antonucci), Schiavone (15′ st Capezzi), Di Tacchio (1′ st Dziczek), Cicerelli (36′ st Giannetti); Tutino Djuric. In panchina: Adamonis, Bogdan, Karo, Mantovani, Iannoni, Barone. Allenatore: Castori:

ARBITRO: Pezzuto di Lecce (assistenti: Zingarelli e Annaloro – IV uomo: Amabile)

RETI: 6′ pt Valoti (Sp), 41′ st Di Francesco (Sp)

NOTE. Ammoniti: Di Tacchio (Sa), Dickmann (Sp), Dziczek (Sa), Aya (Sa), Missiroli (Sp), Tomovic (Sp), Giannetti (Sa). Angoli: 6-3. Recupero: 2′ pt – 5′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. cicerelli contro tutti e’ tutto il resto e’ noia……….ti riconosco mascherina.
    forza mia vecchia salernitana e malox a chi si accontenta

  2. Spiace sempre quando perde… ma purtroppo già sappiamo con questa società … 10 posto e galleggiamento.
    Speriamo in un benefattore , un folle , che venga a salvarci, perché con questa società siamo destinati alla mediocrità .
    Forza Salernitana sempre
    Lotito vattene

  3. Spal ottima squadra che ha meritato ampiamente la vittoria ma, allo stesso tempo, va attribuito qualche demerito alla Salernitana, apparsa poco incisiva e carente in alcuni reparti (perlomeno stando a ciò che si è visto stasera), nonostante le assenze. Tutto sommato possiamo dire la nostra e mi auguro questa possa rappresentare una sconfitta che serva da lezione per il proseguio della stagione.

  4. Ti sino arrivati i saluti da Sassuolo?…
    Ricorda che sei una doppia lota…buon week end rinnegato💩💩💩

  5. Per forza granata: nonostante le assenze della salernitana? Ma le assenze della spal le conoscevi?? Forse no…

  6. Credo che la delusione abbia preso tutti e che la realtà ci dice che ieri sera abbiamo visto x davvero una squadra che può lottare x il vertice e che non è , purtroppo, la Salernitana.
    Il nostro allenatore è quello di qualche anno fa e sbaglia un po’ tutto specie con i cambi e con i spostamenti di giocatori non nel proprio ruolo.
    Sostituzioni a tre minuti dalla fine confermano l’incapacità del mister.
    Una Salernitana stanca , senza gioco e senza idee.
    Forza Salernitana Sempre

  7. Per Marco: la mia era una disamina generale con la quale facevo riferimento esclusivamente alla Salernitana che, a mio modesto avviso, a prescindere dalle assenze seppur importanti, ha bisogno di accorgimenti nei reparti dove sono presenti lacune evidenti. È prematuro parlare di mercato probabilmente, però con un terzino sx, un grande centrocampista ed un attaccante (che possa sostituire adeguatamente i titolari), potremmo competere con le “grandi” di questo torneo, tipo la Spal affrontata ieri.
    PS non è mia intenzione “sostituire” il direttore sportivo, non ho le competenze. Credo, semplicemente, bastino davvero pochi correttivi per diventare altamente competitivi in questa serie B.

  8. Siamo solo una squadra tignosa quando giochiamo negli spazi stretti della nostra metacampo a difenderci, quando c’è da costruire o evidenziare idee di gioco la realtà è che non abbiamo nulla a centrocampo e col tempo anche tutino perderà il suo entusiasmo e giocherà solo per se stesso e per la sua carriera. L allenatore è uno che non inventa nulla nel bene e nel male. A 70 anni ormai cosa potrebbe cambiare nel calcio che propone? I difensori hanno mostrato tutti i propri limiti se presi in velocità e senza copertura di di tacchio, salverei solo gyomber nei 90 minuti. Solo la fantasia di cicerelli e lombardi (ma dubito della sua continuità) possono cambiare il volto della squadra e soprattutto permettere alla squadra di capovolgere rapidamente l azione premesso sempre che la struttura della squadra è quella attendista e tignosa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.