De Luca: “Noi pronti a chiudere ad ottobre, da Governo scelte sbagliate”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Covid, il governatore della Campania Vincenzo De Luca attacca ancora il governo: “In questi due mesi c’è stato uno scontro di scelta e di linea politica sul contenimento del contagio. Noi eravamo per chiudere tutto a ottobre per un mese, il governo ha fatto una scelta diversa e totalmente sbagliata”, afferma il presidente della Regione nel consueto monologo del venerdì in diretta Facebook.

“Questa era la nostra posizione chiara e non semplice da assumere. Lo volevamo per effettuare un’operazione di freno del contagio e arrivare a Natale in condizioni sostenibili. Il governo ha deciso di fare un’altra scelta con iniziative progressive e provvedimenti sminuzzati con la risposta proporzionale. Una scelta totalmente sbagliata perchè il contagio non aumenta in maniera lineare ma esponenziale. Questa scelta ha fatto perdere due mesi preziosi dove c’è stato un incremento drammatico di contagi e decessi”.

E aggiunge: “Quelli che non hanno mosso un dito per fermare il governo, e anzi si sono mossi contro le ordinanze della Campania, ora sono diventati tutti rigoristi. Una vergogna”. Il governatore torna sul concetto dello “sciacallaggio mediatico” al quale si sarebbe “iscritto” anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

“Il solo nome di questo soggetto mi procura reazioni d’istinto che vorrei controllare almeno per le prossime ore. Ho detto a qualche esponente del Pd che se bisogna stare al governo insieme a questi personaggi, allora e meglio mandare a casa il governo”, sottolinea citando anche il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

Al Comune di Napoli, il presidente della Regione contesta ancora una volta di non aver fatto “nulla per contrastare la movida”. Oggi, aggiunge il governatore, i” dati dell’aspetto sanitario in Campania parlano i 3900 nuovi contagi con una percentuale su quasi 25mila tamponi che è del 16,5 per cento. Da tre-quattro giorni questa percentuale scende leggermente. Speriamo che sia un trend”.

Negli ospedali, abbiamo il 27 per cento di occupazione delle terapie intensive, 190 su 650 posti letto disponibili, e posti letto sufficienti per pazienti Covid. Siamo ad oggi la regione con il tasso più basso di mortalità Covid”. De Luca ripercorre le misure adottate in questi mesi, dalla chiusura delle scuole (“per la quale ho ricevuto offese”, sottolinea) all’obbligo di mascherine all’aperto”.

Sulle polemiche dell’ultima settimana, De Luca ritorna sul concetto dello “sciacallaggio politico-mediatico contro la Campania. Non c’è un giorno che non ci sia un attacco mediatico, con interviste a fatte a capocchia”.

E sulla folla a passeggio sul lungomare di Napoli denuncia: “Quello è un assembramento vietato dalla legge, che doveva essere contrastato dalle forze dell’ordine. Quelle immagini motivano una zona non rossa, ma strarossa, perché sono cose davvero vergognose. Sapete chi avrebbe dovuto decidere, ma era impegnato a fare il giro delle televisioni per farsi pubblicità”, afferma attaccando ancora una volta il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. De Luca ricorda infatti sindaci “coraggiosi che hanno adottato provvedimenti” di chiusure dei lungomare, come nella sua Salerno, a Pozzuoli e Giugliano.

Il governatore nega che l’ispezione del ministero della Salute sia stata avviata “per verificare i dati della regione” e definisce “una grande balla” le indiscrezioni peraltro mai smentite da  Palazzo Chigi sull’invio di esercito e protezione civile in Campania anche per la realizzazione di un ospedale da campo. Sul paziente trovato morto sul pavimento dell’ospedale Cardarelli, il governatore attacca l’uomo che “ha avuto lo stomaco di girare un video” di quanto accaduto.

E affonda ancora: “Una vergogna senza fine. Non ci sono parole per quello che hanno scatenato contro di noi. Napoli e la Campania non possono essere il peggio del peggio”. De Luca corregge il governo anche sugli anestesisti. “Non ce ne hanno messi a disposizione migliaia. A noi servono anestesisti, infettivologi e oncologi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Solidarietà e piena fiducia a questo governo, facciano il possibile per governare questa regione in questo momento drammatico non solo per la pandemia ma anche per le scelte scellerate adottate nei confronti di tutti i cittadini campani

  2. Conosciamo bene De Luca a Salerno, purtroppo. Ha costruito un sistema che va smantellato, costi quel che costi. Ma, confrontandolo con personaggi quali Di Maio, De Magistris e Spadafora sembra un gigante della politica. Per me deve sbattere i pugni sul tavolo e costringere il PD a far cadere il governo per crearne un altro di unità nazionale. Questo governo da maggio ha fatto solo danni.

  3. De Luca buffone! pauroso, dopo le minacce non ha chiuso più! e adesso parla a vanvera!……………..come sempre!

  4. L’articolo 120 della costituzione attribuisce la possibilità di “chiudere ” una regione solo al governo nazionale.
    Quello che il governatore può fare, in base ad una legge del 1978, è chiudere solo piccole aree come qualche comune… ma senza allargarsi troppo. tant è che lo ha chiesto perché sapeva di non poterlo fare.
    Ma cmq chiudere è una follia…. gli indici danno una chiara indicazione che la crescita dei contagi è armonica.. così come è stabile l’occupazione delle terapie intensive. Quindi… ma che maronn vò chiur?
    Bisognava intervenire nelle aree super affollate dell’area napoletano e città… ma il resto della regione è sotto controllo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.