Covid, Campania rossa: quali negozi aperti, autocertificazione e spostamenti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La nuova ordinanza firmata dal Ministero della Salute Roberto Speranza nella giornata di venerdì 13 novembre prevede l’ingresso della Campania nella zona rossa covid a partire da oggi, domenica 15 novembre. La durata, come spiegato nell’ordinanza stessa, è fissata a 15 giorni, salvo ulteriori proroghe, e dunque fino al 29 novembre. Gianni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, aveva infatti spiegato che “servono almeno due settimane per vedere i risultati delle nuove misure”.

Stop agli spostamenti, torna l’autocertificazione
In Campania, nonostante la zona gialla, era già valida un’ordinanza regionale che vietava gli spostamenti tra province diverse, in scadenza proprio ieri. Da oggi, il divieto diventa totale: vietati anche gli spostamenti all’interno del proprio comune, salvo motivi di lavoro, salute e gravi necessità. Di conseguenza, torna l’autocertificazione, che tra l’altro sarà necessaria anche per andare a messa, oltre che per lavoro, salute o altre reale e comprovata necessità. Qui il modello dell’autocertificazione da scaricare.

Negozi quasi tutti chiusi
Lo spostamento della Campania in zona rossa porta anche alla serrata dei negozi. Possibile solo l’asporto nei negozi di ristorazione (dalle 5 alle 22), o le consegne a domicilio (per tutti i negozi). La serrata sarà totale: funzioneranno regolarmente soltanto barbieri, parrucchieri, lavanderie, tabaccai, edicole. I servizi di ristorazione restano aperti esclusivamente negli ospedali, negli aeroporti e nelle aree di servizio lungo le autostrade. Qui l’elenco completo di tutti i negozi aperti in Campania da oggi.

Scuole ancora chiuse per 7 giorni
La sostanziale differenza rispetto alle altre zone rosse d’Italia riguarda la didattica in presenza: in zona rossa sarebbe prevista per le scuole dell’infanzia, le elementari e la prima media, mentre per tutte le altre c’è solo didattica a distanza.

La Campania invece, che aveva già sospeso la didattica in presenza per tutte le scuole di ogni ordine e grado fino a ieri, ha optato per un’altra linea: con apposita ordinanzacon apposita ordinanza, le attività in presenza riprenderanno per scuole dell’infanzia e per prime classi della scuola primaria, ma soltanto dal 24 novembre, previa effettuazione di screening su base volontaria sul personale docente e non docente e sugli alunni.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.