Scuola e Covid. Campania, è scontro tra mamme “Si Dad e No Dad”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Non si ferma la protesta delle mamme che vogliono la riapertura delle scuole. Dalla prossima settimana, in base all’ultima ordinanza regionale sulle scuole, potranno riammettere gli alunni tra i banchi solo le scuole dell’infanzia e la prima classe delle elementari. Per gli altri, le lezioni saranno ancora con la dad, la didattica a distanza. Il ‘fronte’ delle mamme e dei papà ‘No Dad’, dopo la campagna di sensibilizzazione con i manifesti 6×3 “Riaprite le scuole” e #NonLasciateciIndietro, lanciano un nuovo hashtag: #UnLibroPerDeLuca. Ma la ‘protesta’ non si ferma ai social. L’invito, infatti, è a inviare davvero, tramite pacco postale, un libro o un quaderno al governatore della Campania Vincenzo De Luca, nella sede della Regione, a palazzo Santa Lucia, per ricordargli – spiegano – “che la scuola è importante per tutti”. L’obiettivo, spiegano, è “riempire la sede della Regione con i libri sottratti alle aule”. Un’iniziativa “per ricordare al presidente quanto sia importante la scuola per tutti, indipendentemente dalla fascia di età”. I genitori, insomma, non si rassegnano a vedere i propri figli “mortificati tutto il giorno davanti a pc e tablet per seguire le lezioni” e chiedono, con forza, “il rispetto di un diritto, quello all’istruzione, costituzionalmente garantito e che De Luca continua a mettere sotto i piedi”. Il susseguirsi di ordinanze regionali legate alla chiusura delle scuole, “con cadenza quasi settimanale, condanna – secondo i genitori No Dad – i più fortunati all’alienazione davanti a uno schermo e coloro che hanno meno possibilità a restare”.  Di contro invece tanti altri genitori che non vogliono l’apertura delle scuole per la risalita esponenziale dei contagi in Campania. Tanti i gruppi nati in queste ore sui social con migliaia di iscritti per tutelare la salute dei propri figli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Mamma mia, certo che di genitori irresponsabili ce ne sono tanti, eh? Come si può chiedere di lasciare i bimbi a casa davanti ad un pc, per tutto l’anno scolastico? Che volete che diventino robot? La scuola è stare insieme, è vita, è socialità!!!
    Si facciano tutti i controlli del caso, ma si torni a scuola per il bene dei nostri figli!!

  2. Capisco i genitori che pretendono salute x i propri figli.
    Scuole chiuse con tanta pazienza e con sacrificio ma giusto così.
    D’altronde i ragazzi in classe è come stare in carcere e come dire un bimbo di 3/4 anni tenerlo fermo e soprattutto non tocchi le cose altrui.
    Preciso che ho figli piccoli e ho tanti timori.
    Si spera in una riapertura con serenità.

  3. Purtroppo ci sono dei genitori irresponsabili, che stanno tutto il giorno a scrivere ca…..te su salernonotizie, che esempio e morale possono fare?😂
    Automi runnerizzati!
    Comunque, purtroppo capita che il Covid lo si porta a casa e saluti il nonno e la zia
    Ottantenne( citazione di caso reale, e con decessi nell’arco di 5 giorni).

  4. Il problema è a monte…. se il ns carissimo governatore non avesse chiuso le scuole, così come ricordiamoci sta accadendo nel resto di Italia, non staremo nemmeno qui a chiederci DAD sì o DAD no

  5. Scuole aperte subito. Per questi genitori che vogliono la dad perché non si informano un po invece di farsi terrorizzare, immotivatamente, dai discorsi di de luca e company? Il lavaggio del cervello serve solo per difendere le sue scelte scellerate e non sono rispondenti alla verità. Consiglio un po di studio e di ricerche su tutti i veri e gravi danni provocati tenendo le scuole chiuse sia ai bambini sia alle famiglie (e indirettamente al nostro popolo e nazione). Per i più piccoli il rischio maggiore non è il covid ma il non poter andare a scuola il non poter socializzare, e questo non sono io a dirlo ma studi ricerche e statistiche di esperti. Io da genitore posso solo confermare questi studi avendo notato già durante e dopo il lockdown nei miei figli problemi comportamentali psicologici fisici e di gap formativi.

  6. Care mamme con gli occhi sorridenti e fuggitivi invece di pensare alla libertà, provate ad informarvi sulle nazioni che hanno provato a lasciare aperte le scuole o le hanno dovute riaprire anzitempo..scoprireste che hanno dovuto richiudere tutto a distanza di poche settimane per l’aumento spropositato dei contagi. Bisogna dare la possibilità di scegliere, a chi tiene cara la pelle propria e dei propri familiari sarebbe giusto non rompere le scatole

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.