Ambiente: inquinamento del fiume Sarno, NOE sequestra due aziende

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

Continuano i controlli dei carabinieri del Noe di Napoli e Salerno per evitare l’inquinamento del Sarno e dei torrenti Solofrana e Cavaiola, verificando l’eventuale presenza di scarichi abusivi nonché la regolarità di quelli censiti.

I militari del Reparto Speciale stanno eseguendo due decreti di sequestro preventivo emessi dal gip di Nocera Inferiore. Uno riguarda ad Angri un impianto di recupero rifiuti speciali pericolosi e non, operante nell’area Pip di Taurana. Il procedimento penale è iscritto nei confronti di M.S., 51enne di Scafati, legale rappresentante della società, che dovrà rispondere dei reati di scarichi illeciti di reflui industriali, attività di gestione di rifiuti non autorizzata e violazione alle prescrizioni imposte nel titolo autorizzativo Aua, sanzionati dal Testo Unico Ambientale.

L’impianto immetteva nella pubblica fognatura reflui industriali costituiti dalle acque di dilavamento del piazzale esterno suscettibili di contaminazione; vi si compiva una illecita di recupero di rifiuti speciali, anche pericolosi, costituiti da imballaggi contenenti sostanze pericolose o contaminati e rifiuti plastici, nonché per aver superato i limiti quantitativi giornalieri autorizzati.

Un secondo decreto riguarda a Scafati un’industria conserviera in via Orta Longa. Accertate a carico del titolare, G.F., 54enne di Angri, plurime violazioni alle prescrizioni imposte nel titolo autorizzativo con riferimento allo stoccaggio in area non autorizzata di rifiuti speciali provenienti dal processo produttivo e costituiti da fanghi e scarti inutilizzabili per il consumo; nonchè al recapito nel canale Fosso Bagni dei reflui provenienti dall’impianto di depurazione, risultati non conformi ai parametri Cod, azoto nitroso ed escherichia coli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Queste sono operazioni che riempiono di gioia il cuore dei cittadini onesti, bravi i Carabinieri, speriamo sia solo l’inizio alla fine questi sequestri danno soddisfazione a tutti e sono un passo per la pulizia di un fiume che da troppi anni è abbandonato a se stesso e che insieme ad altri fattori provoca ogni anno tante morti per cancro e altre malattie. Bravissimi continuate così!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.