“Fate presto”, in Campania i commercianti chiedono il lockdown

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Dopo essere scesi in piazza due settimane fa al grido di “libertà” e “vogliamo restare aperti”, i commercianti casertani fanno marcia indietro e chiedono oggi di attuare quel lockdown contro cui sembravano disposti a fare barricate. Il presidente provinciale di Confcommercio Caserta, Lucio Sindaco, chiede la “chiusura immediata dell’intera regione e ristori seri a tutte le aziende penalizzate dallo stato di crisi”; la richiesta di “non indugiare” è indirizzata al Governo Conte e al presidente De Luca: “Basta temporeggiare – avverte Sindaco – la situazione è drammatica.

Sotto tutti i punti di vista. Occorre intervenire subito con misure drastiche per salvaguardare almeno il periodo di dicembre che consentirebbe alle imprese commerciali di recuperare una parte delle perdite registrate fino ad ora. Le indecisioni sulla classificazione della zona, i ritardi nell’adozione di provvedimenti di chiusura, il mancato contrasto degli assembramenti, stanno contribuendo a peggiorare un quadro già molto grave. La Campania diventi subito zona rossa. Ulteriori ritardi in questa direzione, saranno inaccettabili. Si rischia seriamente di pregiudicare l’economia di un intero territorio. Qui non ci sono isole felici. Tutti i settori sono in grande difficoltà. Guai a creare crepe nel tessuto produttivo”. E in relazione a possibili nuovi sit-in di protesta, il presidente Sindaco precisa: ‘Comprendiamo l’esasperazione di tanti commercianti e riconosciamo il loro diritto di manifestare, ma non è nostra intenzione, in questa fase, usare la piazza come strumento di persuasione”. (ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Libertà libertà, Pagliacci,io dieci anni fa’insieme ad altri 20 colleghi abbiamo perso il lavoro è per nove mesi non abbiamo visto un centesimo,non ci ha cag**o nessuno,per i dipendenti solidarietà,per i proprietari no.

  2. Ma state zitti!! Prima volete una cosa, poi un’altra, adesso visto che non state facendo niente, volete la zona rossa per avere i ristori!! Pagliacci!!

  3. Napoli e Caserta si a zona rossa ma Salerno, Avellino e Benevento no perché non abbiamo oltrepassato limiti.

  4. Non vi preoccupate tanto le bollette,come a quelli che hanno uno stipendio certo:politici,
    insegnanti,molti incapaci nella dad,impiegati inps,comunali etc. etc. arriveranno lo stesso.
    I guai non sono ora ma fra qualche tempo…almeno per chi sopravviverà

  5. La cosa più triste è vedere come la stampa vada addosso alle persone che più stanno soffrendo la crisi, i commercianti. Forse non avete capito che se la gente non compra più nulla e le aziende falliranno è per il terrore che avete creato voi. abbiate la compiacenza una volta sola di stare con chi sta per perdere tutto e non essere megafono del potere che in questa vicenda ha chiaramente fallito.
    In due settimane ogni giorno cambia qualche norma o peggio sembra che cambi e poi non cambia, il tutto amplificato dal vostro modo di fare informazione con titoli sensazionalisctici e privo di approfondimenti. Voi siete la causa della distruzione di migliaia di posti di lavoro

  6. Solo gli stipendiati vogliono il blocco cari commercianti non mi smentite sennò faccio una brutta figura anche col mio papà e i collaboratori di studio

  7. Ma questi a nome di chi parlano scusate???? Io sono commerciante e mai mi sognerei di dire diventiamo zona rossa! Mah!

  8. Inutile aspettare Papino che prenda una posizione drastica.
    Oramai ha tirato i remi in barca e tra un offesa e l’altra attende che altri prendano le decisioni che lui potrebbe prendere.
    La paura fa 90.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.