Presunti abusi sessuali medico Ruggi. Polichetti: “Caso sgonfiato, ora le scuse a dottore”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
“Dopo la decisione dei giudici del Tribunale di Salerno, adesso chi chiederà scusa al medico Mattia Carbone. Lo scorso mese di giugno, con una fredda mail arrivata dagli uffici della questura di Salerno, fu messo alla gogna mediatica con nome, cognome e particolari dettagliati per un’inchiesta su una presunta violenza sessuale che ora si sta sgonfiando. Cinque mesi dopo, penso che al dottore Carbone vadano date almeno delle scuse come risarcimento morale di quanto patito ingiustamente”. Così Mario Polichetti, delegato sindacale della Fials, commenta le notizie emerse dai media locali in merito all’indagine che riguarda il radiologo di Battipaglia. “Personalmente, non ho mai avuto dubbi sull’innocenza di Carbone. Mi disgusta, però, vedere ora tanti salire sul carro del vincitore. Si tratta degli stessi che tra il 10 e l’11 giugno si prodigavano in pettegolezzi e fantastiche ricostruzioni di quello che invece è stato analizzato con attenzione dalla magistratura”, ha detto Polichetti. “Esiste la presunzione d’innocenza e qualcuno con Carbone lo ha dimenticato. La sua storia non deve finire nel dimenticatoio, ma anzi serve come monito affinché non accada più. Alla Questura di Salerno, dopo quel 10 giugno, l’hanno sicuramente compreso gli addetti alla comunicazione con i media.  Noto che anche persone note alle forze dell’ordine oggi hanno un trattamento migliore di quello che fu riservato a Carbone. Attualmente si omettono i nomi e i particolari rilevanti, mentre nel giugno scorso non fu così. Forse qualcuno ha imparato. Mi auguro che la stessa cosa capiti al “Ruggi”. Mi auguro che al dottore Carbone, mio collega preparatissimo, possano arrivare le scuse degli altri “camici bianchi” che l’avevano condannato già prima dei magistrati”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma non vengono mai puniti chi fa le indagini che poi risultano errate. Perché due sono le cose o uno è colpevole oppure in caso contrario le indagini diciamo sono state superficiali per me qualcuno deve pagare perché ha sbagliato.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.